domenica 29 marzo 2015

Non voglio sapere





Condividere questa meravigliosa poesia.........non voglio sapere



Vale ben più che di mille articoli...

sabato 28 marzo 2015

Sebirblu: Terra Cava: "La Missione della Razza Blu"

Sebirblu: Terra Cava: "La Missione della Razza Blu": di Olivier de Rouvroy   I Popoli del Centro della Terra: "La Missione della Razza Blu" Con le sue due entrate...


Questo articolo è veramente bellissimo, purtroppo non posso dichiarare di aver conosciuto, questo meraviglioso popolo "blu", un colore, che amo profondamente.

Ma spero, come tanti di voi che esista realmente, fantasia o realtà? Non so, ma mi piace troppo e lo condivido così come è.





Extraterrestri ed intraterrestri




La vita è una madre o una matrigna? Per quanto i più illuminati uomini abbiano scritto cose meravigliose e terribili su di lei, è l'esperienza personale a fare la differenza, ognuno vive la propria, anche se l'inizio e la fine sono denominatori comuni.

Con lei incontrare, o scontrarsi con qualcosa di inaspettato, non è raro, ma in realtà, non dovremmo confonderla, con gli eventi più o meno infausti, che possono travolgerci durante il nostro cammino, la vita è la vita, gli eventi sono gli eventi.

Ognuno di noi ha la propria opinione, ma è evidente che ci sono persone che vivono tradizionalmente in limiti prestabiliti, altri invece per loro volontà, o per fattori straordinari, riescono a vedere l'oltre..., purtroppo chi vive nei limiti, crede assai poco alle esperienze straordinarie di certi "visionari", un termine molto gentile per non definirli pazzi, tuttavia se fossimo più consapevoli della nostra reale struttura fisica (immateriale), non sarebbe difficile lasciare le porte aperte ad ogni altra visione.

Cosa non facile, poiché siamo continuamente bombardati da potenti distrazioni, che non ci permettono di riflettere profondamente.

Questa è una premessa, per raccontarvi in modo sintetico, ciò che ho letto, non una sola volta, ma più volte, mi riferisco come esempio ad un articolo di X Time, scritto da Giovanna Lombardi "Viaggio al centro della terra"

Una persona racconta ciò che sta vivendo dal lontano 2004, l'incontro non solo con extraterrestri, ma con gli intraterrestri, coloro che vivono all'interno della terra, nella quinta dimensione, alla quale noi  comuni mortali, non possiamo avere accesso, a meno che non veniamo attivati energeticamente.
Ogni volta, prima di essere trasportato in quella dimensione, si sente male e sviene.

In realtà tale dichiarazione, non è l'unica, ma il pensiero comune potrebbe essere:

  • Ha letto troppi libri di fantascienza, è stato influenzato;
  • Ha una grave malattia psichica, e non lo sa;
  • confonde la fantasia con la realtà;
  • Sta cercando di vendere libri e racconta bufale per guadagnare;
  • E' sincero, ma è molto molto malato, forse ha un tumore nel cervello e non gli è ancora stato diagnosticato.
Insomma quasi quasi,  viene più creduto chi racconta che è stato rapito dagli extraterrestri, piuttosto che chi si incontra con gli intraterrestri.

Chi ha scritto l'articolo, Giovanna Lombardi, riporta il nome e cognome di questa persona, nonché la sua fotografia, non è insomma, una invenzione giornalistica, e premette che esistono fotografie, occultate dalla NASA, che mostrerebbero una fessura del diametro di 2300 km, che si apre e si chiude gradualmente ( riportando le fotografie). Inoltre c'è chi sostiene che le aurore boreali, (la cui natura è inspiegabile), siano conseguenti ai raggi del sole interno nella terra, e che quella fessura altro non sia, che un passaggio per far entrare ed uscire le astronavi intraterrestri.

Ma se esistono gli extraterrestri, perché poi non potrebbero esistere gli intraterrestri?  Non è in fondo anche questo un bel mistero antico?



sabato 21 marzo 2015

L'uomo triste ed il suo amico Giorgio






L'uomo, piuttosto triste, stava passeggiando con il suo cane, completamente assorto nei suoi pensieri, fu il cane che felice, corse incontro ad un suo vecchio amico, " Giorgio". L'uomo fu felice di rivederlo, egli era sorridente, emanava una luce intorno a sè, gli chiese cosa fosse accaduto nella sua vita di tanto bello.

L'altro, sorrise,  e gli rispose: "nulla amico mio, nulla che per te potrebbe essere così importante, non sono diventato ricco, non ho successo e fama, tuttavia ho incontrato me stesso."

Davvero? Replicò  ironicamente l'altro: è dunque te stesso che ti rende così felice? Non mi dire che segui le famose filosofie della New Age? o Meditazioni varie.

Giorgio sorrise e rispose: no, non seguo nessuna filosofia o religione, le meditazioni comunque, sono un buon metodo.

L'uomo fece una smorfia di disgusto, e disse: siamo solo poveri granelli di polvere, null'altro caro Giorgio, e per dimenticare, ci inventiamo tanti film..., tu credi che io non abbia cercato me stesso? Ho usato tutti i metodi esistenti al mondo, sai bene che i mezzi non mi mancano, ma di me stesso neppure l'ombra, resta solo questo povero e stupido me, che porta a spasso il suo cane, una delle poche gioie della vita.  Ho cessato di cercarmi, trovo che sia solo una perdita di tempo, una delle più sofisticate illusioni, siamo quello che siamo, solo una virtualità che nasce dall'esigenza del nostro organismo biologico di avere un punto di riferimento, e per favore non tirare fuori la storia della nostra immaterialità e che per il 90% la materia è vuoto, lo so bene, appunto siamo solo niente.

