lunedì 29 settembre 2014

Unicità, e creatività




Per poter comprendere qualcosa, devi essere quella stessa cosa, (lo diceva Cagliostro) e più trascorrono gli anni, e più penso che sia dannatamente vero.

L'empatia è una dote straordinaria, nonostante ciò, pur avendo percezione di ciò che hai vicino, non sei lei, e non potrai mai esserlo.

Anche una stessa esperienza, vissuta da soggetti diversi, non sarà mai la stessa esperienza.

Qui, viviamo in una sfera soggettiva, siamo una umanità, ma con colori infiniti, diversi sotto ogni aspetto, ma è questa  "la meraviglia delle meraviglie", l'unicità, la straordinaria dote degli umani.

Non rinunciare mai, ad essere ciò che siamo, unici, anche se fratelli, forse è per questo, che penso che qualcuno ci creò in serie e limitati, e Dio, scandalizzato, dispose che ognuno di noi, fosse unico ed irripetibile, e per intralciare il superbo creatore, dispose in noi anche quella piccola scintilla che gli apparteneva, ci rese creativi e pieni di fantasia ed immaginazione....

La diversità è il dono più grande che ci ha concesso, diffidiamo di chi tenta di uniformarci, renderci uguali, cancellare le nostre particolarità...

Diffidiamo di chi vuole farci seguire una unica corrente, una unica via, accettiamo di evolvere, ma sempre con grande fantasia, come artisti, ognuno con il proprio stile.

Cari umani come me, ma tutti diversi...

questo dono, è meraviglioso, e dobbiamo proteggerlo, difenderlo, per non diventare grigi burattini, nelle mani di chi ...."non sappiamo".

Come musica di una infinita sinfonia, l'umanità sta viaggiando, più o meno cosciente, il prezzo della meravigliosa diversità, fu la morte, il creatore indispettito, pose in noi quel terribile limite, privandoci poi dell'uso del nostro cervello al 100%, per stare tranquillo sul fatto che non ci sarebbe stato scampo.
Ancora una volta, Il Dio, quello Vero, ci aiutò, la nostra morte non sarebbe stata definitiva.


La creatività, è la salvezza dell'uomo, attraverso quella, può sfondare gli sbarramenti, e riuscirà a ritrovare la sua eternità..., mantenendo la sua unicità.

Forse è solo una favola, o forse no, come tutto ciò che proviene dal cuore, deve essere ben percepita...

Inutile voltarsi indietro, lo si deve fare solo per evitare errori già commessi, essere qui adesso, è il segreto.. 

Persino la fisica quantistica appoggia la soggettività..., "l'osservatore partecipante"....
Noi non siamo forse osservatori partecipanti e creativi...?

domenica 28 settembre 2014

Ipnosi regressiva e reincarnazione





I misteri, cosa sono se non finestre su altri mondi, piccoli o grandi indizi per uscire dalla ristretta mentalità in cui ci troviamo, più o meno consapevoli.

Una delle più grandi finestre misteriose, sono i risultati che si ottengono con l'ipnosi regressiva, una tecnica utilizzata per penetrare nella mente inconscia, soprattutto per rimuovere profondi traumi, o riportare alla memoria un ricordo censurato.

Secondo esperti seri e stimati, l'ipnosi regressiva, può riportare indietro la persona alle sue vite precedenti, ella ricorderà una o più delle sue vite precedenti, se tali ricordi fossero nostri, significherebbe che un individuo, può reincarnarsi molte volte.

Ed a onor del vero, vi sono molte esperienze, che sembrerebbero confermare tale ipotesi,
leggi qui, tuttavia se è vero che esistono profonde connessioni, che tutto è collegato, che esiste una memoria universale, che registra tutto, o assorbe ogni memoria,  potrebbe accadere che  in quel momento, il soggetto, non faccia altro che accedere a questo enorme archivio...

Non è mia intenzione negare o ammettere la reincarnazione, mia intenzione è quella di trovare altre spiegazioni plausibili, chi è convinto che la ruota della reincarnazione serva a perfezionarsi, per mezzo delle esperienze, e sono davvero moltissimi, si ispira ad una logica legata al Karma. 

Ma le nostre logiche, potrebbero corrispondere veramente a quelle dell'Intelligenza Ineffabile? O andando in un livello più basso, cosmiche? 

Non ne sono certa, e comunque se esistesse davvero la reincarnazione, confermerebbe solo un lungo cerchio chiuso tra nascite e morti, un riciclo permanente di energie, che confermerebbe che ci troviamo in una specie di prigione, dalla quale difficilmente riusciremo ad uscire,  perché solo raggiungendo la perfezione, (che tipo di perfezione?),ci sarebbe consentito essere reintegrati nell'Assoluto....

Nessuna autonomia, ma solo l'onore di appartenere all'Assoluto, ad una Coscienza Superiore, nessuna individualità, possibile? Alla faccia della libertà....

Argomento altamente scottante, dal momento che anche il classico esoterismo, ha sempre evidenziato che se qualcosa in noi sopravvive è quella parte impersonale, "Scintilla Divina" che tuttavia raccoglie tutte le nostre esperienze..

La fisica quantistica, sottolinea l'importanza dell'osservatore, "partecipante", anche come individualità, del resto se ciò non fosse stato importante, per quale motivo la natura ci ha creato così diversi l'uno dall'altro? Ci ha fornito DNA diversi, impronte digitali diverse, una serie di diverse particolarità, anche se poi ha decretato un inizio ed un termine.
Non c'è nulla da fare è tutto ambivalente, difficile da districare, o magari troppo semplice e crudele per la nostra mentalità umana, per alcune religioni (cristiana), la reincarnazione è inaccettabile, l'individualità è sacra, tanto che la promessa di Gesù fu quella della resurrezione dei nostri corpi alla fine dei tempi. Ciò non può contemplare la reincarnazione, infatti quale corpo dovrà risorgere se siamo vissuti centinaia di volte.

L'ipnosi regressiva, teoricamente, in molti casi avrebbe quasi dimostrato, che l' anima di un individuo non vive una volta sola, ma più volte, ma come in tutte le faccende umane c'è sempre un "quasi", che interferisce, riportare a galla una memoria antica, non significa che quella memoria ci appartenga realmente...

Ma non vi è neppure certezza che non ci appartenga....

E se la reincarnazione fosse la verità, tutto il resto decaderebbe.

