martedì 29 luglio 2014

Intervista sulla base di Dulce Bufala o verità?





Internet è straordinario, meraviglioso, puoi attingere e leggere di tutto, ovviamente di vero, ma anche di falso, 50% contro 50%, esistono bufale che fanno il giro del mondo e sono considerate verità assolute, vi sono verità impossibili che non saranno mai credute.

A quale categoria apparterrà questa intervista? Non lo so perché non ero presente, ho letto qualcosa anche su una rivista di ufologia, ma non si trattava di una intervista così capillare e analitica, soltanto qualche informazione da parte di qualcuno di cui non ricordo il nome. 

Leggete qui la prima parte  in fondo all'articolo, il link per andare alla seconda parte, questi post sono stati pubblicati nel dicembre del 2013; 
La ricerca successiva, mi ha condotto ad un blog in cui vi è lo stesso articolo scritto a gennaio 2006 in spagnolo clicca qui, o comunque molto simile.
In lingua italiana non vi sono molte altre informazioni, dovrò fare la ricerca in lingua inglese.

Prima di effettuare questa ricerca, però vorrei precisare che se ciò fosse vero, sarebbero state violati dei segreti inviolabili, ma è chiaro che le premesse, fanno pensare più ad un racconto di fantascienza molto articolato, piuttosto che ad una verità, eppure è anche vero che vi sono così tanti particolari, da restare molto dubbiosi, ma altri punti mi lasciano molto indecisa, ad esempio catturare corpi astrali, inserire l'anima in un altro corpo, tutto grazie al magnetismo, a dire il vero vi sono altre persone che sostengono cose del genere, ed è proprio per questo motivo che sono ancora più dubbiosa.

Proviamo a fare la ricerca in lingua inglese e vediamo cosa salta fuori.
La prima cosa è questa clicca qui, già qualcuno nel 2006, stava cercando Thomas Edwin Castello e la morte della sua famiglia, non è riuscito a trovare nulla, altri rispondono, ma parrebbe che questo signore non esista, qualcuno pensa proprio che sia una bufala.
In realtà la storia è ancora più vecchia di 10 anni circa.

Tuttavia sembrerebbe anche legittimo che questa persona non sia rintracciabile, guai se lo fosse, il suo nome potrebbe essere fasullo, il racconto vero, purtroppo però è un pò troppo datato. Vi informo inoltre che tre riviste, hanno pubblicato informazioni sulla stessa base di Dulce, la domanda è chiaramente : " hanno attinto alle medesime fonti?"

Diciamolo apertamente, sembrerebbe tutto falso, o quasi, oppure qualcuno ha voluto metterci in guardia? Sono ormai passati tanti anni, e nulla di eclatante sembrerebbe essere accaduto.
Siamo proprio sicuri che  nel corso di questi quindici anni o giù di lì, nulla sia accaduto?
Fate anche voi le vostre ricerche, magari a me è sfuggito qualcosa.

Qualcuno si è voluto divertire alle spalle degli internauti curiosoni? Oppure questo signor Thomas Edwin Castello, è solo un nome falso, che è servito a chi di dovere, per avvertire noi poveri comuni mortali, quello che sta accadendo in certe basi?

Sono certa che la maggioranza non prenderà affatto sul serio questo articolo, e francamente come ho già scritto, sembrerebbe più uno spezzone di un film di fantascienza, che una realtà , non dobbiamo però dimenticare che vi è un modo assai proficuo per nascondere un segreto, pubblicarlo..ed apportare delle piccole variazioni.

Sono certa che questo articolo avrà già fatto ridere il mondo, anche se fosse vero, si saranno sbellicati dalle risate persino quelli che contano, e che conoscono davvero quella base.

Non ci sono prove, vi è solo una testimonianza, (ed altre ma molto meno ricche di particolari), nessuno di noi potrà  andare a controllare, nessuno lo farà, la base è al sicuro come tutte le altre, aliene o terrestri che siano...

Si possono sparare le bufale più grandi, il problema però è che se tante testimonianze non fossero vere, certe persone avrebbero la responsabilità di creare panico inutile, se invece lo fossero, rischierebbero la loro vita per nulla..., il  grande pubblico legge e dimentica...in fretta, il loro sacrificio non servirà a nulla.

Questa è la verità e chi sta molto in alto, questo lo sa bene, quindi dormiranno sempre sonni molto tranquilli, in qualsiasi caso. 

Ma ecco  ancora un articolo, che sembrerebbe comprovare, l'esistenza di questa ipotetica base, ed anche le dichiarazioni di  Thomas Castello, leggete qui.
Insomma possibile che queste informazioni siano reperibili così facilmente su internet?
Bufale o verità? Romanzi di fantascienza o realtà? Leggete anche i commenti, sono molto molto interessanti, e chiaramente contrastanti....
Alla fine mi darete ragione, difficilmente conosceremo la verità......, certo ci auguriamo tutti che siano solo fantasie. Comunque questa base, ormai fa parte del corredo misterico sugli alieni,  e qui non poteva mancare.



domenica 27 luglio 2014

Newton e la magia nera.



Fonte video : La Fenice

Quanti geni alla ricerca della pietra filosofale?,  Newton uno dei più grandi geni, non rimase certo indifferente, si dedicò sia allo studio che alla sperimentazione.
Il sogno degli alchimisti di trasmutare il piombo in oro, non fu mai raggiunto? E soprattutto era davvero quello il fine ultimo....o ben altro?.

La reale ricerca era l'immortalità....C'è chi vocifera che qualche alchimista sia riuscito nel suo intento, e quindi calpesti ancora oggi questo nostro pianeta, tuttavia, nessuno di loro, diffonderà mai le sue scoperte, ovviamente  quanto possa essere vero, non lo sapremo mai, resterà un mistero, un mistero pare molto pericoloso, chi si avvicina  troppo ad esso, rischia la vita, persino l'immortale che osa svelarlo, viene condannato.

Le leggende sono sempre infinitamente affascinanti, ma penso che ciò che veramente conta è quello che riusciremo a trovare in noi, dentro noi, esiste proprio tutto, persino la pietra filosofale, ognuno di noi dovrà essere l'alchimista di se stesso, sappiamo che la reale ricchezza non è certo l'oro, ma ben altro...

Il video è comunque molto interessante. 

Chi desidera saperne un pochino di più di alchimia legga qui
Ho trovato un articolo piuttosto curioso sul batterio delle pepite di oro leggi qui


sabato 26 luglio 2014

Perchè i credo ed i dogmi chiudono la vita





Sugli effetti nocivi di un credo assoluto scrissi un articolo : attento a ciò che credi, oggi sugli effetti placebo e nocebo, inserisco un articolo  scritto dalla giornalista  Mariateresa Truncellito, che sono certa troverete assai interessante : morire per la paura di morire.

Dunque non si tratta solo di un vago sospetto, che " credere con grande aspettativa in qualcosa di benefico o malefico",  possa scatenare l'evento, " persino la morte", in quest'articolo, spiegano in modo scientifico cosa accade nel nostro cervello.

Se un medico nel caso di una malattia terribile, non ci concede qualche speranza, che razza di medico è?  Forse sarebbe il caso di cambiare medico, comunque il gioco resta comunque nelle nostre stesse mani, noi possiamo cambiare la nostra sorte, non vi è nulla di assoluto, la fisica quantistica ci insegna che molte sono le possibilità..