Giorgio, dopo averlo ascoltato disse: Sei tu che decidi cosa sei. Se sei certo di essere niente, automaticamente lo sei, dunque solo polvere sparsa su questo piano denso eppure immateriale, solo un essere virtuale che prima o poi si eclisserà, il tuo Essere Reale, se ne andrà senza di te, e quel giorno sarà molto, molto più triste di questo. Se la tua attenzione è focalizzata sul nulla....
E' questo lo scoglio più terribile, dopo aver umilmente scoperto di essere granello di polvere, ti sei schiantato su quello scoglio, e sei rimasto lì.
Oltre il nulla, vi è un'energia che mai nasce e mai muore e quella è il vero te, è lei che dirige i processi energetici del tuo fisico..., te ne sei accorto, che tutto nel tuo organismo pare automatico, amico mio, non è affatto così.., senza quella meravigliosa essenza nulla accadrebbe....
Ma cosa hai cercato? Solo un simulacro, caro amico mio..., il vero te stesso non è virtuale, è sacro, e tu lo stai rinnegando.

L' amico, gli chiese: dunque per quale motivo dobbiamo morire? Questa energia indefinita di cui tu stai parlando, non potrebbe sconfiggere la morte? 

Giorgio:  Potrebbe certo, ma rispetta la legge su questo piano di realtà, e quando è il momento se ne va, portandosi via ciò che è sacro come lei..
se non diventerai sacro ed in comunione, resterai qui...sarai il nulla che credi di essere...

L'uomo rise e gli chiese: ma da chi hai imparato queste balle cosmiche? Esoterismi vari? Già credi che non abbia studiato anche l'alchimia e company?
Sono tutte chiacchiere ed illusioni, perdite di tempo... Il nostro organismo è guidato dal magnetismo e da una porzione di energia...e quando qualcosa si rompe, siamo morti, punto e basta.  Sei un illuso caro amico mio, ma certo questa illusione ti giova, sei luminoso..in modo incredibile...

Giorgio: E se ti dicessi che io sono già morto da un anno?  

L'amico : Ed adesso mi prendi in giro?

Giorgio: No amico caro, sono qui per strapparti da quello scoglio, chiama la nostra amica Francesca ce l'hai un cellulare?

L'uomo: Ok la chiamo subito......Lei confermò, è accaduto un anno fa, non lo sapevi?  E' morto in un brutto incidente ....
Bianco come un cencio chiese: allora tu davvero sei morto? 

Giorgio: non direi, ma per questo piano di realtà sono morto.., adesso devo andare...  spero che ci rivedremo, dipende solo da te.

In un lampo scomparve.


L'uomo triste, accarezzò il suo cane, unico testimone del miracolo che si era compiuto...

Arconti ed androidi







Chi sta ricercando in se stesso e fuori, ha sicuramente sentito parlare di Arconti....Chi sono? Cosa sono? 

Angeli ribelli? Oppure simboliche forze meccaniche?
Ho trovato su internet una discussione su internet, leggi qui

Non illudiamoci di risolvere il mistero, dal momento che non è alla nostra portata...., tuttavia, a mio avviso non si dovrebbe demonizzare nulla.

Noi siamo senzienti dotati di personale pensiero, mentre esistono forze cosmiche del tutto impersonali, soggette a leggi arcane.

Tendiamo alla personificazione di qualsiasi cosa, questa nostra tendenza, può condurci spesso ad interpretare la verità in modo frammentario, eppure anche noi umani senzienti siamo soggetti a leggi fisiche inderogabili, almeno apparentemente...

Frammentare e separare, purtroppo non ci permetterà  mai di raggiungere una visione di insieme, demonizzare equivale a schierarsi da una parte o dall'altra, le opposte forze in gioco, si scontrano, e alimentano il cerchio illusorio in cui stiamo sperimentando una parte di realtà (altrettanto illusoria, comunque sia destinata a morire).

Già forse la nostra realtà, nasce e vive e muore grazie a questi scontri titanici.

Esiste una Mente, o più menti che hanno determinato tutto ciò?
Sicuramente sì, ma non necessariamente quella Mente, è simile ed uguale alla nostra, potrebbe essere completamente aliena ed appunto per noi inconcepibile.

Ma è anche vero, che se siamo il prodotto di una Mente, nata da un'idea, in noi vi è il frammento di quella mente, è come se l'umanità da una idea, creasse un androide perfettamente simile a noi, dotato di intelligenza e sensibilità inconcepibili ( cosa che accadrà sicuramente), ebbene quell'androide potrà difficilmente concepire il suo creatore, eppure sarà dotato di una intelligenza affine.

Dunque il cosmo, quante menti potrebbe contenere? Probabilmente infinite, ma solo Una, ha generato le prime, e così via...., fino a scendere ....in menti finite come le nostre,  menti a cui sono state precluse certe conoscenze, per il grande limite in cui versano. Ciò è stato voluto? Oppure i nostri stessi creatori diretti erano stati già circoscritti in precedenza da altri creatori?
Per quale scopo?  Per diletto o per asservimento.

Ciò che la maggior parte di noi, non si aspetterebbe mai, è proprio questa possibilità, se così fosse, l'unica vetta da scalare è in quel frammento che ci deriva anche se molto annacquato, dalla Mente Originaria dell'Essere Altissimo.

Possiamo discuterne fino al termine dei nostri giorni, ma per ora non abbiamo alcuna certezza sulla nostra origine... , questo non deve farci desistere, chi sono, da dove vengo, dove andrò, sono le domande pertinenti, le più importanti della nostra vita.

Forse un domani oltre i nostri discendenti, ci saranno anche androidi che si faranno le stesse domande, magari quando l'umanità loro creatrice, si sarà completamente estinta?  Piuttosto inquietante, eppure potrebbe anche essere.


venerdì 13 marzo 2015

Il tempo del riscatto








Come possiamo riscattare noi e questa terra, in cui domina la paura, come possiamo veramente raggiungere il centro dell'Essere Divino che è in noi?

Esiste un modo semplice che ognuno di noi possa seguire?
Non vi è mai nulla di semplice, perché siamo troppo soggiogati, distratti..

Non occorre cercare spettacolari visioni, né rivelazioni di Angeli o Emissari, ma essere all'erta,  non abbandonare mai il campo.

Se possibile trascendere l' estrema dualità, che non è solo all'esterno, ma inconsapevolmente e costantemente all'interno di noi...

Per riscattarci, dobbiamo conoscere, conoscere noi stessi, profondamente...

Nonostante da tempo non conceda  molto credito a nessuna rivelazione, penso che questa lettura possa essere di conforto a tanti leggi qui

Aggiungo qualcosa che voglio ricordare sempre, poiché penso sia una chiave importante, non consideriamoci materiali, il nostro corpo non è così materiale, siamo una condensazione di energia, e appunto, scusate la costante ripetizione composti da un incredibile 90% di vuoto.