L'alternativa? Immaginiamo poeticamente, che come il bruco, che si trasforma in una bellissima e libera farfalla, anche il nostro corpo, non sia altro che un ristretto bozzolo, che aiuterà la nostra Scintilla divina a formare un corpo perfetto,meraviglioso, non deperibile, idoneo ad una vita molto più alta ed evoluta....

Ci piacerebbe molto di più, ne sono sicura..."speriamo che sia questa la verità", ma non posso promettervelo....

sabato 27 settembre 2014

MISTERI (programma TV, RAITRE) - Contatti con l'aldilà



Trasmissione di qualche anno fa, ma molto molto interessante.

venerdì 26 settembre 2014

Creare un' isola che non c'è








Cercare Frammenti di Verità sparsi per il Mondo, nella nostra stessa realtà, nei libri, nelle riviste del mistero, in un film, in una canzone, in una poesia, nei nostri stessi sogni, Giorno dopo Giorno, cercare di riconnetterli, grazie ad un lavoro certosino,  per "cercare "L'Isola Che non c 'è", stamani ho ascoltato la canzone di Bennato, Ascolta  ,anche tu, forse "l'isola esiste", ma non ci è consentito vederla, fino a che non saremo in grado di dissipare, le nebbie secolari , che la nascondono.

Comunque Il Lavoro Più Duro è  Quello di Scendere nella Profondità di Noi Stessi, dal Momento Che  ci ritroviamo ad essere come dei subacquei improvvisati, senza la giusta ATTREZZATURA ..., Scendere di LIVELLO a LIVELLO, comporta la stessa sensazione di mancanza di aria, e di Panico, è necessaria una Stabilità notevole per farlo, un centro forte, Che nel momento peggiore possa recuperarti, con le dovute cautele.

Non Si Può determinare esattamente, quale sia la verità, se prima non riusciamo a completare il mosaico, si rischia di approdare a parziali Verità, o peggio a false verità:

- E ' forse vero che siamo esseri divini che hanno perso la loro Perfezione Originaria?, decaduti nella materia? E siamo schiavi di un io,  che si è impadronito del nostro sè?

- O forse è Vero Che invece Sono Gli esseri oscuri, che hanno intrappolato le nostre anime, in una illusoria realtà? E siamo quindi una specie di allevamento, che consente loro di nutrirsi della nostra energia?

- Oppure siamo qui per sperimentare una vita Diversa, Dalla Nostra Vita Eterna, o addirittura partecipare alla evoluzione di tutto il Cosmo?

Queste tre Prospettive non sono uguali, non lo sono affatto, ma per chi crede in esse, sono la verità.


Ebbene, penso, che la strategia più giusta, non sia quella di credere fermamente, ma di trovare in noi stessi, la verità sulla nostra permanenza in questo mondo, prima di andare " a male ".

Di cercare Perché no, quell'isola che non c'è, dissipando le nebbie, estirpando la Violenza, prendendosi per mano, per creare Insieme quell'isola, che se oggi non c'e, domani potrebbe apparire, amando e non odiando, non disprezzando, (So che è difficile vi sono troppi orrori), ma chi commette orrori, non potrebbe essere profondamente malato? Non dovrebbe essere curato? Da chi sa veramente curare?

Forse la nostra Via di salvezza, sta in un cambiamento epocale dell'umanità, forse l'umanità stessa, sarà chiamata a creare quell'isola che per ora non c'è....ma è già presente e viva, nel cuore dei "pazzi che amano".


mercoledì 24 settembre 2014

La giustizia giustiziata





Guardare, ma non vedere
Eppure è Tutto Così Semplice.

I grandi complicatori di questo mondo,
Hanno da sempre giustiziato  la giustizia,

Tutti i giorni
la Giustizia è giustiziata,

servono enormi libri per imparare
a farlo...

mentre per Il Cuore è Tutto Palese
ed immediato,
è Sufficiente La parola Amore e rispetto
per ogni vita, ogni essere...

La bilancia è truccata,
da mani che non sanno amare,
e preferiscono dimenticare.


Quando la Giustizia un giorno, si ribellerà,
I Grandi Libri non serviranno a
proteggere i privilegi insensati.


L'Amore Che Tutto ama,
non riconoscerà i  grandi complicatori,
non li Vedrà.

Li lascerà giocare con le loro bilance truccate,
mentre Il Mondo li abbandonerà.


Quel giorno, solo un cuore leggero e privo di ombre
ed ingiustizie, potrà spiccare il grande volo.


Anonimo


lunedì 22 settembre 2014

A Choir of Angels




Mettetevi in ascolto...Un esperimento davvero ben riuscito...

La musica che proviene dal cuore è la più bella musica, e ritorna sempre al cuore..

Le parole, se provengono dal nostro cuore sacro, possono trasformarsi in uno strumento divino, per predisporre al cambiamento, gettare un ponte inaspettato, tra i tanti cuori, che vivono, in questo bellissimo pianeta, non disprezzare mai quelle parole..., anche se il loro suono nell'insieme appare sconosciuto ed improbabile.
Non conta se chi le pronuncia o le scrive, sia un poeta famoso, uno scienziato, o un povero uomo sconosciuto, ciò che conta che sia pura musica di parole che sale dal profondo Cuore...

Tuttavia, la Musica ha una facoltà  speciale, quella di giungere più velocemente, alla nostra anima, il suo linguaggio è universale, beati, coloro che compongono musica cara al cielo...

domenica 21 settembre 2014

video su incontri ravvicinati Ufo






 Segnalo volentieri agli amanti del mistero degli ufo,  su you tube,  una Interessantissima serie video di  incontri ravvicinati , questo video non è il solo, vi sono molti altri  episodi e tutti davvero interessanti, ad esempio questo.
Ancora più strano questo video


Buona domenica.


sabato 20 settembre 2014

Matrix Divina e trasformazione delle leggi



Dall'articolo  "Matrix Divina " di Gregg Braden , pubblicato su Fenix  nr 71 del mese di Settembre, riporto una parte essenziale, l'introduzione, penso che sia molto troppo interessante, chiaramente tutti quelli che amano il mistero, hanno già affrontato questo bellissimo argomento, penso però che il modo di esporre le cose, faccia la sua differenza:

Introduzione della Matrix Divina:

"Chiamo Matrix Divina, un campo di energia, che è il ponte tra il nostro mondo interiore e quello esteriore, così come il recipiente di tutto ciò che esiste. La scoperta di questo campo nelle particelle subatomiche, nelle lontane galassie e in tutto ciò che c'è tra le une e le altre, cambia completamente ciò che fino a ora pensavamo sul nostro ruolo nella creazione.
L'esistenza di una rete fondamentale di energia, che connette i nostri corpi, il mondo e tutte le cose, apre la porta a potenti possibilità. Queste suggeriscono che siamo molto di più che semplici osservatori che sperimentano un breve lasso di tempo in una creazione già esistente. Quando contempliamo la vita, forse stiamo anche guardando lo specchio delle nostre credenze basilari e inconsce. Le vediamo intorno a noi perché si sono manifestate attraverso la misteriosa essenza di Matrix e affinché questo accada, la coscienza deve svolgere un ruolo cruciale nell'esistenza dell'universo."