Nulla qui è assoluto, creare nuovi dogmi penso sia insensato, anzi, dovremmo iniziare a sciogliere quelli già esistenti e forgiarci rinascendo nuovamente, abbattendo i vecchi programmi mentali, e cercando sempre il meglio.
Questo modo di procedere, si dovrebbe applicare in tutti i campi, non solo nel caso di malattie pericolose.

Per le vecchie generazioni, questo è difficile, comunque mai impossibile, per le nuove, tutto è ancora aperto e da scoprire.

Qualcuno ci esorta a tenere la mente ben aperta, senza che il cervello fuoriesca e cada per terra, (scusate non mi ricordo chi l'ha detto), penso che sia giusto, tuttavia siamo muniti anche di un cuore intelligente, persino di un intestino intelligente, tutto il nostro corpo è intelligente, spesso è invece la nostra mente quella meno intelligente. 
Scrissi tanto tempo fa un articolo che ancora oggi vi meraviglierà leggi qui, impensabile vero?, eppure non è affatto una favola, per cui tirate voi le conclusioni...
(Scusate le ripetizioni di "intelligente").


venerdì 25 luglio 2014

Essere misterioso e viandante




Non vi è vita più insensata di chi non desidera entrare in sintonia con il proprio essere, si nasce da soli, si muore da soli, la felicità è uno stato interiore.

La crisi personale, è una grande occasione per nuotare verso l'oceano interiore, che ci richiama da sempre, abbandonando la vuota socialità che spesso si accompagna alla nostra vita. Il vero amico è colui che ti riconduce a te stesso, ben consapevole di quanto sia importante una connessione con quel tuo essere misterioso e viandante, che per quanto paziente ed amorevole, prima o poi deciderà di fare altre esperienze, altrove, e questo con te o senza di te.

Mentre il nostro "piccolo io", si muove in quella realtà (un vero e proprio teatro), che è la vita sociale, e cerca di accaparrarsi più soddisfazioni possibili, di tutti generi, l'essere vero, provvede a tutto il resto, al nostro equilibrio fisico ed energetico. Il piccolo "io", tranne l'assunzione spesso squilibrata di cibo, l'agitazione, non provvede ad altro, e per di più non fa che lamentarsi se certe vicende della sua vita sociale, (lavoro, amore, relazioni, salute),non scorrono come vorrebbe, il suo terribile vizio è la soddisfazione dell'ego. 

Ed è così quasi per tutti, ma esiste chi si accorge un giorno, che questo tirannico io, altro non è che un personaggio virtuale, a volte necessario per vivere socialmente, ed allora la ricerca inizia e le sorprese non mancheranno mai.

Raccontato così, parrebbe quasi una piccola e semplice passeggiata, in realtà ricongiungersi al proprio essere vero, non è affatto facile, anzi, è un percorso graduale, nel quale ci accorgiamo piano piano, di dare sempre minor importanza alle cose di superficie, rivalutando l'integrità del nostro essere, è un percorso colmo di incertezze, tutto ciò che ci hanno raccontato, che abbiamo letto, i nostri tranquillizzanti credo, sono rimessi in discussione e spesso vediamo intorno a noi solo terra bruciata, esperienze di relativa importanza.

Comprendiamo che ciò che ci circonda e che abbiamo visto come una solida realtà, non è però quella che abbiamo sempre creduto, che stiamo abitando una stazione locale, non planetaria, non universale, nella quale tuttavia possiamo trovare dei segnali e dei simboli che potrebbero ricondurci alla nostra integrità.

Non è solo colpa nostra, nella stazione locale, vi sono potentissime suggestioni, basse vibrazioni che ci tengono ancorati a quella vita fatta di nulla, girotondi viziosi, nei quali le nostre peggiori caratteristiche sembrano emergere e ci conducono lontani dal centro vitale del nostro cuore sacro. La cura? Solitudine, amore e conoscenza ed umiltà, veramente tanta. (Umiltà non significa disprezzo o sottovalutarsi).

Il vero amico, non ti trascinerà in scorribande insensate, ma ti ricondurrà alla integrità del tuo vero essere, a volte quasi abbandonandoti a te stesso, e così dovrebbe essere nell'amore di qualsiasi tipo. Il vero stato di felicità è l'integrazione nel tuo vero essere, la consapevolezza interiore, l'amore privo di ogni secondo fine, nessuno può regalarti tutto questo, lo devi conquistare da solo/a. Certo esistono persone che ti possono illuminare il cammino, in fasi particolari e terribili, ma il resto lo devi fare tu e non esiste davvero nessuna scorciatoia, paradossalmente, chi pur possiede tanta ricchezza monetaria, non potrà  mai comprare il proprio essere interiore.

Credo che a questo punto, sia giusto precisare, che questo articolo, non vuole giudicare ed insegnare, è una esperienza personale, che non tutti riusciranno a condividere, solo qualcuno si ritroverà, desidero pubblicarlo, proprio per chi sta affrontando lo stesso difficile percorso.


martedì 22 luglio 2014

Gli Eterni ed i mondi virtuali.




Un racconto visionario e fantascientifico?, forse, comunque sia, qualsiasi riferimento è puramente casuale....e speriamo sia solo tanta fantasia...



Siamo tutti prigionieri? Prigionieri di questa paradossale realtà, in cui nasciamo, cresciamo, ci innamoriamo e magari ci sposiamo, poi arrivano i figli, lavoriamo, andiamo in pensione (ed invecchiamo), fino alla fine dopo di ché ci sbattono sotto due metri di terra.

Tralasciamo tutto l'orrore che sta in mezzo, crisi, fame, guerre, delitti, povertà non solo quella materiale, ma soprattutto quella spirituale, insomma il cerchio è sempre o quasi lo stesso, per ogni umano, o quasi.

Insomma davvero la nostra vita si riduce a questo? Davvero non vi è altro, Davvero siamo come pesci in un acquario? Vi ricordate quel film di fantascienza Nirvana , qualcuno ha inventato il gioco, si diverte a guardarci e ci fa agire come vuole clicca qui.

E' possibile ribellarsi?  Trovare una via di fuga, oppure l'unica speranza è quella di essere cancellati, da chi ha creato il gioco??

E chi ha creato il gioco a sua volta è davvero libero?

Non è forse un indizio feroce,il fatto che possiamo utilizzare solo una percentuale minima del nostro cervello, e che per arrivare al centro di noi stessi, siamo costretti a soffrire terribilmente,.. quante volte nascono ostacoli ed impedimenti nel momento in cui qualcosa sta schiarendosi nella nostra mente? Quante volte la sera, siamo in grado di vedere una luce, e la mattina dopo ricordiamo poco e nulla e dovremo ricominciare da capo o quasi, come se un qualcosa di estraneo, ma ben nascosto in noi, riuscisse a cancellare quei programmi avanzati..., che siamo riusciti a trovare con tanta fatica..

Forse tutto ciò è oltremodo visionario, tuttavia, come sempre dico, ci sono cose che non quadrano, e persino scegliere tra la pillola rossa o blu, potrebbe non essere sufficiente..  Perché qui, purtroppo esiste anche l'illusione tremenda di risvegliarsi, l'illusione della libertà, che ormai fa parte del gioco, per cui anche il piccolo o grande risveglio, persino l'idea di libertà, si trasformano in ulteriori illusioni...