Fate le vostre ricerche su questo...

Spetta a noi riscattarci, non vi è nessun altro che potrà farlo in vece nostra...
Attendere un misericordioso emissario all'esterno, significa distrarsi, perdere del tempo prezioso, dunque ci attende un difficile lavoro tutto nostro.

Possiamo confrontarci, questo è possibile, possiamo trovare ispirazione.., ma dobbiamo procedere noi, se veramente lo vogliamo.

Consideriamo questa vita, come l'occasione unica che abbiamo.

Buona serata.


domenica 8 marzo 2015

Il principio e la fine








"Principio e fine" sono concetti umani, il nostro mondo è colmo di questi concetti, essi non possono e non devono, essere trasferiti sul Dio Supremo, poiché Egli, non ha né principio né fine, a differenza del Demiurgo creatore della bolla spazio-tempo. 

E' chiaro che per l'umanità, ciò sia inconcepibile, la nostra stessa mente, si rifiuta a priori di concepire un tale paradosso, comunque la risposta a  coloro che si domandano chi ha creato Dio.., potrebbe essere "nessuno", poiché Il Supremo mai nacque e mai morì, mai vi fu inizio e mai vi sarà fine.

Nel nostro stato di mortali e limitate creature, non  possiamo pensare di concepire questa Causa Suprema, che sfugge a tutte le nostre conoscenze e logiche mentali.

Possiamo pensare che Egli sia il Dio dell'Amore Assoluto?, Un mare infinito di Amore?, Ebbene ci piace pensare che sia così, ma anche se dotati di una immensa spiritualità, dobbiamo ricordarci, che stiamo vivendo una vita, qui, immersa nel principio "dell'inizio e della fine", con sensi limitati, con un cervello di cui disponiamo solo per un massimo del 10%.

Come possiamo dunque negare, o essere certi che qualcosa sia o non sia? L'unica via resta la nostra sconfinata immaginazione, che  forse altro non è che una porta aperta verso l'infinito.

Possiamo anche immaginare che in noi via sia, una scintilla di questa Causa suprema, che anela al ritrovamento della sua Eternità, ma cosa altro ci è consentito? Se non sentirlo nel nostro cuore?  Purtroppo le nostre logiche mentali, non potranno mai svelare un mistero così fuori dalla nostra portata di umani.

Ciò non significa che sia inutile cercare, poiché ogni superamento di visione, in qualche modo, permette di allenare tutto il nostro essere ad una differente identificazione, ecco perché personalmente ritengo, le certezze come confini invalicabili, che ci imprigionano, comprese quelle che ci donano una sconfinata serenità, su quella stessa Salvezza di cui molti filosofi, teologi, costantemente discutono e cercano con vari metodi di raggiungere.

Siamo carne e spirito? In realtà anche nella nostra fisicità siamo immateriali, e quel 99% di vuoto la dice lunga, perché dunque creare ulteriori confini, oltre quelli genetici, che ci hanno relegato in una condizione di limitatezza che appare quasi senza scampo? 

Che vi sia una Causa Suprema è intuitivo comprenderlo, anche se poi non sappiamo definirla e concepirla, e se quella stessa Scintilla è imprigionata in codicilli all'interno del nostro stesso essere, è chiaro che se non ci imponiamo certezze, Essa ritroverà la via di casa, non si può intrappolare a lungo qualcosa di Infinito.

Nel frattempo auguriamoci che Il Supremo possa sancire un compromesso Cosmico con chi :Demiurgo o Creatore, o quant'altro, abbia stabilito la nostra e non solo, caducità, per errore o chissà per quale altro motivo.

Per chi invece si sta sforzando, nel suo percorso individuale di salvezza,  questo articolo.



sabato 7 marzo 2015

Chi rimane senza casa dopo una calamità?






Oggi non scriverò di alcun mistero, ma di persone in difficoltà, persone che hanno perso il lavoro e la casa, e si ritrovano sulla strada.

Una storia che mi ha molto colpito è questa leggi qui, l'amore di quest'uomo per il suo cane, è stato più forte della sua sfortuna, e sono lieta che tante persone si siano prodigate per lui.

Ma quanta gente in difficoltà per avere un aiuto, deve elemosinarlo?
Un paese civile, degno di questo nome, non dovrebbe avere immediate soluzioni? Senza che sia il buon cuore di altri a soccorrerlo?

Dopo la tempesta su parte della nostra Italia, tante persone si sono ritrovate in seria difficoltà, il tetto della loro casa, è stato spazzato via, dove andranno a vivere? E nel caso che siano in grave difficoltà economica, chi le aiuterà nell'immediato? Parenti ed amici?  Non mi sembra giusto, è il loro paese che deve avere soluzioni pronte senza indugio.

Certo, si può chiedere un risarcimento danni per calamità naturale leggi , ma nel frattempo?  Dove andranno a vivere, se l'immobile non è agibile?

Il grande problema riguarda in buona parte, soprattutto coloro che vivevano in una città, ove il terremoto ha compiuto la sua grande devastazione, sappiamo benissimo tutti, che ancora oggi, tanti si ritrovano ancora in seria difficoltà, parcheggiati in prefabbricati, che non saranno mai una casa vera.

Stranamente si parla di tutto, ma di questo non si parla, e si tralasciano le difficoltà reali delle persone, che sono in seria difficoltà, e magari non hanno neppure la forza dopo il grande trauma, di far valere il loro diritto di cittadini di un paese civile.

Dobbiamo tutti prendere coscienza, che certi fenomeni possono accadere in ogni luogo, per cui non si tratta di qualcosa di personale, ma di un vero problema collettivo, di cui il governo si dovrà occupare, al fine di permette una vita dignitosa, ad ogni membro del paese.

Persino a coloro che desiderano una vita randagia.


Spero che chi dopo la tempesta, versi in seria difficoltà, abbia già le soluzioni in mano, grazie ad un serio intervento delle istituzioni,  se non fosse così, allora forse dovremmo ricorrere ad una immensa petizione..

Mi chiedo se via sia un ufficio preposto per accogliere velocemente la voce di persone in difficoltà, su Pistoia ho trovato questo 

Ma secondo voi può essere sufficiente solo un numero verde?, per poter aiutare le persone in modo reale ed immediato?