Interrompo per un momento, (sic) il mio ruolo di copiatrice, ho sempre sostenuto che credere in modo assoluto a qualcosa, può influenzare la nostra vita, può materializzare gli eventi della nostra vita, credere ad esempio che nulla esista,  e che quindi  la nostra vita sia iniziata qui e qui finirà, che poi non vi sarà che il sonno ed il buio eterno, non orientarsi oltre certi confini, sia molto limitativo e forse anche pericoloso.
Credere in modo assoluto, paralizza la nostra stessa coscienza, nel labirinto dei pensieri (energia), della mente, questa diventa una matrix al contrario di quella Divina di Gregg Braden, distruttiva, che non ci consentirà di andare oltre alle possibilità decretate da questa nostra realtà molto limitata e diciamolo pure, a volte molto triste.
"Dunque è vero, attento a ciò che pensi ed ciò che credi".


Ora continuo il mio ruolo di copiatrice con :

Ologramma cosmico

Per inverosimile che possa sembrare questa idea, si trova al centro delle maggiori controversie tra alcune delle menti più brillanti. Per esempio, Einstein affermò che siamo essenzialmente osservatori passivi, che vivono in un universo preesistente sul quale abbiamo poca influenza. Molti scienziati condividono questa stessa visione. Ma il fisico John Wheeler, collega di Einstein a Princeton e professore emerito di questa Università, ci offre una visione radicalmente distinta del nostro ruolo nell'universo: " Abbiamo questa vecchia idea secondo la quale l'universo è lì fuori e qui si trova l'osservatore, separato dall'universo stesso da una grossa lastra di vetro" Wheeler si riferisce così agli esperimenti dimostrativi, per cui il mero fattore di osservare già lo modifica: " Il mondo quantico ci insegna che, per osservare un oggetto tanto minuscolo come un elettrone, dobbiamo rompere questa lastra: dobbiamo passare all'altro lato...Ci vediamo obbligati a eliminare la vecchia parola osservatore e mettere al suo posto la parola partecipante".
Alcuni esperimenti di fisica quantistica mostrano che guardare semplicemente un elettrone, in un istante, cambia le sue proprietà mentre lo osserviamo; suggeriscono che l'atto di osservare è un atto di creazione, di cui la coscienza è autrice. Considerarci partecipi nel processo di creazione, invece si semplici transeunti nell'universo, richiederebbe una nuova visione del cosmo e del suo funzionamento, che fu articolata da David Bohm, il quale ci lasciò due teorie rivoluzionarie che offrono una visione molto diversa dell'universo e del nostro ruolo. La prima fu un'interpretazione della fisica quantistica, che aprì la porta a ciò che Bohm chiamò : "operazione creativa di livelli subgiacenti di realtà". Credeva che esistessero dimensioni più profonde, che sostentano tutto ciò che accade nel nostro mondo. Sono questi livelli più sottili di realtà che danno origine al nostro mondo fisico. La sua seconda teoria è una spiegazione dell'universo, come un sistema unificato della natura, con connessioni che non sempre sono ovvie. Bohm potè osservare piccole particelle di atomi in uno stato chiamato plasma e provò che, quando le particelle si trovavano in questo stato, si comportavano come se fossero connesse tra loro, formando parte di un tutto maggiore.....

 continua....in modo molto dettagliato ed interessante.

Per ragioni etiche mi fermo qui, penso di aver copiato già abbastanza, il fatto di essere una acquirente della rivista, non mi concede il diritto di copiare un articolo intero, anche se per ragioni superiori. 

Il mio modesto pensiero è che siamo esseri multidimensionali, questo significa che tutto ciò che la scienza sostiene, tutto ciò che pensiamo probabilmente non è falso, ma incompleto, la visione si ferma ad un certo livello, al livello in cui abbiamo relegato la nostra coscienza, con i nostri stessi credo e pensieri limitanti, se qualcuno di voi ha visionato il video di Brizzi che avevo pubblicato qualche giorno fa, capirà perfettamente ciò che intendo dire....

Lasciando il nostro cuore aperto,(allineando la nostra mente),  permetteremo alla nostra coscienza di andare oltre, di vedere oltre, anche in questa situazione di esseri incarnati, in cui ci sentiamo così limitati.

Diventare essere partecipi, qui ed adesso, liberandoci del peso di tutte le nostre idee ristrette e pregiudizievoli, è automaticamente certo, che la nostra visione sarà molto più ampia. 

Capiremo che gli altri, non sono parti divise, ma connesse alla nostra stessa rete, non ci stupiremo più quando un altro essere umano, formulerà ed anticiperà i nostri stessi pensieri.  Un mondo complesso, il nostro composto da molteplici e sottili frequenze, gli amanti del mistero, sono consapevoli che esse sono oggi manipolate, tuttavia la coscienza non può essere imprigionata da nessuno, vi ricordo inoltre che quelle creature oscure, di cui molti discutono ovunque, non sono altro che la nostra stessa ombra, fanno parte della rete, dovranno essere integrate...






L'anima secondo alcuni studiosi è semplicemente un programma quantistico, che sarà sempre recuperato, in realtà secondo altri più evoluti, parrebbe che siamo tutti anime, alla ricerca di un perfezionamento, anime eterne, che in questo pianeta, arrivano e poi se ne vanno, tutto così semplice? In termini di vita umana, non lo è affatto, la sofferenza della perdita di una anima che scompare, per molti di noi equivale ad una perdita definitiva e tragica. 
Il punto nevralgico è dunque nella visione? Non sappiamo andare oltre? Forse è così, ma non potrebbe cambiare questo stato di cose? Non si potrebbero cambiare certe leggi?

C'è chi è convinto che così è e così deve essere per sempre, questo è il funzionamento naturale delle cose, qui su questo pianeta e non potrà mai essere cambiato...

