lunedì 30 marzo 2020

QUALE VERITA'

QUALE VERITA'?

Innanzi tutto grazie cara Angie per l'invito al tuo nostro spazio virtuale.
Riguardo la situazione attuale è stato detto di tutto e di più, ma cosa sappiamo veramente di questo nuovo virus e dei virus in generale?

Non sono creature biologiche, qualcuno ipotizza sian dei programmi, non avendo qualifiche di alcun tipo non posso dire nulla, soltanto osservare un mondo che sta cadendo a pezzi, forse abbiamo sbagliato strada, semplicemente e ne stiamo pagando le conseguenze. 

Ora siamo tutti uguali, ricchi e poveri, famosi ed anonimi, rinchiusi in casa ad organizzarci le giornate, chi deve accudire bambini o persone anziane, leggiamo, facciamo esercizi, guardiamo la tv, ci connettiamo ad internet o telefoniamo ad amici. 

Purtroppo ci sono persone che avranno ed hanno già seri problemi economici ed a loro va il mio pensiero, sperare che i governanti mantengano le promesse quando sarà finita l'emergenza, si spera presto, è sperare troppo, certo ora son sotto i riflettori e dovranno fare molta attenzione.

La Vita è saggia, e si esprime oltre le follie del mondo ed in essa confido, come la mia cara coautrice, cerco di ascoltare  l'Amore divino, trovare un poco di umiltà nei nostri cuori ci consentirebbe, probabilmente, di sentirlo più profondamente.

Il mio pensiero va anche a tutti coloro che si stanno prodigando negli ospedali, e darò il mio piccolo contributo anche a livello economico, e spero che i ricchi si rendano conto che davanti alle malattie bisogno abbassare lo sguardo a terra e metter mano al portafoglio. 

Grazie a tutti coloro che stanno lavorando per consentirci di andare avanti nonostante tutto.

Come scrisse un bambino napoletano in un noto tema:
noi speriamo che ce la caviamo.

Lao Tze 2020

venerdì 13 marzo 2020

Parole Parole Parole







Ognuno di noi ha la chiave per aprire lo scrigno prezioso nel proprio cuore.

Cerchiamola,..poichè null'altro è più importante...più urgente.

Che l'Altissimo conceda a tutti, nessuno escluso, finalmente, di trovarla.







giovedì 27 febbraio 2020

La recidiva coronavirus in Giappone è allarmante




La recidiva del coronavirus in Giappone,  è davvero allarmante, dunque coloro che sono guariti, possono nuovamente infettarsi?

Pare di sì, speriamo che vi siano altre ragioni, forse la persona in questione non era mai guarita, o forse non abbiamo ancora gli strumenti necessari per comprendere il comportamento di questo virus.

Coloro che sono faticosamente guariti, non possono considerarsi immuni...., come se fosse un comune raffreddore....

Speriamo bene....


sabato 8 febbraio 2020

Lo scrittore e la morte





A: Vorrei, anzi dovrei scrivere qualcosa....di interessante..

M: Su cosa? E  poi perchè?

A: E' il mio lavoro, vivo grazie alla scrittura..

M: Già dimenticavo, tu sei uno scrittore...

A: Uno scrittore, sì, ma che non scrive da almeno due anni...

M: L'ultimo tuo libro è stato un successo...bello l'ho letto, bellissime ambientazioni, esoterico, originale, sorprendente, un noir fantastico, un capolavoro...

A: E' stato facile, una ispirazione incredibile, sono riuscito a scriverlo in una settimana, mai accaduto prima, non so se capiterà ancora...

M: Ho capito, non vuoi scrivere le solite belate, l'ispirazione non è roba  da tutti i giorni, in effetti gli altri libri, erano parecchio ordinari.., come tanti altri.

A: In effetti hai ragione, purtroppo è così, ma ho promesso al mio editore di scriverne un altro all'altezza dell'ultimo,... non so come fare, nessuna idea geniale, nulla, il vuoto..