  

giovedì 5 marzo 2015

Tempesta su Pistoia






Mai e poi mai, a Pistoia abbiamo assistito ad una tempesta di vento, così forte leggi qui, tutto è infuriato durante la notte, (questo sicuramente ha evitato tragedie ben peggiori).

Verso l'una, mi sono svegliata, (e non sono riuscita più a dormire), il vento soffiava troppo forte, mi sono resa subito conto che non era una piccola tempesta, ma qualcosa di assolutamente anomalo, almeno qui su questa città, sembrava volesse abbattere tutte le finestre della casa.

La sua forza era talmente tanta, che è riuscito a sradicare alberi secolari, ha portato via tetti, ed ha causato ingenti danni, non solo su Pistoia, ma in tutta la Toscana. Poveri alberi, spezzati, sradicati....una tristezza infinita.

Qualcosa è cambiato di brutto, è molto evidente, noi non eravamo abituati a cicloni devastanti, invece d'ora in avanti, dovremo fare i conti, anche con questi orribili eventi atmosferici.

Ci hanno anche spiegato il motivo...delle varie classificazioni leggi qui

Intanto qui, il vento continua a soffiare, certo ad una velocità molto più moderata, almeno per ora.

Dovremo davvero abituarci?





domenica 1 marzo 2015

I segreti arcani?




Immaginiamo di essere in una sala ove si sta proiettando un film, un film sulla realizzazione di un essere umano.

Immaginiamo di essere spettatori preparati, siamo coscienti di essere un "io" locale che vive ed è immerso nel mondo illusorio, ma sappiamo di essere anche ben altro, un Sè Universale, una parte dell'Essere Cosmico, il film sulla realizzazione conferma ciò che già è in noi...

Tuttavia, siamo anche coscienti di trovarci in veste di spettatori in un luogo, ove qualcuno sta proiettando un film,  un bel film, che ci attrae moltissimo, che ci svela segreti arcani..

Eppure ci troviamo in piena scenografia, quel film, quei segreti arcani, concedono al nostro essere (o nel caso peggiore al nostro io),  la certezza che "noi siamo", e possiamo liberarci dalle pastoie dell'illusione..
Forse un'ennesima illusione, l'arcana illusione per eccellenza e raffinatezza.

Essere Cosmico, identificazione nell' Uno, ? La  Reale Scintilla Divina, è un potente seme d'Amore, che genera Figli autonomi e liberati, che appartengono solo a Se Stessi.., non devono essere  reintegrati nell'Essere cosmico, ciò significherebbe solo un'annullamento di energia in quel corpo, come sempre vi domando, un Padre Amorevole cosa desidera per il proprio figlio? L'autonomia, la libertà, la felicità, che il figlio sappia volare in alto, con le proprie ali.

Possiamo essere certi, che certi insegnamenti esoterici e non solo, ci conducano ad una tale condizione?  

Nel labirinto delle illusioni, vi sono molteplici corridoi, stanze, camere, alcune delle quali idonee anche per esseri molto evoluti, pronti al sacrificio estremo, quello di uccidere se stessi per raggiungere l'immortalità..., che disconoscono alcune parti di sè, ritenute effimere, e quindi da dissolvere, bruciare,  invece che trasformare, può l'Amore, la più potente Energia, che appartiene alla sfera della Reale Essenza Divina, davvero volere questo?

Come chiedere di sacrificare il figlio, sull'altare di un Dio..., ma quale Dio sarebbe codesto Dio?

Non siamo forse ancora nel vastissimo territorio del Demiurgo? Ove tutte le energie devono essere riciclate, per permettere alla creazione di vivere il più a lungo possibile?

Il Territorio dell'Altissimo Dio, quello vero, non ha necessità di riciclare nulla, perché la sua Energia è illimitata, non chiede il sacrificio di nulla e di nessuno, la sua Essenza è gioia ed Amore Imperituro.  I suoi figli sono liberi ed eterni.

Tutto è molto più semplice, è l'Amore Puro, il veicolo di salvezza, la sua Scintilla Eterna, che deve crescere come un Seme sacro nel nostro cuore e che spesso disconosciamo in favore di alte concezioni che pervengono da fonti interessate al nostro estremo sacrificio, alla nostra sofferenza, nel nome di un evoluzione che procederà in tutta altra destinazione, da quella che dovrebbe essere, verso quel territorio Eterno che ci aspetta da eoni..

A volte, colui che si sente iniziato, disconosce non solo le illusioni, ma anche tutte le altre creature profane..., coloro che non possono comprendere, perché troppo intrappolate nei loro nefasti desideri, nel loro vivere illusorio..
Certo tornare all'essenziale dovrebbe essere il percorso di tutti, ma vi sono crocevia assai pericolosi, per coloro che si intendono "iniziati", l'Amore è l'unico passaporto sicuro, ci si dovrebbe sempre chiedere, ma quanto amo veramente?
Sono un essere di Amore?

Molte cose non sappiamo, ci hanno condito il cervello con troppe storie, persino la crocifissione di Gesù, anche se in quella storia Lui almeno resuscitò..., Lui fu chiaro, è più facile che un cammello passi nella cruna di in un ago, piuttosto che un ricco entri nel regno dei cieli.. (il ricco di sapere). 

Amare è uno stato dell'Essere Reale che ci perviene dalla Scintilla Divina, non certo solo un sentimento...,  è quella potente energia che può trascendere la nostra natura informe, e produrre la vera trasformazione...e farci sentire a casa, ovunque siamo.

Per quanto poco reale e paradossale possa apparire, specialmente agli occhi di alcuni iniziati, forse un giorno, persino la parte più densa di noi, ( il corpo), sarà trasformato in un veicolo meraviglioso, in grado di trasportarci in ogni dove ...

Comunque sia, ognuno di noi, ha il suo percorso, mai e poi mai, dovrà seguire le voci di corridoio, o gli esoterismi altrui, è il proprio cuore sacro il vero maestro, il proprio cuore il depositario di quella Scintilla Divina, che dovrà crescere naturalmente, e solo quando inizierà a sgorgare Amore puro...., la vera trasformazione inizierà, non prima, allora ben venga tutto il resto.