Alla luce di ciò che abbiamo affrontato oggi, non dovrebbe essere affatto così, se la coscienza di ognuno di noi ha facoltà di creazione e partecipazione, le leggi non solo potrebbero essere cambiate, ma totalmente trasformate, tutto potrebbe essere trasformato, persino il definitivo passaggio finale, ed iniziale...
Lasciare spazio alle infinite possibilità....., certe lezioni forse diventerebbero inutili...





venerdì 19 settembre 2014

Extant serie fantascienza



Immagino che gli amanti della fantascienza, avranno sicuramente visto gli episodi trasmessi ieri, purtroppo io non ero preparata, mi sono persa una piccola parte.

La storia è molto intricata, lei è una astronauta, che è stata chiamata per un lavoro particolare, per  13 lunghi mesi, è rimasta sola nello spazio, (sola insieme ad una intelligenza artificiale). Dopo un guasto tecnico, che la lascia al buio, si ritrova faccia a faccia con il suo ex fidanzato, morto in un incidente stradale.

Quando tornerà a casa scoprirà di aspettare un bimbo, ma non ha idea di come sia accaduto, dal momento che lei non poteva avere figli, e suo marito un incredibile scienziato, mesi prima aveva portato a casa un bimbo dotato di intelligenza artificiale, per amarlo come un figlio.

Lei all'inizio desidera mantenere il suo segreto, che condividerà soltanto con una sua amica scienziata e psicologa, ma gli avvenimenti saranno tali e sconvolgenti, da dover informare suo marito e fuggire dalla loro casa.

Ovviamente ho messo in evidenza solo le parti essenziali, vi sono intrighi assurdi e non di facile comprensione, che per ora rimangono oscuri. Come ad esempio il fatto che lei riesce a vedere ed interagire con  persone morte. Infatti grazie all'avvertimento  di un suo amico collega che aveva vissuto prima di lei il suo medesimo dramma e che poi si era suicidato, (mentre lei lo ha visto come se fosse vivo), capirà di essere stata lei stessa cavia di un oscuro esperimento, e di trovarsi in grande pericolo.

Extant  è pura fantascienza, che si scontra con inquietanti fenomeni paranormali, una fantascienza che secondo molti, diventerà una realtà nel prossimo futuro, ma per pochi altri, invece è già  una realtà sperimentata in modo nascosto. In quanto alla paranormalità, pare che tali esperienze siano fondamentali, per comprendere fenomeni estremamente complessi, che sconfinano dall'ordinaria esistenza di ognuno di noi.

Non vedo l'ora di vedere i prossimi episodi, giovedì prossimo.




mercoledì 17 settembre 2014

La quarta dimensione - con Salvatore Brizzi

domenica 14 settembre 2014

[FILM COMPLETO HD] THRIVE in Italiano: Censurato da Tutte le TV Italiane

L'alieno che voleva salvare il mondo




Vi segnalo un articolo pubblicato su XTime nel mese di Settembre 2014  : Vailant Thor l'alieno che voleva salvare il mondo

Come potrete notare, sono riuscita a trovarlo come fonte di discussione in un forum.

Al di là dei credo o non credo, penso sia comunque interessante leggerlo.


Buona lettura e buona domenica

sabato 13 settembre 2014

GESU' E' ESISTITO STORICAMENTE,NON ASCOLTATE DE ANGELIS







In questo mondo,  in cui ormai non si distingue più il falso dal vero, è giusto ascoltare, documentarsi, molti sostengono che Gesù  sia una favola ben costruita, qualcuno sostiene di aver portato prove di questo, ebbene la persona che sta parlando, dopo un accurato studio, garantisce che le prove della sua esistenza siano ineccepibili e originate, proprio da storici, nemici del cristianesimo.

Gesù Cristo non dovrebbe mai essere associato, agli errori trascorsi o presenti della Chiesa, composta da uomini imperfetti. 

Se Gesù non è una favola, potrebbe davvero tornare in questo mondo? leggi qui
Il significato esoterico, dell'unione spirituale con lo Spirito Cristico, potrebbe lasciare il posto alla verità effettiva di un Suo ritorno sulla terra?

Nessuno di noi, può sapere se sarà degno di essere salvato, ma certo non è sufficiente, una fede passiva ed automatica, solo il fatto di essere cristiani e battezzati, non significa "essere al sicuro". Lui amava ed ama i bimbi per il loro candore, la loro purezza, ed i semplici, in loro è il cuore che guida e non la mente ingannatrice, che  sussurra costantemente quanto certe cose siano impossibili.

Oggi sappiamo che tutto è connesso, la fisica quantistica ha rivalutato la materia, il suo comportamento è soggetto a leggi, ma anche bizzarro, in quanto una diversa osservazione, può contrastare quelle stesse leggi, e trasformare tutto.
Sono trascorsi duemila anni, l'uomo ha avuto le sue buone occasioni, per conoscere, per capire che Gesù non era un prestigiatore qualsiasi, ma un profondo conoscitore del creato, di tutto ciò che esiste.

Il suo Amore puro e grande, potrà accogliere tante creature, ma purtroppo non quegli uomini, profondamente schematici e materialisti, e non per Sua volontà, ma per una impossibilità di trasformazione, che dipende dalla loro rigida visione, dal loro ferreo giudizio su ogni cosa. 



venerdì 12 settembre 2014

Nessuna impronta digitale




Ermetica, strana, questa specie di poesia, Marco, la trovò scritta su un foglio, che si trovava dentro un piccolo libro antico di ricette toscane, comprato al mercatino delle pulci di Firenze, recitava queste parole:



Oggi no, no oggi,

Forse neanche domani...

ma oggi sicuramente no...

Quelle Maschere

non mi divertono Più,

non mi commuovono ..nemmeno,

forse

con il tempo, anche tu

saprai Chi è  il Venditore,

e

le brucerai ....


in Un unico falò ..

come ho fatto io...

Ma Oggi no ...

Oggi no ..., non posso dirti di più.

Sto partendo.

Più tempo non ho,

ormai so.

Tu, però, stai attento,

dietro certe maschere,

si nascondono

 nemici mortali,

sembrano, ma non sono umani,

non lo sono affatto.

Loro, sicuramente, sono quelli che si divertono di più.


16 Gennaio 2005


Ecco qua, il piccolo libro era  indubbiamente antico, ma quella strana poesia, invece era abbastanza recente, ma cosa diavolo significavano quelle parole, a chi erano indirizzate? E soprattutto chi le aveva scritte, e perché?

Marco nel libro non trovò null'altro, forse chi le aveva scritte, era fuori di testa, oppure erano parole che fungevano da codici...