M: Ragazzo mio è per questo motivo dunque che stai cercando me?

A: Il fatto è che mi sono giocato tutto l'anticipo del mio editore e quindi mi trovo in un vicolo senza via d'uscita.

M: La via d'uscita che ti offro io, lo sai è definitiva e senza ritorno, sei sicuro di ciò che fai? questa è una storia vecchia come il mondo, gente che crede di non avere più ragioni per vivere...

A: No, non lo sono, tuttavia non riesco a valutare altre possibilità.

M: Ti sei giocato una somma così enorme?

A: Sì, una posta altissima, inoltre ho accumulato anche altri debiti, nessuno può aiutarmi..

M: Potresti scappare, uscire dal tuo personaggio..

A: Non ho neppure un euro...per fuggire..

M: Potresti fuggire e cercare un qualsiasi lavoro, altrove...

A: Mi conosce tutto il mondo, mi troverebbero subito..

M: Già la notorietà, ha sempre il suo lato oscuro...

A: Tu sei la mia unica via d'uscita, ma ho paura di te, lo sai bene..

M: Non hai torto, so di fare paura, sono una via definitiva e per nulla tranquillizzante, il fatto è che non sei tra i miei prossimi clienti, detesto le improvvisazioni, preferirei che aspettassi il tuo turno..

A: Tu che faresti al mio posto?

M: Affronterei la responsabilità, cercandomi un lavoro, poi non è detto, che l'ispirazione non ritorni nuovamente...

A: Sono senza idee, senza soldi, senza veri amici, senza un parente che possa aiutarmi, e con dei creditori che mi faranno la pelle nel peggiore dei modi, almeno io cercherò di darmi una fine senza troppa sofferenza...

M: Se ti uccideranno, non avranno più i loro soldi, penso che anche loro attenderanno un tuo nuovo libro...

A: Potresti ispirarmi tu? Raccontami di te...

M: Ne avrei di storie da raccontare, ma credimi finiscono sempre nello stesso modo, spesso devo fare pure gli straordinari, la pazzia di voi umani è indicibile, siete un disastro...omicidi, suicidi, stragi, guerre, sai quanti aiutanti sono costretto ad assumere, aiutanti che non sono preparati e commettono errori, che devo riparare sempre io, insomma il mio è un lavoro duro, e quasi tutti mi odiano e li capisco bene..

A: Io non ti odio, certo ho paura di te, ma non ti odio...

M: Ascoltami bene, cercherò di aiutarti, ti racconterò qualcosa che potresti utilizzare per il tuo nuovo libro, una storia straordinaria, miracolosa, che ha disorientato e sorpreso persino me, che ne ho viste di tutti i colori,  io sono l'ultima spiaggia per tutti, ragazzo mio,  ma in quell'ultima spiaggia, c'è una enorme nave che trasporta ognuno alla sua destinazione, se ti uccidi, la tua destinazione non sarà lieta, te lo assicuro....
Ascolta la storia che sto per raccontarti, prendi appunti veloci, ho ancora tanto da fare, non posso trattenermi a lungo, ma sputa quelle pillole... ora..

A: D'accordo, fatto, ma adesso racconta..

M: Bravo, dobbiamo tornare indietro più di 2000 anni, accadde qualcosa che molti di voi, ritengono sia una favola, un falso, io ti assicuro che invece è stato tutto vero, perché ero lì a fare il mio solito mestiere, conosci Gesù Cristo vero? 