Chi arriverà a questa consapevolezza, non può e non deve rassegnarsi, o gettare la spugna, ma cercare altrove, esiste un minuscolo collegamento, quasi invisibile, che ci lega alla vera realtà...occorre allenare molto la nostra memoria, e aprire il nostro cuore, nonostante tutto l'orrore,  poi vivere istante per istante, senza volgersi al passato o al futuro, vi è un dispendio enorme di energie, quando si torna nel passato, o si proietta la nostra mente nel futuro. Quelle energie vanno utilizzate al meglio, per trovare il collegamento...e poi utilizzarlo.

Sapete,  da circa un anno, mi hanno rinchiuso senza alcun motivo, in una cella, ora ho la certezza, che tutto ciò che ho scoperto, non è altro che la pura verità.

Loro non sanno però, che sono riuscito a trovare il collegamento, e raccontare tutto a qualcuno ora sa, quello che cuori  criminali,  riuscirono a compiere, nelle loro operazioni di ibridazione, nella successiva creazione di tanti giochi a loro piacere, per sfuggire alla terribile noia che sovrastava il loro vuoto interiore....

Sono geniali, ma sempre criminali, sono sfuggiti al dissolvimento, proprio grazie a ciò che sono riusciti a creare, una miriade di mondi virtuali  - ma tutti, con un invisibile collegamento alla fonte, dalla quale prelevano illimitata energia vitale, ma che a loro volta alimentano il sistema.

I giochi sono quasi terminati,  mi domando se Quelli di sopra, decideranno di salvare tutti questi mondi virtuali, oppure li dissolveranno completamente per essere certi che questi criminali spariscano per sempre.....

Saremo dunque tutti cancellati....? Anche gli innocenti? Ma noi siamo veramente tutti innocenti? 

Rumore di passi, qualcuno sta arrivando - stanno entrando nella cella....


Un giovane uomo biondo, si rivolge a me infuriato ed urla:

- " Sei solo un pazzo, hai idea di cosa hai fatto? - Hai dato le coordinate della nostra posizione ai "perfetti" , ora siamo perduti, tutto ciò che è stato creato si dissolverà, loro lo dissolveranno, perché, odiano tutto ciò che è imperfetto ed a scadenza..."  Eravamo riusciti a sfuggire alla loro crudeltà, grazie alla creazione di questi mondi virtuali dove ci siamo rifugiati, ma ormai non vi è più speranza..."
I nostri mondi pur imperfetti, stavano evolvendo ...tutti noi stavamo evolvendo, hai consegnato tutto nelle mani di quei crudeli "Eterni", che hanno il terrore di essere inquinati dalle imperfezioni, cancelleranno tutto, come fosse neve al sole...

Io rispondo:
"Non è vero, tu menti, hai solo paura di sparire per sempre, la tua è una crudeltà senza rivali, hai inventato la morte, il dolore, la guerra, l'omicidio, tanto orrore...un abisso senza fine."

E lui mi contrattacca:
Non sono riuscito a fare di meglio, ogni successo ed evoluzione, fa scattare una discesa nell'abisso, ogni cosa buona e cattiva, deve essere equivalente, è l'equilibrio della dualità, che permette a tutti di vivere in questa virtualità, questi sono gli effetti collaterali, almeno fino ad oggi. Ormai tutto questo sparirà, non ci lasceranno vivere, per loro siamo come mosche e zanzare fastidiose.
Io non sono perfetto, ma in realtà non faccio morire nessuno, tutto viene salvato e recuperato, grazie ai codici genetici e all'unicità di ogni essere e creatura. Non annullerei neppure l'essere più indegno e repellente, conosco bene l'imperfezione e la so accettare.

Sono nuovamente io a parlare:
Se questi perfetti sono tanto perfetti, non possono desiderare la nostra fine, magari ci aiuteranno a migliorare, ci lasceranno vivere e potranno intervenire in modo benevolo...

Parla nuovamente il giovane biondo:
Sei un ingenuo, non li conosci, vivono nei loro olimpi, sono eterni ma non conoscono amore, certo neppure l'odio, non hanno sentimenti, l'eternità li ha resi privi di ogni iniziativa, hanno i loro servi, disdegnano la presenza di qualsiasi altra essenza imperfetta, si potrebbero definire degli "snob". 
Chi è riuscito a raggiungerli, li ha poi abbandonati, per tornare nei nostri mondi virtuali, era preferibile alla loro vita senza senso, senza un nulla..., senza alcun ideale....
Io lo so bene ero uno di "loro". Sono fuggito, non ne potevo più della loro esasperante staticità....Ho creato la morte, proprio per far sì che le creature vivessero al meglio il loro tempo, l'umanità è stata la mia ultima invenzione, francamente mi ha dato molti problemi, nel suo cuore era stampato lo stesso orrore per la diversità, invece di accettarsi, ha cercato sempre "la perfezione", invece di reinventarsi come avrebbe dovuto fare..., sono stato costretto a limitarne l'intelligenza, sapevo che quella parte che apparteneva a loro, prima o poi mi avrebbe fregato. 
Purtroppo è accaduto il peggio,  loro adesso sanno come trovarci,  e credimi non avranno alcuna pietà...,il grande inganno era proprio questo, tu come tanti altri sei rimasto incantato dall'eternità, ma quel tipo di eternità non può essere nostra, gli altri lo avevano compreso, e sono tornati indietro, tu invece hai tanto odiato l'imperfezione, da riuscire a portarli qui..., non so se ti salveranno, per questo, non conoscono gratitudine e amore, francamente penso di no.

Tutti gli universi iniziarono a contrarsi, universo dopo universo, galassia dopo galassia, restò alla fine, solo una piccola biglia colorata con cui uno degli eterni, iniziò a giocare...., poco dopo, si annoiò, la passò ad uno dei suoi servi....

Il servo altri non era che il giovane biondo travestito....., ecco qui, tutto presto o tardi, cari amici, ricomincerà...

domenica 20 luglio 2014

Cosa esiste oltre l'universo o multiverso?





Porsi una domanda del genere è da pazzi?, cosa c'è oltre il nostro universo? Probabilmente è vero, dire universo è restrittivo, probabile che vi siano più universi, e dunque occorrerebbe dire "multiverso". Quindi potrebbe essere che oltre l'universo in cui viviamo, non vi sia altro che un altro universo e così via...?

Ma oltre il multiverso, c'è davvero il nulla? Oppure semplicemente la causa primaria e originaria da cui tutto è scaturito?

La nostra pur fertile immaginazione, davanti a questa domanda, perde i colpi, e non sa dove appoggiarsi, i nostri antichi uomini di sapere, l'esoterismo, la scienza e persino la fantascienza, si fermano..., o comunque non sanno quale possa essere una ipotesi plausibile.
Come è possibile dare una risposta plausibile? In fin dei conti siamo in grado di utilizzare solo una minima parte della potenzialità del nostro cervello, non sappiamo neppure cosa siamo e quale sia la nostra reale origine, e poi si può veramente spiegare un effetto senza conoscerne la causa?.