La curiosità fu tale, che il sabato seguente, ritornò da chi gli aveva venduto quel piccolo libro per chiedergli se conoscesse il proprietario, l'uomo era piuttosto anziano, e non ricordava  da chi l'aveva acquistato.

A questo punto, a Marco non rimase che rassegnarsi, cercò di decifrare quella strana poesia senza senso logico, anche se tutto sommato sapeva bene, che le persone nella società, portano anche più di una maschera, tuttavia sotto, sono e restano umani, l'anonimo invece era certo che qualcuno non lo fosse affatto..., cosa voleva dire?
Chi erano loro?

Eppure nella sua mente, si era insinuato un dubbio spaventoso, lui era appassionato di ufologia, del paranormale, di altre realtà, tuttavia le sue esperienze si fermavano alla lettura di libri, di articoli su internet, (a volte assurdità impensabili), non riusciva a credere, che certe esperienze fossero genuine, e se invece fosse tutto vero? O comunque quasi.

Sotto qualche maschera di troppo, intorno a noi si poteva davvero nascondere un alieno? Un non umano?, un essere diverso e pericoloso? In realtà l'anonimo aveva scritto loro, dunque non solo uno, ma più esseri non umani....

Loro, chi sono loro? Come riconoscerli? E si divertono più di noi...
Ma non sono esseri più evoluti di noi gli alieni? Solo per il fatto di essere arrivati qui, oppure non si tratta di alieni?


Dopo un paio di settimane, Marco si era stancato di porsi, le solite domande, tuttavia stava all'erta, e notava maggiormente gli eventi assurdi di cronaca nera, ma sopra ogni cosa era spaventato davanti alla scomparsa di tante persone, che alla fine nessuno riusciva a ritrovare, dove finivano queste persone? Indagando aveva scoperto che negli ultimi anni, (l'ultimo decennio), le scomparse erano sensibilmente aumentate, e non vi erano limiti di età, sesso, e luogo. Tranne qualche caso mafioso, o pazzia,  eclatante, con ritrovamento di  cadavere, molti sembravano inghiottiti dal nulla, e non vi era alcuna traccia o indizio che permettesse agli inquirenti di ritrovarle.

Potevano essere stati i famosi "Loro" di anonimo? Per quale oscuro obbiettivo?

Quella stupida poesia, l'aveva davvero ossessionato, era diventato sospettoso, non si fidava  più di nessuno, nel suo cuore stava dando troppo credito ad una sciocchezza, oppure qualcosa in lui,  aveva riconosciuto una spaventosa verità?

Quando un suo caro amico, C.B. inaspettatamente scomparve  senza una ragione, quando la trafila del ritrovamento di nulla iniziò, seppe che Loro erano già vicino a lui, C.B., non aveva motivi validi per sparire, era un bel ragazzo gioviale, lavorava, pieno di interessi e di "amici", l'unica cosa che erano riusciti a ritrovare era l'auto, parcheggiata davanti alla azienda dove tutte le mattine andava a lavorare.
Nessuno lo odiava, come ogni mattina aveva salutato i suoi genitori ed era andato a lavorare, aveva parcheggiato l'auto nel solito posto e poi era sparito, i suoi capi lo stimavano, non vi erano pendenze, o licenziamenti in corso, l'azienda non era in crisi, eppure quella mattina lui non entrò in quella azienda, chi aveva incontrato? Non poteva nemmeno essere stato rapito, né per soldi, né per altre ragioni, dunque dove era andato?

Marco, palesemente turbato, iniziò una indagine parallela a quella della polizia, cercò i suoi amici, parlò con loro solo in luoghi pubblici, sembravano puliti, turbati e tristi per quella strana scomparsa, C.B., non aveva confidato nulla di strano, gli stessi inquirenti alla fine dopo mille indagini a vuoto, dovettero arrendersi, ma lui no, continuò nel suo tempo libero a cercare, cercare.

Il silenzio assoluto, nessuno lo aveva visto, gli ultimi erano stati i genitori, forse aveva avuto un vuoto di memoria? Coraggiosamente lo cercò alle stazioni, dove i senzatetto si riparavano, mostrava loro la fotografia, tutti scuotevano la testa, nessuno di loro aveva mai visto il suo amico.

Possibile, che fosse sparito volontariamente? Magari aveva deciso di andare altrove, ma per quale motivo? Nessuna delusione amorosa, dal momento che la sua ragazza, che continuava a cercarlo, lo amava e lui amava lei....Forse un rivale?  No non esisteva nessun rivale.

Iniziò il sodalizio con Ambra, che non riusciva a darsi pace, lei non conosceva tutti gli amici di C.B., lo cercarono in ogni dove, persino agli obitori, tra quelli che non avevano nome, niente, il nulla assoluto.

Può davvero una persona sparire così?

Un giorno, Marco fece leggere quella specie di poesia, ad Ambra, lei non lo prese affatto in giro, ma gli disse chiaramente, che qualcosa di molto strano era capitato a C.B., loro potevano essere nascosti, sotto le spoglie di persone normalissime, e forse quella mattina era stato portato via da qualcuno apparentemente normale, con qualche scusa, il cellulare era stato ritrovato nell'auto, con tutti gli effetti personali, segno che qualcuno aveva provveduto a rimetterli lì, per quale motivo?  Se non per divertirsi  di più, della loro angoscia?

Una setta? Un organizzazione occulta? Non conosceva nessuno coinvolto,ma certo se lo fosse stato, non lo avrebbe confessato ai quattro venti.....

Iniziarono le indagini personali, tutti gli amici di C.B., furono da loro spiati, la sera, per almeno una decina di giorni, e tutto risultò normale, banale, poi toccò ai colleghi, uno di loro  riuscì a sfuggire sempre...., lo perdevano, come se lui sapesse di essere seguito...

Non fu facile, sapere qualcosa di lui, seppero che era un anno che lavorava in quella azienda, era un tipo affabile, ma molto riservato, non era sposato, e tutti sapevano poco sulla sua vita passata, si era trasferito da Roma.

Continuarono a pedinarlo, ma non ebbero fortuna, era talmente abile a far perdere le tracce di sé, che alla fine furono quasi certi che lui doveva sapere..

Alla fine fecero qualcosa che non avrebbero mai dovuto fare, cercarono di entrare forzatamente nella sua casa, con l'aiuto a pagamento di qualcuno che sapeva come scassinare le serrature, ma nell'appartamento non trovarono nulla, né un letto, né un mobile, niente.....