Tuttavia esistono messaggi importanti, che possono illuminare,  per chi è sulla via, ad esempio questo


sabato 28 febbraio 2015

Adam Hurst ~ Sparrow





Bellissima, oltre ogni parola, assolutamente da condividere...

Storica pillola azzurra o pillola rossa..?







Esistono creature umane, ben sveglie in questa caverna oscura? (La nostra civiltà), sì esistono e si possono trovare anche su internet...

Vorrei condividere un paio di articoli con voi:



Perché leggere questi articoli? A Chi sono consigliati? Soprattutto la ormai storica pillola rossa o pillola blu...?

A Chi sta vivendo in una fase di dubbio perenne,  a chi osserva la realtà, con un punto interrogativo grande come una casa sospeso sulla propria testa, a chi nella profondità del proprio cuore, certe cose non tornano, a chi, nonostante non abbia nessun motivo di cui lamentarsi, è in continua ricerca e sempre insoddisfatto, a chi osservando questa realtà, si chiede tutti i giorni dove sono capitato..? A chi si chiede ma chi diavolo sono veramente?


Ma se sto dormendo, come mi è possibile veramente scegliere ? 
Quando il dubbio è presente, più che dormienti, diventiamo dei sonnambuli, un sonnambulo, può in modo imprevisto risvegliarsi, anche se poi magari sceglierà di ritornare sonnambulo.


Restare svegli tra tanti che dormono, non è cosa facile, tutt'altro, tanto che all'apparenza i dormienti considereranno fuori di testa o sonnambulo, persino autistico, il soggetto che si è svegliato.


E poi vi sono le continue ricadute, anche colui che si è svegliato, può riaddormentarsi, questo non dovrebbe accadere, ma purtroppo accade..
Essere sempre svegli è assai faticoso..., ma non cerchiamo scuse, forse non siamo pronti per esserlo per sempre.


I paradossi nella oscura caverna sono talmente tanti....
All'inizio,  uscirne e rivedere la luce, può fare tanto male agli occhi...

Mai dimenticare che anche per il sonno vi sono varie fasi...., la fase in cui si sta dormendo profondamente e si è certi di essere svegli.... è quella più antipatica.



giovedì 26 febbraio 2015

Dal collasso della funzione d'onda a.....?







Che cosa è la realtà del mondo per la fisica quantistica?

Cosa si nasconde dietro il famoso e imprevedibile collasso della funzione d'onda?
Bene, penso che quest'articolo per entrare nell'argomento,  sia abbastanza esauriente leggi qui

No, certo che no, non siamo scienziati,  e neppure sperimentatori nel senso classico della parola, pochi lo sono, tuttavia chi si domanda cosa sia realmente la realtà, non può evitare di scontrarsi con queste teorie.

In qualità di osservatori, possiamo influenzare (tramite la coscienza), l'apparente granitica realtà che ci circonda?

Probabilmente sì, ma forse soltanto quando in noi la coscienza è ben sveglia, e ben collegata alla Mente universale. 

Certo siamo esseri microscopici rapportati all'universo, eppure dotati di una complessità ancora tanto misteriosa, "un mistero a noi stessi", circondati da tanti infiniti misteri, ai quali cerchiamo di dare un significato, un significato spesso relativo, tanto quanto la nostra visione.

Intrappolati, in ristrette vicende umane, in visioni cristallizzate, ci influenziamo a vicenda e possiamo accedere solo alla realtà superficiale, poi deridiamo coloro che ci raccontano esperienze alternative, altre realtà.....


  • L'esoterismo ad esempio ci pone davanti ad una questione inderogabile, tutto è dentro di noi, ma Noi chi?...  Non certo la nostra personalità superficiale...


  •  La fisica vibrazionale, ci ricorda che siamo il prodotto di vibrazioni del suono e della luce, in pratica siamo un'energia che si condensa su un piano di realtà, appositamente strutturato per la nostra esperienza.
  • E rieccoci, in fondo quel 99% di vuoto di cui tutta la materia è composta, non è certo una mia invenzione, non vi pare che vi siano misteri incredibili, che ci circondano, di cui molti di noi sanno poco e nulla...?
  • Se siamo energia, se tutto è energia..., che su questo piano di realtà assume una densità, penso che non sia affatto difficile credere,  che sia tutto connesso, e se tutto è connesso, è anche facile pensare che possa essere influenzato, leggi fisiche comprovate permettendo.
Ma la domanda essenziale è da dove nasce tutto ciò che è contenuto nell'universo? O meglio nei vari universi? Possiamo pensare che dietro a tutto ciò che è manifesto, vi sia una Realtà totalmente differente?

Come è possibile capire veramente qualcosa, se non conosciamo l'origine di quel qualcosa? Quel Qualcosa sfugge ad ogni analitica osservazione, tanto che la maggioranza è certa che esista solo ciò che si manifesta, ma non una Causa originaria. E Quella Causa noi la definiamo Dio. Sappiamo che è Inconoscibile, che la Sua non è una Natura soggetta a cicli come quella manifesta, ed è in una posizione Invalicabile...

Se una qualsiasi piccola particella fosse cosciente, e volesse conoscere ciò in cui è immersa, sarebbe sicuramente più agevolata di noi...

Noi in fondo non siamo altro che particelle complesse e composte, immerse in un pianeta, che a sua volta è immerso in un sistema solare, che a sua volta è immerso in una galassia e così via.......

Infinite immersioni oserei dire...,  come potremmo trovare la Causa originaria?
Tuttavia è evidente che questa Causa esista, e per raggiungerla, dovremmo in qualche modo appartenere alla sua stessa Natura... Causale.

E' dunque evidente che l'uomo cercatore,  ha necessità estrema, di filosofie, esoterismi, religioni, per scrutare ciò che è per sua natura inscrutabile, mi sembra troppo semplicistico però credere alla sua non esistenza..

Pare che piccole Sue scintille ... , proprio microscopiche, alberghino in tutto ciò che si manifesta, ed ecco che forse solo riunendo tutte quelle scintille, si potrebbe sperare di scorgere appena appena, la vera Realtà...

Ma quando mai potrà accadere?  Solo un unione di intenti, tante volontà profonde ed inderogabili, che nulla hanno a che spartire con le volontà umane, potrebbero risalire la china....