Eppure stranamente è così, l'umanità tenta di spiegare gli effetti, e non la causa principale che ha dato origine a tutto ciò che per noi è un grande mistero.

Vi sono altre persone che si pongono una domanda così? Eccome, leggete queste discussioni.

L'unico modo possibile di formulare una ipotesi, per noi è quella di rovistare nella nostra mente, o affidarsi a qualcosa che esula da lei, la nostra mente ci riporterà all'inizio, al famoso big bang di cui nessuno, oggi, è tanto più sicuro, oppure alla suggestiva ipotesi visionaria che tutto sia un ologramma, dunque solo una infinita illusione, alla quale tutti senza eccezione alcuna, inconsapevolmente partecipiamo.

Ma entrambe hanno necessità di una causa che le faccia vivere, nulla può essere senza causa, oppure anche questa mia asserzione potrebbe essere un ragionamento troppo umano?

Se ci affidassimo a qualcosa che esula dalla nostra mente e da spiegazioni troppo razionali, è ancora più pazzesco pensare che oltre tutto questo scenario, esista una Ineffabile Intelligenza che in qualche modo, rifletta se stessa? nella sua creazione?
Inoltre, questa Intelligenza, è la causa originaria o vi è ancora dell'altro?

In un quadro così misterioso, si introduce qualcosa di assai più misterioso...sentito mai parlare della coscienza assoluta?

E' inevitabile, non esiste risposta certa, ma vi sono indizi sparsi sul pianeta, nelle galassie, nel nostro universo, e nel multiverso, che qualcosa di incredibilmente meraviglioso, sia accaduto e stia accadendo, l'importante è non fermarsi agli effetti, ma considerare sempre, che vi sono cause relative e cause assolute....ad esempio: noi siamo figli dei nostri genitori, ma anche del mondo, composti della stessa materia delle stelle e non solo...


venerdì 18 luglio 2014

Qualcosa da condividere







Nulla da dire, in fondo non importa scrivere in prima persona, ciò che qualcuno ha già scritto in modo eccellente,  qualcosa da condividere.







lunedì 14 luglio 2014

Non vuole il nostro dolore, la nostra prigionia, la morte.





         Non vuole il nostro dolore, la nostra prigionia, la morte.
        L'Eterno, è libero, e desidera esseri altrettanto liberi,
non chiederà mai olocausti, sacrifici o sangue.

                  Le Sue porte sono aperte da sempre, ma i nostri occhi non sanno vederle,
                    i Suoi messaggi sono potenti, ma le nostre orecchie non sanno udire,
          il frastuono del mondo, ci ha rotto i timpani,
                 i messaggi di falso amore, hanno oscurato la nostra anima.
Per Lui nessuno è inferiore o superiore, e l'unico maestro vive
nel tuo cuore segreto.

           L'eterno, è ovunque, ma l'ovunque non si compone nello spazio e nel tempo,
          non  ti parlerà con discorsi complessi, è in grado di farsi comprendere
persino dai bimbi, 

Desidera solo la tua vera libertà,
solo nella libertà,
potrai vedere la Sua presenza.

E non pregarLo mai di annientare i tuoi nemici, 
Lui ama incondizionatamente qualsiasi creatura,
non castigherà  mai nessuno,
desidera solo che la verità vinca,
e tutti siano liberi e completi.

Tanti mondi sono soggiogati dall'inizio e dalla fine,
vi può essere in quei mondi vera libertà e amore?,
ove le creature si divoran l'un con l'altra?
Poteva essere desiderio dell'Eterno forse creare dei mondi finiti?
delle creature a scadenza?

La morte non è una Sua invenzione, non ne aveva alcun bisogno,
per compiere  le Sue grandi trasformazioni.
Lui è l'alchimista per eccellenza, ma la morte non vive
tra i Suoi ingredienti..

Tutto ciò che vedi non è stato da Lui creato,
ma nonostante ciò ama te ed ogni altro...
e ha lasciato le Sue porte aperte dall'inizio dei tempi.

Rifletti:

Poteva essere desiderio dell'Eterno di creare dei mondi finiti?
delle creature a scadenza?

Cercalo nel tuo cuore segreto, nell'amore più puro, nell'innocenza dei bimbi,
nella musica più eccelsa, nell'eternità che è tua per diritto.
Non ascoltare il frastuono del mondo, 
non inseguire amori fasulli..

Il risveglio non è altro che amare davvero ed aprire gli occhi all'Eterno...
La Sua porta è già aperta e la morte non ti ghermirà.

Se tu fossi Eterno, genereresti figli mortali?
Il tuo cuore segreto ha ragione a non accettare un Dio, che non sia L'Eterno.


Ma allora di quale Dio Parliamo?   Forse qui ti sarà più chiaro 



domenica 13 luglio 2014

Miti, leggende e l'Essere.



Avevo già letto di Agharty e del Re del mondo, a suo tempo, su una rivista, ho trovato un articolo che più o meno riporta le stesse cose leggi qui.

Esiste davvero un mondo sotto terra, governato da un Re così saggio, da cui dipende il destino dell'umanità? O è una pura leggenda, Magari esiste, ma in una dimensione più elevata, non accessibile agli uomini comuni?

Alcune testimonianze confermerebbero davvero la sua esistenza,  testimonianze sia di ricercatori, che di persone che si sono trovate quasi casualmente in certi luoghi.  Alcuni, sostengono di essere in contatto telepatico e spirituale con i maestri di questo immenso e misterioso luogo, e di poterlo visitare attraverso il loro corpo astrale.  Nessuno può comunque dichiarare se tutto ciò è vero o falso, dal momento che il luogo è inaccessibile a chi non è pronto. Potrebbe essere una metafora? 

Il ricercatore insegue miti  e leggende da sempre, Il Santo Graal, Il tesoro dei Templari, la città d'Oro, Atlantide, tutti questi viaggi comunque non faranno altro che ricondurlo al proprio essere, solo nel proprio essere vi è il segreto dei segreti, all'esterno esiste solo un'immagine riflessa, ciò che veramente conta è l'essenza.

Io stessa mi appassiono, ma sono cosciente che l'essenza non è fuori, la salvezza non sta ad Agharty, che anche se esistesse, non potrebbe  mai accoglierci, se non siamo pronti, ciò che è importante è entrare nello stato dell'essere, e non esistono armi, trucchi, o inganni per farlo, non si può pretendere o forzare, ma semplicemente... maturare una pazienza ed una umiltà, ed un amore infiniti, che sciolgano in noi ogni pretesa di voler apparire i migliori, i primi, cercare onori e gloria. L'Essere ama, Lui sa, dal momento che istantaneamente è collegato a tutto ciò che esiste....Riallinearsi completamente, potrebbe essere la cosa più facile e difficile della nostra vita, il successo non è mai garantito, ed a volte l'illusione di aver conseguito una vittoria, crolla miseramente davanti ad un nuovo volto che non conoscevi ancora di te..., che magari non piace al tuo ego...

Non è neppure sapere e conoscere tutto in modo perfetto, le parole, i nomi, sono una nostra cultura, non è la sua, è come quando ti trovi davanti ad uno straniero che conosce la tua lingua, ma tu non conosci la sua, dipendi dallo straniero...tutti i più veri e più grandi successi della tua vita, sono suoi soltanto suoi.