Sapevano di aver trovato il bandolo della matassa, tuttavia dopo pochi giorni, dette le dimissioni, e se ne andò cosi come era venuto, le successive indagini della polizia, non servirono a far sì che fosse ritrovato.....

Il suo nome apparteneva ad un uomo deceduto un anno prima, 
nell'appartamento non ritrovarono che il nulla, neppure le sue impronte digitali,
il fatto è che non furono ritrovate neanche sul computer, con cui lavorava tutti i giorni,
forse questo essere non aveva impronte digitali? O le aveva cancellate? In realtà è quasi impossibile cancellare tutte le impronte...da ogni luogo..
Neppure nella lettera di incarico e dimissioni firmata da lui personalmente e consegnata al direttore del personale.
Chi era veramente?  E Quanti come lui?






mercoledì 10 settembre 2014

Non aprite quel portale


Pochi giorni fa, Hanno trasmesso alla televisione "The Mist", per chi non lo Avesse Mai Visto, legga qui 

In questo film, un esperimento militare, ha aperto un portale verso altre dimensioni,  Terribili creature sono passate alla nostra dimensione. Ciò ci appare molto fantascientifico, troppo, tuttavia  in Un Futuro Prossimo o Lontano, potrebbe veramente accadere, e  poi chi ci dice che certi scienziati non stiano già sperimentando?,  riuscire ad aprire uno stargate, significherebbe Scoprire come Viaggiare nel Tempo.

Penso che l'immaginario e la fantasia, siano territori ignoti, da cui alcune persone, hanno la capacità di catturare dei pezzi di altra realtà.

Gli Autori,attraverso la fantascienza, a volte hanno anticipato stranezze, che poi si sono materializzate, fantascienza + orrore, significa aprire dei veri e propri abissi
siamo certi di non influenzare la nostra realtà, anche attraverso impensabili canali?

O invece siamo responsabili, della Realtà che ci circonda?
Forse lo siamo, le nostre azioni producono effetti, persino I nostri pensieri potrebbero produrne, le nostre stesse emozioni ....

Tempo fa, lessi un articolo molto Interessante, pare che noi esseri umani siamo troppo distratti, e non ci impegniamo abbastanza per cercare la vera Libertà, ed è  proprio questo che vogliono da noi, che restiamo prigionieri di questa realtà....

Comunque, a suo tempo tutti abbiamo Attraversato un Portale, se casualmente oppure no, io non lo so, ma alla fine, ci aspetta sicuramente qualche altro stargate, certo se fosse così, l'ideale sarebbe davvero risvegliarsi per benino, (sempre che ciò sia possibile).

Comunque il finale del film, lascia un messaggio molto importante, il pericolo reale non sono i Terribili mostri,  ma la nostra stessa Paura e disperazione di non farcela,  Pensare Che nulla sarà possibile, che tutto finirà..

Alla fine siamo noi stessi, a determinare il nostro destino, certi che non vi sia nulla che potrà salvarci.

Questo portale è il  più insidioso, dovrebbe sempre restare chiuso...


domenica 7 settembre 2014

La mia anima libera

Immagine da:Bella perla farfalla - file immagine macro from it.onlyimage.com




Libera nel cuore, libera nella mente,

libera da ogni influenza,
libera da ogni pregiudizio,
libera dai limiti imposti,
libera in ogni atomo,
libera.

Libera, come una farfalla immortale
di spargere la polvere d'oro
della libertà, che vive di puro amore.

Sono già libera,
le prigioni 
che mi circondano,
non possono
chiudere
la mia anima,
lei vola,
e nessuno
la può fermare,
è Lei  che mi porta
notizie dalla luce,
e mi insegna
cosa è davvero libertà.

Un giorno,
le donai la libertà,
la slegai dal mio pensiero,
 lei volò libera, però torna
sempre da me,
e mi racconta
dei suoi
meravigliosi viaggi,
non mi abbandona mai.

Sa bene, che senza di lei
non potrei mai vivere.
Lei, vola in dimensioni sconosciute
dove so, che non mi è permesso andare.
Lei ama e mi  ha insegnato cosa
sia amore..

La mia anima è libera,
e grazie a lei assaporo la libertà.




Scossa di terremoto alle 12,45 del 07 settembre 2014





La scossa di terremoto di oggi  domenica 7 settembre 2014, alle 12,45, a Pistoia l'ho avvertita distintamente, molto distintamente, anche troppo, infatti su internet sono riuscita a trovare immediatamente in tempo reale,  la rilevazione leggi qui

L'epicentro pare essere proprio vicino a Pistoia, ma sembra che questo non sia l'unico, leggete qui,  insomma l'entità per ora è modesta, ma è chiaro che ci stiamo domandando se dobbiamo preoccuparci, oppure no...

Pare che molte città Italiane siano coinvolte in questi eventi, per ora senza grandi conseguenze, speriamo che non ve ne siano nel futuro.

Dal momento che non sono un'esperta, mi sono chiesta se i 10 km di epicentro, che interessano questa ultima scossa non fossero troppo pochi, quindi mi sono documentata leggi qui. In realtà pare che in Italia i terremoti abbiano il loro epicentro quasi sempre a 10 km, per cui ci troviamo nella regola. Quello disastroso e terribile, dell'Aquila  nell'anno  2009, invece era ad 8 km di profondità.

E' chiaro, che spero che non vi saranno altre scosse...da nessuna parte...
Solo ora comprendo il nervosismo dei miei due amati gatti..., prima che accadesse..


Oggi voglio dire grazie







Oggi Voglio dire grazie,  ad alcune persone che non conosco fisicamente, esseri umani particolari, che con grande generosità hanno voluto pubblicare su internet, quello che sapevano, coloro che consapevoli hanno voluto spargere semi, sapendo che prima o poi i frutti nasceranno.

Perché è vero che su internet si possono trovare tante bufale, ma anche tante Verità, e qualcuno lievemente ha voluto condividere le proprie esperienze, magari una sola volta, 
Quelle loro esperienze sono stato provvidenziali per altri Esseri Umani ...

Grazie, per il Vostro Lavoro, Grazie per la Vostra generosità, per l'amore che è  nel vostro cuore.

Oggi Voglio dire Grazie a Quella parte di Umanità, che si prende cura di altri, solo per amore, che segue la propria missione, senza paura, perché sa che è la sua missione.

Oggi Voglio dire Grazie a Quella parte di Umanità Che desidera vivere nella pace, e che è consapevole che un altro essere felice, può contagiarci con la sua felicità.