Peccato però che la maggioranza, disconosca la Causa, ma  creda molto agli effetti, che non sono certo inutili, anzi...

Insomma dal misterioso collasso della funzione d'onda, siamo giunti fino a qui..
Ma davvero siete anche voi così certi, che non esista una Causa originaria ed Ignota a tutto ciò che esiste di visibile ed invisibile? 

E soprattutto che gli effetti, potrebbero anche essere infiniti gradini per raggiungerla? Grazie a quella microscopica scintilla (che forse ha la grande facoltà di crescere)...., Lei in fondo non desidera altro che ritrovare la sua vera realtà???








domenica 22 febbraio 2015

Le infinite possibilità




Eccomi qua, la sognatrice per eccellenza, o "visionaria"...., quella che crede alle mille possibilità, che vi siano vie imperscrutabili per ogni creatura..., che nulla sia vano,  che anche l'esperienza più insignificante, nasconda la "sua stella", l'importante è semplicemente non fossilizzarsi in una unica visione, non affondare la mente nelle sabbie mobili di visioni totalitarie..

Per quale motivo altrimenti ci ritroviamo ad essere così tanti sulla terra e pensate a  chissà quante altre creature vivono su altri pianeti, galassie ed altri universi?

La mondanità così tanto demonizzata è veramente la perdizione dell'uomo che cerca Se stesso? Penso che ogni cosa abbia due volti, è chiaro che la mondanità vive di perenne dualità, e dobbiamo quindi districarci tra falso e  vero, tuttavia anche ciò che è falso ha una sua importante funzione, insinuare nella creatura il " discernimento",  senza di esso non riusciremo mai a compiere il lavoro su noi stessi.

Ritengo quindi, che nessuno dovrebbe mai rinnegare il proprio percorso, anche se in quello stesso percorso, ha compiuto come dire, azioni disdicevoli, o abbia creduto in qualcosa di non vero....,  gli errori a volte possono trasformarsi in grandi maestri, e sappiamo bene che la perfezione non appartiene al territorio umano e sicuramente neppure a quello di creature non terrestri.

Ciò a cui invece non dovremmo mai rinunciare, è lo Spirito di Amore, Lui è il nostro vero salvacondotto, quando Lui ci accompagna in ogni stato, luogo, o esperienza, sapremo in anticipo che trarremo da ogni situazione i pezzi mancanti per comporre il mosaico della verità.  

Non esiste altro scopo nella vita?  Ricomporre la nostra vera identità, non potrà mai essere disgiunto dallo Spirito di Amore, che alberga nel nostro cuore Sacro, anche se spesso affaccendati in tutte altre faccende, non riusciamo a percepirlo in tutta la Sua immensa potenzialità.

Il Potere dell'amore, è talmente grande, da azzerare tutte le difficoltà, in un solo istante, unisce ciò che è a distanza proibitiva, alimenta la nostra vera Essenza, ma anche ciò che serve per raggiungerla, cioè "l'errore". Perverremo ad essa attraverso mille abbagli, illusioni millenarie, nemici esistenti e inesistenti, guidati da quella sacra energia, insita in ogni creatura.

Le infinite possibilità, sono essenziali per ogni creatura, dormiente o sveglia, o sonnambula, sono alimentate sempre ed unicamente dal Potere dell'Amore, che si insinua in ognuna di esse, per garantire un ritorno a Se Stessi, sotto la costante vigilanza della "Grazia Divina".


Buona Domenica a tutti voi.

P.S.:
Lo scalatore " A" di una altissima montagna, quasi giunto alla vetta, si accorse che un altro scalatore "B", sotto di lui una decina di metri, era in grande difficoltà, era rimasto impigliato e non riusciva a liberarsi, lo scalatore "A", provò quasi risentimento per quello che stava accadendo, era quasi giunto alla sua meta, stava vincendo, e ora doveva scegliere se proseguire o aiutare quel povero disgraziato. Ma guardando meglio si rese conto che l'altro stava rischiando grosso, e anche a costo della vita, tornò indietro senza pensarci ulteriormente, poi lo liberò è lo aiutò a risalire.... Capì di avere vinto non una, ma un'infinità di volte.

Ma la storia non finisce qui, no cari lettori, lo scalatore "B", era un chirurgo, uno dei migliori al mondo, che dopo qualche anno, seppe che il suo salvatore versava in gravi condizioni per un problema al cuore, fece di tutto per salvargli la vita, e vi riuscì.

Solo il potere dell'amore vince sempre...


sabato 21 febbraio 2015

Cosa significa svegliarsi?







Qualcuno sostiene che la vita altro non sia che un sogno, un sogno, in cui paradossalmente cerchiamo di realizzare altri sogni..., e questo ci allontana dalla vera realtà...
E pensare che siamo così certi di vivere la nostra vera vita....

Consiglio sinceramente di leggere, ciò che oggi proporrò, solo a chi è ben strutturato e sveglio (come si suol dire), gli effetti collaterali dopo questa lettura potrebbero essere imprevedibili..


Leggi qui

Come sempre, chi ha voluto affrontare questa lettura, giunga al suo personale discernimento...


venerdì 20 febbraio 2015

La vera libertà







                                                               


Trappole invisibili, millenarie,

inferni, travestiti da paradisi artificiali,

la ruota della giustizia,

è l'inganno prepotente.



Guarda, osserva,

quanta ingiustizia è presente,

quanta sofferenza e dolore,

la crudeltà non muore,

la maggioranza ha un velo nero davanti 

agli occhi,

ed al cuore.


Tutto pare congeniale..

alla necessità.




Scruta,

guarda meglio,

vai a fondo

e vedrai,

quanto la mente sia annebbiata.


Tutto appare un meccanismo giusto

e perfetto,

un equilibrio certo crudele, ma naturale.



La natura fu diretta da un abile regista

certi sigilli,

comandati...


Chiediti da chi?,


chi li pose?


Per nostro vantaggio?


O per il suo?


Non siamo forse prigionieri?




 Oltre questa dimensione,

vi è altro?.


Sì la libertà...


quella vera,


quella dell'Essere Reale


e se riuscirai, trovando Lui..


sarai libero..