Paralisi del sonno e suono alieno




Un mio lettore, mi ha scritto sotto i commenti proprio oggi le testuali parole che potrete trovare sotto questo articolo:

Ci sono veramente tante persone che soffrono di paralisi del sonno, che parrebbero essere una naturale protezione, durante i nostri sogni, in pratica una specie di cintura naturale di sicurezza leggi qui,  insomma la natura sa quello che fa, purtroppo una durata più lunga in questo stato, può generare terrore e panico.

Ma nel caso specifico, la questione si fa molto interessante, il lettore dice che nell'ultima sua paralisi, ha captato un segnale radio, proprio come quello che si trova nell'articolo  da leggere qui.

Si tratta davvero dello stesso segnale alieno? Se fosse così, sarebbe una prova incontestabile della nostra facoltà di percepire cose, che vanno ben al di là dell'ordinario, ovviamente però, sarà anche ben difficile dimostrare che quel suono sia lo stesso.

Molti studiosi, hanno spiegato che le visioni, i rapimenti alieni, siano legati a false percezioni che possono svilupparsi durante le paralisi del sonno, proviamo invece a vedere la cosa da un'altra angolazione. Come tutti sappiamo ormai, la visione della nostra realtà dipende da segnali che giungono al nostro cervello attraverso in nostri sensi, ora immaginiamo che durante la paralisi del sonno, il nostro cervello riesca a captare altri segnali molto più lontani e quindi a vedere una realtà diversa, a sbirciare altre dimensioni in cui si muovono altri abitanti extraterrestri, quasi sempre invisibili ai nostri occhi...si spiegherebbe ciò che è accaduto al mio lettore, e non solo, che anche coloro che vedono strani esseri, stiano semplicemente sperimentando altre realtà, sulla questione dei veri rapimenti alieni, penso che la paralisi sia indotta, di tutta altra natura.

Se uno scienziato passerà di qui, dirà che queste sono tutte sciocchezze, dal momento che alcuni esperimenti, dimostrano che il coinvolgimento di alcune aree del cervello, possono appunto dare come risultato certe visioni assai bizzarre, ma anche qui  voglio ribaltare la situazione, chi ci dice che coinvolgendo certe aree del cervello, non si modifichi anche la visione della realtà? Attraversando vari strati dimensionali di cui ognuno ha il suo segnale?

Oppure il tutto si può spiegare nella virtualità della nostra esistenza? Se tutto fosse virtuale, questa discussione sarebbe assolutamente inutile. Tutto si spiegherebbe autonomamente.

La paralisi del sonno, dal mio punto di vista, potrebbe celare un bel trampolino di lancio, per scoprire molto di più, forse in quel momento il nostro cervello si trova in una condizione particolare, neutra, (o in fase multidimensionale?) nella quale è possibile percepire tanto altro, persino un segnale alieno a distanza impossibile.

Probabile che qualcuno ne sappia ben più di me, io sono arrivata a questo, in modo molto intuitivo, altri sicuramente hanno compiuto dei complessi esperimenti ...o magari studiato molto di più.

Comunque sia, ringrazio il mio lettore, per la sua fiducia dimostrata, nei miei confronti.



Commento del mio lettore:

Angy, sono andato a fare delle visite, come mi avevi consigliato e mi hanno diagnosticato 2 disturbi, il primo è come sapevo il sonno ipnagogico il secondo non mi ricordo il nome tecnico, ma sembra che ho del gel sulla retina degli occhi che mi fa vedere cose che non possono esistere. 

Per entrambe le patologie non esiste cura, e l'oculista mi ha detto che non ho nessun problema alla vista.

Volevo solo linkarti questo articolo: http://olivieromannucci.blogspot.it/2014/07/sensazionale-scoperta-dallo-spazio_11.html

il terzo video uppato nell'articolo, fa sentire l'audio di un segnale radio proveniente dallo spazio, che è lo stessa tipologia di segnale radio che ho sentito durante l'ultima paralisi del sonno che ho descritto precedentemente.













sabato 12 luglio 2014

Storia di fantasmi attuale



                                                         Fonte immagine : OnlyImage.com


Premessa
La storia che oggi vi racconterò apparirà anche sotto l'etichetta di un racconto fantastico, ma non è proprio così, a volte è necessario travestire strane esperienze, per proteggere chi le ha vissute e raccontate in forma amichevole e riservata. 
Ho già provveduto a chiedere l'autorizzazione e mi è stata concessa, a patto che io non riporti nomi e cognomi, e neppure la reale località.

Chiameremo quindi la persona "Lucia" ed eviterò di dare un nome alla zona in cui questo evento accadde qualche anno fa. Premetto che nulla fu mai pubblicato, neppure su un giornale locale, solo poche persone amici e familiari, furono informate sulla sua esperienza e quella della sua famiglia.

La prima cosa che vorrei precisare è che Lucia, non è mai stata una persona fantasiosa, non si è mai interessata al mondo paranormale, è una persona perfettamente sana sia fisicamente che psichicamente, è una seria professionista stimata nel suo campo, è sposata con due figli che oggi sono già laureati, ed un marito che è anche lui un serissimo professionista. 


Quello che accadde

Ebbene ciò che accadde, fu assolutamente fuori dell'ordinario. la famiglia viveva ( e vive tutt'ora) in una villetta, su due piani, fuori città, che confina con altre abitazioni.
Tutto iniziò una sera di estate, mentre sia i genitori, che i figli, dopo aver cenato, stavano tranquillamente guardando un film alla televisione.  Improvvisamente andò via la luce, ed uno dei figli immediatamente dopo essersi munito di una torcia, andò a verificare il contatore, il salvavita era scattato senza alcun motivo, il ragazzo provò e riprovò a riattivare lo start, ma ogni volta che lo accendeva, dopo qualche secondo si disattivava.
La mattina chiamarono l'elettricista, che non trovò nulla di strano e particolare, quindi riattivò senza fatica il contatore.  Tutto a posto fino alla sera, quando nuovamente accadde la stessa cosa della sera prima, nessuno riuscì a riattivare il contatore. 
Chiamarono un altro elettricista, ma anche lui, non fece che riattivare il tutto,  poi controllò ogni impianto dell'appartamento, trovò tutto in ordine.

La terza sera, andò nuovamente via la corrente, rumori indefinibili, risuonarono nella villetta, colpi fortissimi, boati, lampi, ed una strana nebbiolina azzurra che scendeva dalle scale, sia Lucia che la sua famiglia, non riuscivano a capire cosa stesse accadendo, tanto da uscire ed andare dalla famiglia accanto, per verificare che la stessa cosa non stesse succedendo pure a loro. Nella villetta vicina tutto era in ordine, anzi incuriositi i vicini, andarono a loro volta, in quella di Lucia...e sorpresa!!! tutto era ritornato a posto, persino la luce.

La sera successiva, tutti i fenomeni furono ancora più forti, tanto che alla famiglia, sembrava che ci fosse un terremoto in corso, poi durante la notte sentirono come se diverse persone camminassero su e giù per le scale, tuttavia non videro nessuno. 