Oggi Voglio dire Grazie a chi cerca Sempre e comunque la Verità, pur sapendo quanto questo sia difficile, in questo mare di menzogne. Chi comunque è sempre pronto a mettere in discussione se stesso.

Grazie con Tutto Il Cuore, a coloro che mi hanno permesso, di inserire qui, il loro importante lavoro.

Grazie agli amici virtuali di sempre, anonimi o no, che hanno contribuito ad arricchire questo blog, con i loro preziosi commenti.

Grazie.



sabato 6 settembre 2014

Coscienza questa sconosciuta




Ma esiste davvero una confederazione galattica universale di luce, che interviene per proteggere i popoli dalle ingiustizie, dalla cecità della non conoscenza, che in casi estremi addirittura può decidere di inviare le sue milizie?

Molti sperano che esista, e francamente sono anche io tra questi, tuttavia dobbiamo convenire che qui su questo nostro pianeta, si sono consumate delle tragedie e nefandezze impossibili, qui, vi sono persone senza un briciolo di coscienza, ed anche chi la coscienza ce l'ha, deve ben occultarla, per poter sopravvivere, soprattutto deve adattarsi a questo stato di cose, che alla maggioranza sembrano normali, ebbene, non mi pare che vi sia mai stato un intervento, una chiara azione, che potesse indiscutibilmente dimostrare la sua esistenza.

L'uomo con tutta la sua ansia di salvezza e di amore, non è troppo consapevole di essere lui stesso un predatore per eccellenza, dimentica troppo spesso che vi sono esseri, (che chiama animali, per prendere le dovute distanze), che sono allevati e macellati crudelmente, e si giustifica dicendo che sono nati per questo compito, per essere il suo cibo, tutto ciò fa parte della legge naturale della sopravvivenza.
Qualcuno ha compiuto questa stessa operazione su esseri umani, non certo per sopravvivenza, ma per trame oscure ed innominabili.

Il nostro mondo vanta un cumulo di menzogne, di deprecabili e terribili azioni, che l'uomo giustifica sotto il simbolo dell'ideale, o del bene comune.
Nessuno ha mai il diritto di uccidere, (neppure il sistema sociale di giustizia), ogni essere vivente ha il diritto di vivere.
Questo è tassativo, inderogabile, non occorre andare in chiesa o essere religiosi, per comprendere, non abbiamo necessità di confederazioni o di suggerimenti, ogni uomo lo sa, la vita è  "sacra ed inviolabile".

Uccidere, non è solo eliminare un essere vivente fisicamente, ma aggredirlo nel suo diritto alla libertà di pensiero ed azione, una libertà, chiaramente intelligente, che non sconfini nei diritti di altri.

L'uomo è meraviglioso, e nello stesso tempo orrendo, quando si concede ogni diritto e pretende che gli altri non abbiano i suoi stessi diritti, motivandoli con una logica di fittizia superiorità.

Dunque, mi chiedo dove starà questa confederazione, visto che sono millenni, che molti, hanno abusato del loro potere, per ledere i diritti altrui, la stessa chiesa che avrebbe dovuto proteggere i più deboli, abusò del suo potere, e uccise, non parliamo poi di chi ha governato questo mondo. Sappiamo chi governa veramente questo nostro mondo?

Vince il freddo profitto, a scapito delle persone, che rassegnate si lasciano vivere,  che sempre più automaticamente affrontano gli eventi, oppure vi sono altre motivazioni, nascoste dietro il sipario?.

Non cedete alla lusinga di credere ad una ottima giustificazione di molti :  " la  legge naturale del più forte", tutti prima o poi ci trasformeremo in esseri deboli. 

La differenza la fa la coscienza, che è il tesoro più prezioso che l'essere umano possa vantare, essa è il ponte per altre dimensioni, per la salvezza vera, per diventare l'Uomo con la U maiuscola, ma oggi sembra diventata scomoda, la vogliono annullare, una persona di coscienza, riflette, si interroga, si pone in discussione, cerca un legame con il proprio cuore, odia le ingiustizie, non sarà mai un automa, La coscienza, questa sconosciuta, non è solo un invenzione di eticità sociale, è ben altro.

La coscienza sa cosa è giusto, amorevole ed onorevole, e cosa non lo è, non deve imparare nulla, rispetto alla logica etica di comodo di questo mondo. Sa che ogni essere vivente ha i suoi sacri diritti e questi devono essere rispettati.

Penso che ognuno di noi abbia una coscienza, più o meno sviluppata, penso anche che sia importantissima e determini l'evoluzione individuale.


A che stadio di evoluzione si trova oggi l'umanità? Vi sono persone formidabili, ma sono  ancora una minoranza, comunque la coscienza si può espandere.....tanto che alcuni dicono : stati di coscienza, espansione di coscienza..., presa di coscienza..., cosciente e consapevole.

I veri cambiamenti, le più grandi trasformazioni nel mondo, avvengono quando la coscienza si espande, e si sconfiggono le discriminazioni di ogni tipo: razziali, politiche, religiose, e sappiamo con certezza che la guerra è un mostro, che genera mostri, e la scienza dovrebbe dedicare le sue ricerche al benessere dell'umanità, ed alla sua vera evoluzione.

Abbiamo forse bisogno di una confederazione, per sapere ciò che si deve fare e ciò che non si deve fare? La nostra coscienza sa, basterebbe ascoltarla, lei questa sconosciuta, è presente in tutti gli umani, non discrimina nessuno. 

Ma allora perché tanti ancora non la conoscono?


venerdì 5 settembre 2014

Morti misteriose e mascherine di piombo


Ho acquistato l'ultima pubblicazione di Voyager, clicca qui, tra tutti gli articoli molto interessanti, ve ne è uno che è particolarmente intrigante: "messaggi da un altro mondo", che riporta la storia di due morti misteriose a Rio de Janeiro, addirittura nel 1966,  le particolarità? che i due avevano sul volto una mascherina di piombo, e l'autopsia, non riuscì a stabilire la causa della morte, ma 50 anni fa certe indagini non erano certo avanzate come oggi.

Qualcuno però aveva già trattato, direi in modo molto originale, questo caso su internet, si tratta di un video  guarda qui.

Il caso è rimasto assolutamente irrisolto, e certo sarà impossibile risolverlo oggi, tuttavia quel bigliettino ritrovato, ha lasciato sconcertati prima gli inquirenti e poi tutti gli altri, riporto nuovamente quello che vi era scritto:

" appuntamento alle 5,30 nel luogo prestabilito. Alle 6,30 ingerire le pillole. Dopo l'effetto proteggere i metalli. Indossare maschere di piombo e attendere il segnale".