Ma non siamo abituati alla vera libertà,


essa non sarà mai un regalo,


la vera libertà...non si nutre di favole...


sei tu che la dovrai conquistare...


sciogliendo le catene millenarie



domenica 15 febbraio 2015

Reincarnazione, la logica del Karma







Tantissime persone, in questo mondo credono nella reincarnazione, conosco persone di grande spessore ed intelligenza, oltre che di notevole spiritualità, che sono certe che essa esista. 

Come tutti più o meno sappiamo, la reincarnazione, dovrebbe essere regolata dal Karma, in pratica se in una vita trascorsa ti sei macchiato di gravi colpe, in una vita futura, ti dovrai aspettare di scontarle.
Per farla breve, chi ha ucciso, sarà ucciso etc...

Una logica perfetta, il piccolo problema, sta nel fatto che il soggetto che si reincarna, difficilmente riuscirà autonomamente a ricordare le azioni compiute nella sua vita precedente, per cui si presume che ciò non sia un reale insegnamento, ma quasi una legge automatica del karma..   (insomma occhio per occhio, dente per dente).

Se non esiste un briciolo di coscienza o di consapevolezza, oltre che una memoria che vada oltre la vita, come si può pensare di ristabilire la bilancia della giustizia?

Se si ritiene valida l'ipotesi della reincarnazione, è giusto anche ritenere che questo pianeta altro non sia che " una scuola-prigione"?

Lasciatemi dire che queste ipotesi, fino a qualche anno fa mi affascinavano incredibilmente, e forse anche oggi, tuttavia sono troppi i dubbi che in cuor mio continuano ad aumentare, invece di diminuire.


Mi chiedo invece se non siamo abilmente manovrati, da qualcosa che utilizza molto bene queste logiche mentali, ebbene:

  • diffido di ciò che sia troppo logico, perché la logica appartiene alla mente e non alla Divinità Reale;
  • Penso che esistano ispirazioni, a volte nefaste, che inducono uomini ordinari a compiere azioni terribili;
  • Mi domano chi siano gli ispiratori? Demoni? Voladores? o ben altro?
  • Il massimo gioco si compie nel terribile senso di colpa che molte persone si trascinano nel cuore, che invece di condurle ad un risanamento spirituale, le portano all'autodistruzione.

Si può imparare, anche senza sordide punizioni, soprattutto attraverso l'amore, ad esempio, ma qualcuno dirà che ci sono soggetti molto difficili, io direi invece troppo malamente ispirati..., che non hanno un filo conduttore verso il loro reale essere...al quale ricongiungersi.

Ci sono persone che affidano la propria spiritualità ad altri.., addirittura a benevole entità, che ricordano loro il peccato di cui si sono ignobilmente macchiati secoli e secoli fa, e che nutrono il loro senso di colpa e desiderio di espiazione, tramite la sofferenza... Forse solo pochi di voi, comprenderanno questa allusione.

Se vi è vera coscienza, e il reale Essere agirà in un uomo, mai e poi mai egli si macchierà di ignobili azioni, non è suo l'interesse mondano, le bassezze non gli apparterranno. Vi saranno solo ispirazioni esterne basate su errore, di una personalità distaccata. 

L'incertezza ed i dubbi,  forse sono l'alimento base della personalità che sta cercando di ricongiungersi al Reale Essere, mentre le certezze assolute, appartengono alla sfera della personalità, spesso malamente ispirata ed intrappolata da concezioni affascinanti ed eclatanti.

Come sempre, resto in modalità forse, magari nella prossima vita, (spero di no), sarò costretta a ricredermi attraverso l'approfondimento di memorie di altre vite, o forse l'incarnazione altro non è che un modo logico, un espediente, per far sopravvivere le nostre pur virtuali personalità...
Forse un espediente necessario? - Un costante riciclo, per non disperdere le anime? - In cui è di vitale importanza una assoluta dualità, per cui tutto funzioni senza intoppi? - Le forze del male, contrapposte a quelle del bene?

Spero che coloro che amano e credono nella reincarnazione, non me ne vorranno, personalmente sarei per una scuola molto più immediata, non lascerei trascorrere troppo tempo, per far comprendere a Tizio o Caio, quale terribile azione abbia compiuto, magari inventerei qualcosa di virtuale,  affinché possa sperimentare sulla sua pelle, subito il malfatto. Penso servirebbe molto, molto di più.

Probabilmente potrebbe trattarsi proprio di necessità, (sempre che le tante testimonianze che non mancano, siano vere e reali), un cerchio di sopravvivenza già studiato ed adottato da tempo immemore, da Entità Elette o Altro?

Ovviamente su questo ultimo quesito rimango molto dubbiosa, del resto come potrei pronunciarmi, personalmente non ricordo alcuna vita passata e voi?

A questo punto sarebbe giusto chiedere: "alzi la mano chi ha memoria vivida e reale di altre vite trascorse oltre la presente?" - Ovviamente, senza  i suggerimenti o le ispirazioni di terze parti.


Vi suggerirei anche di leggere questo articolo, molto bello, sicuramente, in cui la reincarnazione è semplicemente una continuazione della vita, fino a che non saremo in grado di rientrare consapevolmente e coscientemente in Dio.
Tutto molto bello certo, ma qualcuno si domanderà, come me del resto, tanta fatica e poi l'assoluto silenzio...Dormiremo in Dio? 

Ciò che maggiormente mi conforta, è che tutto ciò che troviamo sia nei libri, che su internet, o in esseri umani saggi ed eruditi, è comunque un prodotto umano, penso invece, che vi sia un passaggio di infinite possibilità, per un motivo semplice, la Causa Reale che costituisce l'esistenza di ogni cosa, non ha posto alcun limite, infatti come potrebbe porre limiti, chi non ne ha? I limiti sono appannaggio di chi è circoscritto.

Forse una volta oltrepassati, incontreremo esattamente ciò a cui abbiamo fermamente creduto, il paradiso? L'inferno? La reincarnazione o il riposo in Dio, il nulla?.
Possono esistere altre alternative? E' questa la domanda che spiritualmente dovremmo porci.