La situazione cominciava ad essere insostenibile, ma non riuscivano a comprendere cosa stesse realmente accadendo, non pensarono né ad un poltergeist, né ad anomalie paranormali, chiamarono semplicemente un geometra, per verificare lo stato della loro casa, con grande sorpresa quella sera non accadde proprio nulla.

Non erano neppure spaventati, più che altro molto scocciati, il figlio più piccolo volle fare un piccolo esperimento, la sera dopo, registrò quello che stava accadendo, i rumori, colpi, boati, e il rumore dei passi su e giù per le scale, la registrazione ebbe successo, riportò pari pari quello che anche loro udivano, non era una comune allucinazione uditiva, il fenomeno era reale....ma non capivano da cosa fosse originato.

Fecero poi controllare tutta la villetta, da esperti, scoprirono che non vi era nulla di anomalo, era solida ed era stata costruita nel migliore dei modi. L'impianto elettrico, idraulico e tutto il resto erano perfetti.

Tuttavia i fenomeni continuarono, anzi, ogni volta si aggiungeva, qualcosa di bizzarro, ad esempio la doccia si apriva da sola, la lavatrice si attivava automaticamente, nella cucina, si aprivano le ante, ed i tegami o piatti cadevano e si rompevano, persino i fornelli si accendevano da soli. 

La fascia temporale all'incirca era sempre la stessa, dalle ore 22 alle cinque di mattina, tutti i componenti della famiglia, nonostante la loro tranquilla indole, non ne potevano più, il sonno era troppe volte interrotto da tutti quei rumori, e la stanchezza era davvero tanta.

Poi subentrò un'altra anomalia, mentre dormivano, i loro letti, iniziarono a vibrare, a spostarsi, questo fu la goccia che fece traboccare il vaso, non fu più possibile convivere con tutta quella assurdità, dovevano capire l'origine del problema.

Lucia sua malgrado, iniziò a cercare su internet, qualche spiegazione, l'unica che corrispondeva era proprio il poltergeist, oppure avevano fantasmi in casa?

Dal momento che parrebbe che una spiegazione alquanto strana, sia  quella di una attività psichica adolescenziale, La prima mossa della famiglia, fu quella di far dormire il figlio più piccolo dalla nonna, ma ciò non risolse nulla, i fenomeni continuarono senza pause.
Allora fu la volta del figlio più grande, anche in questo caso tutto continuò, si allontanò Lucia e poi il marito, alla fine almeno scoprirono che nessuno di loro, era la causa di quel pandemonio.

Pur non essendo religiosi, decisero di chiamare un prete esorcista, il quale non fece altro che benedire la casa e recitare delle preghiere di esorcismo, ma anche questo non calmò la situazione.  Durante la notte, il rumore di passi era sempre più forte, e si estendeva a tutta la casa. Iniziarono poi le risate ed i lamenti, roba da far agghiacciare il sangue alle persone più coraggiose di questo mondo. I componenti della famiglia decisero che non vi era più altra scelta, dovevano andare ad abitare altrove, almeno per qualche mese, non ce la facevano proprio più. 

Con grande rincrescimento optarono per un piccolo appartamento nel centro della città, dove comunque ritrovarono una certa tranquillità.

La loro villetta era stregata? O qualcuno si stava divertendo alle loro spalle?  Durante il loro soggiorno nel piccolo appartamento, continuarono ad informarsi, e tra le poche ipotesi che venne loro in mente, ve ne era una che poteva spiegare il tutto, senza ricorrere alla via paranormale: qualcuno voleva la loro casa ad un prezzo stracciato?

Fecero controllare e controllarono ogni angolo della villetta, per trovare qualcosa che potesse spiegare i fenomeni bizzarri di cui erano stati testimoni, ma non trovarono niente.
La sera stessa provarono a rimanere a dormire nella loro amata casa, e nuovamente dovettero subire tutti gli sconcertanti rumori e gli spostamenti dei letti, oltre le risate ed i lamenti. Nulla di pericoloso ma davvero tanto, tanto fastidioso.

Si affidarono persino ad una medium, la quale percepì diverse presenze, però non riuscì a stabilire con loro alcun contatto. Non vi era alcuna ragione logica che legava fantasmi a quell'abitazione di nuova costruzione, e neppure alla terra dove era stata costruita.  Eppure lei stessa fu testimone di tutto ciò che accadeva.

La famiglia se voleva dormire, non poteva che restare nel piccolo appartamento e lasciare campo libero a quelle strane presenze, che dal canto loro non volevano sgombrare, e neppure avere alcun contatto con i vivi, tranne arrecare loro disturbo.

La scoperta.
La faccenda alquanto bizzarra, non dilagò pubblicamente, la riservatezza di Lucia e degli altri membri, era sempre stata inossidabile, tuttavia un amico di un amico del marito di Lucia, seppe quello che stava accadendo in quella casa, questa persona, amante del paranormale e da anni studioso serio, volle pernottarvi insieme ad un altro collega di Milano, dopo aver avuto il consenso del marito di Lucia e della stessa donna.

Secondo la loro testimonianza, i fenomeni si manifestarono in modo assai eclatante, riempirono la casa dei loro marchingegni, misurano fenomeni elettromagnetici di notevole entità, riuscirono a registrare delle voci, ed a fotografare almeno sei presenze, questo grazie ad un loro generatore di corrente, in casa l'energia elettrica continuava a non esserci, però dopo due ore anche il generatore non funzionò più, e le risate che echeggiavano nella villetta erano di vero scherno.

Ritornarono sul posto, con altri ricercatori di Milano, ed i fenomeni furono di tale entità, da risultare impressionanti, si aggiunse stavolta un terribile odore di bruciato, ma non vi erano mai state storie tragiche, oppure si stavano sbagliando?
Le mappe legate alla nuova costruzione, li stava ingannando?
Ricercarono a lungo, nelle biblioteche, nella storia di quel luogo e scoprirono che almeno tre o quattro secoli prima, sorgeva una costruzione, completamente rasa al suolo da un incendio, che non fu mai più ricostruita. Quindi la villetta sorgeva in quel territorio devastato, ma per quale motivo, i fenomeni erano iniziati dopo 20 anni dalla costruzione? E non subito? Era comunque questo il collegamento? 

Esposero ciò che avevano scoperto alla famiglia, forse poteva essere il collegamento principe, in quello spazio, erano rimaste alcune presenze, che non si erano manifestate subito, ma a distanza di venti anni, e questo era veramente strano ed inspiegabile.
Qualcosa era rimasto in sospeso, una potente energia psichica, legata al terrore dell'evento, oppure vi erano altre cause impossibili da accertare?
Il fatto è che i fenomeni, continuarono nella stessa intensità, l'odore di bruciato era talmente forte, da non poter essere tollerato. 

Lucia e la sua famiglia, furono costretti a restare nel piccolo appartamento, i ricercatori, continuarono le loro ricerche per lunghi mesi, incapaci di rimuovere quei fenomeni inquietanti, che ormai si manifestavano sia in loro presenza, che quella di altri. 
Erano sempre più convinti però che qualcosa era rimasto occultato nelle profondità di quella villetta, non sapevano, come avrebbero potuto riportare alla luce, qualcosa, se non attraverso degli scavi, la famiglia non avrebbe mai acconsentito, sia per gli ingenti costi, sia per la pubblicità che ne sarebbe derivata se avessero trovato davvero dei resti mortali.

