sabato 2 giugno 2018

Sono piccolo






Sono piccolo, inconsistente, non ho nessuno che si prenda cura di me, sono uno dei tanti animali randagi, che ricerca cibo nella 
spazzatura,  proprio come te, povero uomo dimenticato, sempre ubriaco e malfermo, eppure anche tu  come me, non vuoi tornare  in quella pazza società, che non fa altro che correre ed inquinare.


Vorrei tanto la carezza di un bimbo, di un cuore buono, ma amo tanto anche le tue rare carezze, spesso ti sono accanto e condivido la tua  sorte, io so, che Qualcuno lassù, non dimentica, i piccoli come noi.

Neppure l'uomo che si proclama civile, dovrebbe farlo, un cuore innamorato della vita, mai dovrebbe dimenticare i più piccoli, i denigrati, i maltrattati, umani ed animali.

Caro amico mio di sventura, non puoi sapere cosa sto pensando, lo so, sei troppo rassegnato, tu hai scelto una bottiglia per dimenticare.

Ma chi dimentica i più piccoli, dimentica anche se stesso,.....chi è realmente..., può illudersi di trovare nuove vie di evoluzione, credersi un Quasi-Dio che ritornerà alla sua Reggia, in realtà essa sarà solo un povero e fragile castello di sabbia.





1 commento:

  1. Gli ultimi di questo mondo bisogna amarli profondamente perché un giorno essi saranno i primi in Paradiso.Gesu di Nazareth.Un abbraccio,Emilio

    RispondiElimina