Al di là di tutto, molte persone che vivono strani contatti con entità evolute che sostengono che nel nostro mondo sono sempre le stesse anime che si incarnano, e che purtroppo esse commettono i soliti errori, e che anche in questa civiltà, stiamo sbagliando per l'ennesima volta....
Purtroppo se ciò fosse vero, non posso dare loro torto, visto quello che sta accadendo: energia atomica, inquinamento....etc.. etc.

Dunque seppur esistesse, la logica del Karma, non pare essere un espediente di risoluzione definitivo per le anime qui presenti..., visto i risultati..

Un articolo davvero importante? Eccolo qua





sabato 14 febbraio 2015

L'amore extraterrestre di Elizabeth Klarer







Nella casistica dei contattati, spicca una affascinante figura femminile : Elizabeth Klarer  leggi qui

Qui, non si tratta certo di un caso di rapimento alieno, ma d' amore tra due esseri, appartenenti a mondi totalmente diversi.

Almeno questa fu la testimonianza di Elizabeth, che dopo un scambio di messaggi telepatici, con l' extraterrestre (Akon), facente parte di una Federazione Interstellare, nel 1957, fu condotta sul pianeta  "Meton" , in orbita nel vicino sistema multiplo di Alpha Centauri. Ritornò sulla terra, dopo quattro mesi ed aspettava un bimbo, ella dichiarò che nelle settimane successive, subì delle molestie, dopo aver fornito in buona fede la sua storia sia alla CIA, che ad i servizi segreti russi. Ragione per cui, il bimbo per metà terrestre e per metà alieno, fu dato alla luce sul pianeta "Meton", in seguito la donna, non riuscì a sopportare le vibrazioni più elevate del campo magnetico di quel pianeta, decise di ritornare sulla terra, lasciando il figlio al padre.

Gli incontri telepatici, (anche olografici), tra lei, suo figlio ed Akon, durarono fino alla sua morte nel 1994.

Nel  tempo successivo, trascorso sulla terra, la Klarer, rilasciò informazioni molto interessanti, su particolari tecnici e scientifici dei dischi, della astronave - madre, sulla quale salì...

Indubbiamente una storia incredibile, talmente tanto, da poter essere vera?

Inserisco una sua interessante intervista leggi qui

Il fatto è, che molti, moltissimi, sono ancora oggi gli studiosi, che si ispirano a questa incredibile vicenda, di cui mai si potranno avere delle prove.




domenica 8 febbraio 2015

Maurizio Cavallo e Clarion






 
Qualcuno che sommessamente si è palesato, in Italia? Qualcuno che grazie ai famosi rapimenti alieni, osserva il futuro lontano dell'umanità?  

C'è, ed è un uomo senza alcuna pretesa di avere la verità assoluta, lui condivide semplicemente con gli altri le sue personalissime esperienze. Sto parlando di Maurizio Cavallo, che circa quarantanni fa, non fu rapito dai grigi, ma da una razza, simile a noi,  proveniente dal pianeta Clarion che si trova in un'altra galassia, ad una distanza di circa 150.000 anni luce dalla nostra, essi lo avrebbero condotto dentro una base sotterranea, qui, sulla terra, nascosta nelle profondità dell'Amazzonia, rivelandogli progressivamente, delle verità che lo avrebbero dolorosamente e per sempre trasformato. Una sofferenza indicibile per un semplice umano, lui stesso ha dichiarato, di aver dovuto compiere un viaggio nella follia, sostando poi nella estrema solitudine di uomo che stava vivendo altre impossibili realtà, inconcepibili per i suoi simili.

La qualità di sue prove fotografiche, di eccellente qualità, inducono a pensare che le sue straordinarie esperienze, possano essere reali.

Ciò che scrive è una forte scossa per l'umanità, che deve essere consapevole, della fragilità del suo tempo, per concentrare l'attenzione su ciò che veramente conta. 

Leggi qui
entra nell'archivio e leggi "il mondo che verrà"

Non è difficile pensare, grazie ai numerosi scavi archeologici, che su questo pianeta, sia accaduto più volte, civiltà sepolte, " oggetti strani, testimoni di impossibili tecnologie", ebbene accadrà anche alla nostra, se non sapremo indirizzare la nostra mente ed il nostro cuore, oltre l'illusione, oltre il sapere locale, forse non ora, forse neppure tra cento anni, ma accadrà...per nostra stessa mano, o per eventi esterni sconvolgenti. Poi tutto ricomincerà, fino alla fine del ciclo di questo sistema solare.

Il nostro mondo, non è cambiato o è cambiato troppo poco, non vi è rispetto per le creature, per l'ambiente, tutto si sta ulteriormente addensando, non è sufficiente credere che esistano altri popoli alieni, è di vitale importanza credere nel nostro popolo, allargando la mente dalla località, alla universalità...

L'interesse personale o di gruppi, ferisce la verità, per loro scopi, di qualsiasi origine essi siano.
Forse è il tempo di cambiare, anche per coloro, che sicuri dei propri mezzi, credono di possedere il mondo..., che faccia abbiano, non ha alcuna importanza.


venerdì 6 febbraio 2015

Dissolvenza






                                       Periferiche, agognate mete,

                            dimenticati cuori, senza ragione,


                            l'oblio perverso, accecò gli occhi,

                            un sottile velo nero si stese,

                            ecco, restò solo il film della tua vita,

                            che nessuno racconterà mai.


                            Quanti film già archiviati,

                            in polverose stanze, senza luce.




                            Lontano dalla Sorgente vitale,

                            si entra nel buio e nell'opacità,

                            nel cuore, solo un nulla opprimente.



                             Ombra di te stesso, effimera chimera,

                             l'oblio, è il solo tuo compagno,

                             i tuoi poteri sono inefficaci,

                             illusioni fugaci, hanno distratto 

                             la tua mente.

                             L'inganno e l'autoinganno,

                             sono stati i paladini, 

                             Sei ombra e riflesso, che si dissolverà...


                             Accecato da sfolgoranti storie,

                             hai soffocato l'umile voce del tuo cuore.


                             Nelle soffitte polverose,

                             un raggio di luce si aggira,

                             illuminando quei poveri film ormai archiviati,


                             ombre stanche e sfinite,

                             si rivitalizzano e tristemente nostalgiche,

                             chiedono una nuova storia...


                              Una carezza d'Amore infinito,

                              e nuove storie vivranno.


                             
                              E prima o poi  l'oblio si dissolverà.