Tutti lo conoscono, anche se oggi pare che sembra che tutti si siano dimenticati di Lui, ciò che è stato raccontato dai suoi discepoli è vero, più o meno, quando Lui spirò sulla croce, io ero lì, come per tutti,  ero andato a prenderlo, ma ti posso dire, che non avevo mai visto una creatura così bella e luminosa, fu molto amorevole nei miei confronti, un amore che raramente ho incontrato successivamente, ma dal momento che era morto, l'itinerario doveva essere lo stesso di tutti gli altri umani,  ed infatti Lui mi seguì senza protestare, ma giunti alla enorme nave in attesa, dopo avermi abbracciato, (nessuno lo aveva mai fatto), mi disse che sarebbe arrivato il giorno che il mio mestiere, non sarebbe più stato necessario, che l'odio che avevo sempre ricevuto, si sarebbe trasformato in un Infinito Amore, e gioia.
Poi mi salutò e ritornò indietro, era di una luce e bellezza che non avevo mai visto, gli gridai,  ma tu sei davvero il Figlio di Dio? Lui rispose certo!, anche tu lo sei e quando questo mondo non avrà più bisogno di te, ritornerai ad essere ciò che sei sempre stato, uno degli angeli più belli e luminosi di Dio..
Io gridai dove stai andando? Rispose : Ritorno nel mio corpo..., ed io: ma non puoi, ormai non può più accoglierti,..e lui disse: tranquillo lo guarirò, in tre giorni risorgerò, questa sarà la mia testimonianza di vita eterna, che gli uomini  dovranno imparare a credere...

So che accadde davvero,  lui risorse, io l'ho visto, e l'ho amato con tutto il cuore.
Sai da allora, sto aspettando che la sua profezia si avveri, sono così stanco, vorrei ritornare a casa, ed essere come Lui mi disse quell'angelo straordinario accanto al Padre Eterno.

Ma gli uomini non gli hanno creduto, e credono solo in me, ma non nella vita eterna, ed io sono ancora qui a fare il mio triste mestiere.

Tu volevi morire così stupidamente, ragazzo mio, Lui esiste è vivo, ed è ancora qui in questo mondo e vi sta aspettando....Lui è la Via, e la Vita, è nel vostro cuore pavido e spaventato, vi conosce uno ad uno.
Quanto tempo mi costringerete a lavorare così tanto e sempre di più? La vostra pazzia oggi è aumentata, sono così stanco ...

Cerca e scrivi su di Lui, ricorda agli uomini che Lui c'è, fai tutte le ricerche necessarie, riuniscile, e di loro che la morte l'ha conosciuto e lo Ama con tutto il cuore...




venerdì 24 gennaio 2020

una prova della sopravvivenza dell'anima?




Questa mia strana esperienza, credo sia degna di essere condivisa, dal momento che potrebbe essere una prova della sopravvivenza dell'essere umano dopo la morte.

Accadde circa sei o sette anni fa:

mentre ero a letto, premetto che non stavo dormendo ero perfettamente sveglia, ( però non ricordo esattamente l'orario,  sicuramente tra le 23 e le 24),  udii un rumore strano di sfregamento sulla coperta in fondo al letto, pensai subito fossero i miei gatti,  in realtà  erano in un'altra stanza,  questo rumore continuò, tanto che mi alzai dal letto per cercare di capire cosa potesse produrlo, mi accorsi allora che questo sfregamento, era fatto in modo circolare, come se qualcuno con la mano volesse disegnare un cerchio.

Non provai alcuna paura, ma tanta meraviglia, compresi che qualcuno di invisibile, mi voleva comunicare qualcosa di importante, infatti questo strano rumore continuò per molto tempo, con brevi interruzioni. Chiesi chi o cosa fosse, ma ovviamente non ebbi risposta, solo quello strano messaggio indecifrabile.

Alla fine mi addormentai, e sinceramente, tra il lavoro e tutte le cose da sbrigare, durante la mattinata non ci pensai più.
Quando verso le 13,20 tornai a casa, incontrai una signora mia amica che abitava nello stesso palazzo, lei mi chiese se sapevo cosa era accaduto a Michele (lui era la persona che si occupava della pulizia del palazzo, al quale eravamo tutti molto affezionati, per la sua gentilezza e disponibilità), le risposi di no, che non sapevo nulla e lei mi informò che era morto in un incidente la sera prima verso le 20,30.
Fu davvero un grande dispiacere,  ma anche una enorme sorpresa, ricollegai la sua morte, con  quello che era accaduto durante la notte, Michele era una persona molto religiosa e spesso parlava di Dio e di un altro mondo dopo la morte.  