Analisi
Come riportato su Voyager, Vallée aggiunge una informazione importante: gli incontri ravvicinati del quinto tipo, possono comportare ferite, ed addirittura la morte, dunque  le istruzioni di prendere le pillole e mettere le mascherine, avrebbero dovuto evitare a quei due uomini, il tragico finale in cui invece sono incorsi comunque.

Logicamente ognuno di noi penserà, che possa essersi trattato di un depistaggio, e senza quelle mascherine di piombo, questa idea sarebbe ancora più valida.

Ma ipotizziamo invece che queste due persone, avessero davvero un appuntamento con gli alieni, in quale modo lo avrebbero avuto? Erano tecnici televisivi come riporta Vojager? O tecnici elettrici, in entrambi i casi potrebbero aver avuto accesso a qualcosa di molto particolare, ma cosa? Accanto ai cadaveri fu ritrovata un'agenda piena di strani codici

Sempre Vallée, dopo un'attenta analisi sul luogo, dichiarò che era alquanto difficile ricondurre la vicenda ad eventi naturali, ed inoltre, nella stessa zona in cui i due uomini persero la vita, ci furono numerosi avvistamenti Ufo e lì per lungo tempo non è più ricresciuta l'erba....

Dunque cosa uccise quei due uomini? Probabilmente " Radiazioni".
Sinceramente? Non penso affatto che fossero alieni, coloro con i quali avevano appuntamento, può una mascherina di piombo e qualche pillola, proteggere da certe radiazioni?  Qualcuno sicuramente li prese in giro.  Il fatto di aver ritrovato certe prove, significa che chi causò il misfatto, non volle avvicinarsi ai cadaveri per motivi di sicurezza.
E poi tanto era certo, che nessuno avrebbe mai risolto il caso..."infatti"
Vi ricordo che certi esperimenti esistevano già nel 1966, anzi erano iniziati molto prima.

E poi quella enigmatica frase :" Dopo l'effetto, proteggere i metalli ", può darsi che i due uomini dovessero consegnare qualcosa?
Avevano forse trovato casualmente qualcosa di strano, composto di metalli particolari, e quindi dovevano proteggerlo, per riconsegnarlo ai legittimi proprietari, ma poi una volta consegnato, per non farli parlare, li hanno uccisi con qualche arma ancora sperimentale? "Radiazioni" il famoso "raggio della morte"?
O fu lo stesso ordigno segreto, da cui gli sperimentatori umani discesero, paragonabile ad un Ufo ad ucciderli?

Ipotesi fantasiosa? O magari sono stati davvero gli alieni, incidentalmente....
O umani ed alieni, che pare già da decenni collaborassero attivamente?

Spero che qualcuno di voi, voglia aggiungere altre ipotesi...
Purtroppo, alle due persone ormai morte da tanto tempo, nessuno potrà mai rendere giustizia.

domenica 31 agosto 2014

Esperienze fuori dal corpo e risveglio spirituale



Sono sincera, personalmente non ho mai sperimentato un viaggio astrale indotto, anche se alcuni  dei miei sogni erano chiaramente paranormali.

Forse è il tempo di sperimentare? Dicono che tutti siamo in grado di farli, occorre solo la volontà di compierli.

Sapremo qualcosa in più? 

Per ora non posso inserire esperienze personali, ma se un domani qualcosa accadrà, sicuramente pubblicherò la mia esperienza...


Canneto di Caronia, tornano i misteri




Torna alla ribalta, tutto il disagio degli abitanti di questi luoghi, come ben sapete tanti studiosi hanno cercato di risolvere l'enigma, due sono le ipotesi:

  1. Esperimenti militari;
  2. Esperimenti alieni.
E'stato escluso categoricamente che si tratti di problemi ambientali e naturali o legati alla erogazione della energia elettrica, dal momento che gli apparecchi prendono fuoco, anche quando non sono connessi.

L'unica certezza è che si tratti di anomalie elettromagnetiche, ma è un campo vastissimo, per cui non è facile determinare, da cosa siano prodotte tali anomalie, oppure sì?

Qualche coraggioso testimone, ha dichiarato di aver visto con i suoi stessi occhi, soldati scendere da elicotteri, e compiere strane azioni, simulazioni di combattimento.
Altri di aver visto strane luci nel cielo e nel mare, gli ufo?

Se davvero si tratta di esperimenti, per quale ragione hanno scelto proprio questa zona?
Cosa c'è di misterioso, forse una base sotterranea aliena? Forse è questo il motivo della presenza di militari? Possibile che certi strumenti extraterrestri possano interferire in modo così distruttivo con l'ambiente circostante? In effetti pare proprio di sì, i veicoli alieni, interferiscono eccome con l'ambiente, sfruttano leggi fisiche che ancora non conosciamo perfettamente.
Possibile che la base aliena sia stata abbandonata, e che i militari la stiano cercando?
Possibile che certi macchinari siano comunque rimasti in uso? Oppure è vero il contrario, che la base è militare, e lì stanno operando esperimenti?
Penso che visto gli effetti prodotti, i militari non avrebbero continuato i loro esperimenti, generalmente sono effettuati in luoghi desertici, lontano da occhi indiscreti.

Ma gli alieni non avrebbero dovuto fare altrettanto? E se invece fosse una antica base aliena, che improvvisamente si è riattivata autonomamente? Possibile che i militari stiano cercando di risolvere questa spinosa situazione, ma non riescano nel loro obbiettivo?.
In qualsiasi caso, certe notizie non saranno mai rese di dominio pubblico.

Ma passiamo ad altre ipotesi:
- terrorismo, oggi vi sono gruppi pericolosissimi, muniti di alta  ed avanzata tecnologia, è chiaro che i loro non sono esperimenti, ma dimostrazioni di potere...
Stanno quindi dimostrando cosa sono in grado di fare, se non saranno coperte certe loro richieste, questo spiegherebbe la presenza militare. Anche in questo caso, tutto resterebbe nel silenzio.

Il problema però è che a farne le spese, (e che spese), sono gli abitanti di questi luoghi, che non sanno cosa stia realmente accadendo.

Possibile che nessun  scienziato possa aiutarli? A schermare le loro abitazioni, per proteggere le persone, animali e cose?
Qualsiasi sia la causa, non è giusto lasciarli soli.