Ma esiste sempre una soluzione, basta volerla, Lucia coinvolse in questa vicenda un suo amico costruttore, che in modo molto riservato fece ciò che doveva essere fatto, e infatti dopo qualche giorno, furono portate alla luce parecchie ossa annerite, appartenenti a diverse persone. Alla chetichella furono seppellite in terra consacrata, in un piccolo cimitero antico vicino ad una chiesa, questo grazie sempre alle amicizie di Lucia.

Se questa vicenda fosse stata di dominio pubblico, la pubblicità sarebbe stata devastante, mentre tutto fu silenziosamente occultato, fu comunque fatto ciò che doveva essere fatto, i ricercatori ebbero ragione, i fenomeni cessarono completamente, tutti furono ben ricompensati, e nulla trapelò.

Probabile che qualcuno riconosca questa storia, e si meravigli di leggerla proprio su internet, ma come potrà notare non vi è alcun riferimento, nulla che sveli l'identità di coloro che la vissero, i ricercatori dal canto loro hanno scritto in modo anonimo questa vicenda nel loro manuale.

Da parte mia non posso che ringraziare Lucia, che mi ha permesso di pubblicarla, spero di averla raccontata in modo fedele, ma senza far trapelare alcunché, a volte, cose molto strane, accadono veramente, ed in questo caso rimane ancora in sospeso il mistero dei vent'anni di silenzio, comunque ciò che emerge da questa storia è che i defunti di qualsiasi epoca, desiderano essere ritrovati e sepolti in modo onorevole, ed i vivi devono provvedere, magari recitando con compassione una piccola preghiera, per facilitare la loro pace ed il loro percorso.

venerdì 11 luglio 2014

Nibiru diteci qual'è la verità?




Quando scrissi questo articolo su Nibiru, era il 5 settembre del 2012 leggi qui , oggi ho trovato un articolo che nega assolutamente la sua esistenza leggi qui, nonostante ciò però, vorrei sottoporvi altri articoli che ribadiscono la sua esistenza, ad esempio questo e poi questo.

Per quale motivo sottopongo nuovamente alla vostra attenzione queste informazioni? E' semplice, ritengo quasi ogni blogger in buona fede, o comunque convinto di ciò che sta scrivendo, personalmente non sono mai stata catastrofista, anzi, tuttavia leggendo e valutando, .... e poi la conoscete la storia di al lupo...al lupo....

Non esistono prove eclatanti, però vi sono indizi, ad esempio la costruzione di rifugi sotterranei in tutto il mondo,  evento economici - finanziari.

Mi auguro che effettivamente Nibiru o quant'altro non esista, che questo pianeta sia semplicemente una invenzione di qualche burlone, (da sculacciare sonoramente), nello spiacevole caso, che dovessimo trovarci ad affrontare tutti questo pericolo immenso e fatale, occultato da tanto tempo da gente che ritiene le persone comuni meno importanti di loro, vorrei dire, che hanno sbagliato e stanno sbagliando, tra le persone comuni, vi sono persone incredibili e geniali, che potrebbero trovare soluzioni..ed aiutare. 

Se ciò rappresentasse la realtà, o  anche solo una possibilità, tutti avrebbero il diritto di conoscere la verità, anche la più brutta, ma la verità....

Non so quanto sia possibile un salto di dimensione, legato alla coscienza, teoricamente lo potrebbe essere...
Ma è chiaro che solo la verità, predispone ad una giusta preparazione...
Aggiungo anche questo articolo

Ora aspetterebbe a qualcun'altro di informare in modo trasparente e veritiero.


giovedì 10 luglio 2014

Terra, cosa sta accadendo? ebook gratuito





Stazione celeste sta promuovendo un libro di Francesco de Falco: Terra cosa sta accadendo?, Francamente l'ho scaricato,  in tempo reale, ma non l'ho ancora letto.

Però, l'ho scaricato assolutamente gratuitamente da questo link, che mi ha condotto su google play, e ho assolutamente fiducia nell'editore di Stazione Celeste, per cui ve lo propongo prima di leggerlo.

Ora vi saluto, vorrei appunto leggerlo..., spero che sia di mio e di vostro gradimento.
Se avete qualche problema fatemelo sapere.

Ringrazio Stazione Celeste e Francesco de Falco per questa iniziativa.


Ciao a presto.




La percezione telepatica - Dr. Micheal Persinger - Niente più segreti - ...



Per quanto sembri pura follia, telepatia, visione a distanza, sono tecniche utilizzate anche in campo militare, pare che chiunque di noi, con strategie giuste, possa accedervi, in questo video, che vi consiglio di vedere direttamente su You tube, in modo di leggere in italiano, ciò che questo relatore dice in inglese, si parla appunto di 7 miliardi di cervelli che teoricamente potrebbero collegarsi, l'intento è quello di scoprire tutti i segreti....

Sinceramente, l'argomento è molto affascinante, tuttavia, mi piacerebbe connettermi a ben altro che 7 miliardi di cervelli umani....

Magari per le visioni a distanza, diciamo che potrebbe essere molto utile, per ritrovare persone scomparse, o abbattere crimini....
Sono certa che ciò non sia affatto impossibile, anzi, tuttavia, occorre tanto tanto allenamento, tanta sperimentazione....
Magari se fosse possibile sbirciare oltre, questo sì che attirerebbe molto la mia attenzione...

Rapimenti alieni e ribellione



Sulla questione dei rapimenti alieni, è stato scritto di tutto, sono state formulate una miriadi di ipotesi, la maggioranza pensa sia un fenomeno legato ad una malattia mentale,  eppure questa testimonianza di una ragazza messicana, che tra l'altro non ha mai creduto agli alieni, che conduceva una vita "normale", dovrebbe far ben riflettere leggi qui

Vi sono altre testimonianze, non tutte sono eguali, ma le situazioni in cui avvengono questi incontri, non sono così dissimili.

La cosa che mi colpisce maggiormente, è il terrore di queste persone di essere diventate pazze, quasi come se vivere certe esperienze, fosse un marchio di infamia.

E' evidente che per chi le vive sono esperienze reali, che lasciano piccole tracce reali, ma probabilmente questi esseri alieni, hanno capacità psichiche che vanno oltre ogni nostra conoscenza, attraverso una sofisticata ipnosi o non saprei dire cosa altro, riescono persino ad apparire come persone a noi care, oppure nel caso di bambini, a prendere la forma del loro eroe preferito.

Cosa vogliono poi da noi questi esseri impietosi, senza emozioni, (questa è la descrizione di chi subisce i loro attacchi).
Una delle più terribili spiegazioni che troverete, è che vogliono la nostra anima, oppure che non potendo più procreare, si servano degli umani per creare esseri ibridi.
La questione pare paradossale, dal momento che qualcuno suggerisce che gli alieni grigi, in realtà siano asserviti ad altre razze molto più progredite, e quindi siano creature costruite nei loro laboratori. l'ulteriore stranezza è che invece secondo il misterioso Michael Wolf i grigi sono una razza totalmente pacifica leggi qui.
Qualcosa non quadra, ne converrete con me, a meno che questi esseri non siano dimensionali, capaci di assumere la forma che più desiderano, nel corso dei secoli, sono apparsi sotto svariate forme: demoni, angeli, fate, gnomi. etc...