Personalmente ho sempre pensato, senza alcun pregiudizio, che nessuno ha mai avuto una prova certa dell'esistenza di un' altra vita, ma neppure che essa non esista, per cui, occorre essere aperti ad ogni possibilità.
Mi sono chiesta, se lui abbia voluto, avvertirmi in qualche modo e darmi una prova della sopravvivenza dell'anima, attraverso il disegno di quel cerchio, simbolo dell'infinito.

Questa potrebbe essere la spiegazione più semplice,  certo bellissima ed auspicabile, ma mi chiedo ancora oggi,  se invece non si è trattato di un fenomeno di precognizione,  che nulla ha a che vedere con la sopravvivenza dell'anima.

Il fatto reale è che da allora non si è fatto più sentire per confermarmi la sua sopravvivenza.

Se a qualcuno di voi è accaduto qualcosa di analogo o comunque strano,  sarebbe bello poterlo condividere.

mercoledì 22 gennaio 2020

Autopsia di galassie






Leggere qui
  Certo è Impossibile effettuare una vera autopsia ad una galassia, ma servirebbe poi?  Questa forza sconosciuta ed assassina,  potrebbe raggiungere anche la nostra galassia Via Lattea?

Essa è forse un indicatore che la fase distruttiva è già entrata in gioco?,  Gli scienziati hanno ipotizzato che  tra miliardi di anni il nostro universo morirà e resterà solo il buio ed il vuoto, le infinite galassie sono solo piccole frazioni dell'universo.

Immaginiamo quali potrebbero essere le conseguenze drammatiche se vi fossero pianeti abitati da esseri senzienti e tecnologicamente avanzati,  in quella stessa galassia che è condannata ad una lenta morte, è evidente e giusto che cercherebbero di trasferirsi in altri pianeti orbitanti in galassie viventi.

E' una notizia che non ci riguarda?, troppo distante dalla nostra realtà?  E se accadesse alla nostra galassia? Noi umani non siamo tecnologicamente in grado di trasferirci in un'altra galassia, almeno per le informazioni che abbiamo noi comuni mortali.

Ma questa forza misteriosa, potrebbe compararsi al nulla di un noto film per bimbi, di tanti anni fa, nel quale il terribile nulla, annientava tutto ciò che incontrava sul suo cammino.

Siamo così piccoli, come granelli di sabbia, piccole particelle, in un universo immenso, ma forse non infinito come molti pensano, probabilmente il nostro  stesso universo è uno degli innumerevoli universi che fanno parte di un imponderabile ed non quantificabile mosaico.

Potrebbe questa forza sconosciuta provenire da un universo confinante? Un universo che è già stato ucciso ed adesso essa sta iniziando a contagiare il nostro? 

Qualsiasi cosa sia, non possiamo intervenire, oltre che piccoli, siamo anche impotenti, davanti a queste forze immense ed oscure, che sembrano così lontane, ma sono davvero così tanto lontane?  

sabato 28 dicembre 2019

Amore






          Se deporrai te stesso nel fuoco dell'Amore vero,

       se ti lascerai dissolvere dal Suo potente  Raggio,

       decadrà ogni possibile o impossibile bardo.  

        L'Amor è l'unica realtà, che nutre ogni essere.

        Tutto è effimero ed illusorio, ma non l'Amore,

       La vera Essenza della Vita.

       Nessun drago vero o illusorio potrà divorarti, se tu avrai 

       ceduto le armi, e sarai rivestito da quel Raggio.

   

      Chi Ama davvero, ( buon per lui), è già salvo....è già libero. 