In effetti tutto ciò mi fa pensare che siano creature intelligenti e dimensionali, impostori che si nutrono di qualcosa che ci appartiene : forse la nostra energia? Dico forse...
E che non siano affatto creature extraterrestri classiche, come vorrebbero farci credere.

Abitatori di dimensioni parallele alla nostra, (quasi oniriche), che però sanno come approdare alla nostra senza tanti problemi, sfruttando il fenomeno alieno.

Come dissi in un precedente articolo, l'anomalia sta nel ricordo di queste persone, mentre tante altre non ricordano e non ricorderanno mai, cosa realmente avviene tra le sponde del sogno e della nostra dimensione.

Temo che lo stato di terrore sia per loro molto gustoso, ma si accontentino anche della nostra energia vitale, il risultato per chi subisce questi attacchi  è grande stanchezza, dolori, depressione...

Paradossale? Impossibile? Assurdo?  In fondo gli esseri di questo pianeta, non vivono in base ad una crudele catena alimentare? - Probabile che questa si estenda ad altre dimensioni, di cui anche noi facciamo parte senza esserne coscienti...

La cura? Penso sia la ribellione, immaginate se tutti gli animali che uccidiamo, per i nostri interessi di vario tipo, si ribellassero e ci attaccassero....

Ovviamente scrissi a suo tempo un altro articolo, se vuoi puoi leggerlo qui.

mercoledì 9 luglio 2014

I tre giorni del condor - tremenda attualità



Ho rivisto questo film ieri......,è di una attualità sconcertante...

martedì 8 luglio 2014

Se vuoi nascondere un segreto, rendilo di dominio pubblico






Se tu volessi nascondere un segreto, che sai che prima o poi sarà svelato da evidenze incontrovertibili,  come ti comporteresti? 

Penso che la risposta sia semplice, lo daresti in pasto al pubblico, con qualche piccola variazione che faccia apparire quello stesso segreto distorto e non molto plausibile.

Siamo miliardi in questo mondo e ormai tantissimi interagiscono con internet, ognuno aggiungerebbe o toglierebbe qualcosa ed eccoci serviti, una miriade di segreti per ogni palato.

I segreti sugli ufo e gli alieni? Di tutto di più, alieni grigi, alieni bianchi, alieni rossi, rettiliani, umanoidi, nordici, dimensionali, sostituti di demoni, entità demoniache travestite da extraterrestri, ufo extraterrestri, di origine aliena, uomini in nero, elicotteri neri, complottismi, etc...

Ma qualcuno di noi ha forse mai visto un alieno? Vi sono persone che assicurano di sì, ma in che percentuale?  Poi è vero ci sono gli impianti alieni e quelli sono una prova abbastanza sicura, che qualcosa sia da tempo in atto...

Ma davvero possiamo comprendere i motivi reali di rapimenti e di sfoggio di ufo? E' evidente che gli alieni vogliono essere osservati, altrimenti si renderebbero invisibili, hanno facoltà di farlo, dunque desiderano apparire...per quale motivo? Si muovono in tutto il mondo senza alcun problema?

Per quale motivo i governi, ad esempio quelli Europei, non hanno mai preso in considerazione eventi del genere? 

Ovviamente tralasciamo video fasulli, lampade cinesi, droni, fenomeni atmosferici, abbastanza riconoscibili e pure quei corpi falsi, trovati, solo perché qualcuno vuole fare lo scoop della sua vita...e diventare famoso...

Sono certa che molti testimoni reali, non solo non racconteranno mai nulla, ma addirittura desiderano dimenticare cose che sono per loro fuori da ogni realtà, è umanamente plausibile, chi non  è  abituato a vivere il mistero,  vuole restarne fuori, in caso contrario penseranno che gli altri li riterranno pazzi o esauriti.

Ma cosa c'è di realmente vero nei  fenomeni alieni?  Se veramente qualche gruppo terrestre collabora con loro, è chiaro che vi siano tecnologie di cui non immaginiamo neppure minimamente l'esistenza. Ma domandiamoci da quanto tempo esiste questa collaborazione? Solo dal 1947? O da quando lanciarono la prima bomba nucleare? Oppure da molto più tempo?
Immaginiamo invece che qualche essere alieno sia sempre stato qui, che si sia confuso con noi, è possibile dunque che queste creature, abbiano giocato con l'umanità da tempo immemorabile? 
Verificando la velocità con cui la nostra tecnologia è progredita, si supporrebbe che siano almeno cento anni che essi si trovano qui, o forse molti di più? Quante civiltà si sono autodistrutte prima della nostra? Non lo sappiamo...

Ma poi si interessano a noi o al pianeta? O a certe risorse dello stesso?
Ma soprattutto noi siamo davvero il frutto dell'evoluzione terrestre? Oppure siamo stati trapiantati qui? Quanto c'è di vero nella storia della nostra evoluzione? Siamo originari delle scimmie? Ne siamo proprio sicuri.... oppure hanno modificato il nostro DNA? 

Tanti ricercatori hanno trovato indizi, che potrebbero costituire un'ipotetica prova, ma non una prova definitiva....nulla in questo campo è definitivo.
Molti ufologi, sono periti in circostanze poco chiare, almeno qualche anno fa, chi si avvicinava troppo alla verità, veniva eliminato...

Oggi proprio grazie ad internet, certe notizie, vere o fasulle che siano, si estendono a macchia d'olio, per cui sarebbe alquanto difficile uccidere tutti, altamente sospetto, per cui probabile che certi segreti siano realmente sotto i nostri stessi occhi, tuttavia, a volte sono talmente incredibili, che la nostra razionalità ci suggerisce che non possono essere reali.

Sono quasi di dominio pubblico, ma vi è il famoso 50% di possibilità che siano vere o false?
Questo 50%, basta ed avanza, la psicologia umana è bizzarra, quando tutti sanno tutto, la mente perde interesse, a meno che non vi sia una reale passione per certi temi.

Il segreto non è più tale, tuttavia l'interesse pubblico diminuisce, si pensa che siano tutte cavolate per fare denaro..(questo è una dei lati più divertenti, qualcuno lavora su certi argomenti per questo motivo, e l'etichetta di improbabilità  è ancora più marcata).

Un segreto reso pubblico e lievemente modificato, può benissimo occultare un segreto reale, ma con scopi e motivazioni differenti, chi lavora nell'ombra è al sicuro, troppe opinioni controverse, indagini che spesso non possono avvalorare nulla, le persone passano ad altro. Anche ricercatori di tutto rispetto, attraverso i loro contatti, possono essere fuorviati, condotti su strade senza via d'uscita o su labirinti senza fine.

I segreti resi pubblici, sono una strategia all'avanguardia, tutto è alla portata di tutti, per cui, quanto resta di vero? Psicologia spicciola: se fosse vero non sarebbero così accessibili....

Non dimentichiamo che vi sono uomini che hanno dato la vita, perché la verità fosse alla portata del mondo, ma oggi alla maggioranza, certe verità non interessano più....

Siamo un po' tutti come San Tommaso, se non vedo e non tocco, non credo, il dominio pubblico paga eccome, certi segreti pubblicati, sono più al sicuro che in cassaforte...