      Sì, nascere una seconda volta, attraverso l'Amore...

      che spesso pensiamo sia debolezza o conceder tutto 

      a coloro che amiamo, per essere ricambiati,  no, non è

      questo l'amore......, non è definibile, non è quantificabile,

      ma abbraccia tutto...senza escludere nulla.



      Non è affatto semplice, poiché è Lui che sceglie te,  si 

      palesa, e ti ferisce il cuore, e poi doserà la sua energia,

      per non ucciderti.


     Non è affatto semplice, non è la tua volontà o ragione ad 

     evocarlo,  Lui che si presenterà senza preavviso alcuno,

    e ti farà assaggiare un attimo di Amore Eterno.

    Quell'attimo brucerà tutte le tue certezze.


    Resterai in trepida  attesa.. la tua ragione non potrà 

    evocarlo.


   E' un Amore senza confini che si dona  alla vita....

   ma nessuno può possederLo,  Lui va dove vuole andare....

  Tu potrai solo decidere di seguirlo,  o no, quando busserà alla 

  porta del tuo cuore. Se lo seguirai non sarà possibile tornare 

indietro, sarai errante per infiniti universi, un  suo messaggero, 

senza radici, solo Lui guiderà i tuoi passi,  non esiste logica

nei suoi percorsi, solo la legge dell'Amore senza alcuna partita 

doppia dare/avere. 


sabato 30 novembre 2019

La nostra origine





La nostra ragione, la nostra logica, è paradossalmente contro di noi, mentre un antico detto : il sonno della ragione genera mostri,  possiamo scoprire strada facendo che la ragione stessa genera l'incapacità di incontrare la verità.

La nostra ragione è limitata, le nostre percezioni sensoriali basate sui sensi tradizionali, altrettanto, cercare la verità con questi strumenti è fallimentare.

Ci insegnano che la meditazione, può esulare tale limitazione, indubbiamente essa può condurci in altro stato di coscienza, ma vi è sempre l'ombra della ragione che ci riconduce entro i limiti.

La gabbia è in noi,  e si manifesta anche fuori di noi.

Come possiamo sapere che ciò che ci raccontano è vero?
Se non siamo in grado di sperimentare, neppure un piccolo frammento di verità?

La ragione continua a prendere il sopravvento, il cerchio delle credenze alle quali non crediamo più,  ci conducono nel caos più assoluto, stranamente quel caos doloroso, può rappresentare l'inizio del viaggio, ma attenzione...le parole sono messaggi già sepolti, non potranno mai esprimere la verità, poiché nascono dalla stessa limitazione della nostra condizione umana, cercare di imparare da ciò che è scritto, è fallimentare.  La stesse formule magiche sono fallimentari.

Compassione, tanta compassione per la nostra condizione,
quella sottile compassione è l'espressione di Qualcosa che in noi è invece illimitato, quel Qualcosa ci vuole nudi, fragili, vinti, senza parole, senza meditazione, senza credo, senza idee preconcette o meno, quel Qualcosa lavora in silenzio con pazienza, è senza tempo e ispira solo chi non desidera più nulla chi è ormai privo di obbiettivi, di volontà ferrea di raggiungere uno scopo.

Quale scopo può avere chi è illimitato?Neppure la beatitudine ha più senso.

Ciò che cerchiamo è in noi, ma pare irraggiungibile, o pensiamo che sia ma non è. Ci inganniamo in modo sublime, trattati su trattati. .....che  sono solo una pallida ombra.

Non è mia intenzione condurre il lettore alla disperazione, ma allertarlo, condurlo anche se virtualmente, in quella regione sconosciuta di se stesso ove esiste l'illimitato.

Ma esiste davvero quella famosa scintilla Divina di cui tutti parlano ma nessuno è riuscito a mostrare al mondo?

Beh! se non esistesse, nulla sarebbe, poiché niente e nessuno ne è privo, è come un tesoro vivo di valore incalcolabile, che può restare nascosto per sempre agli occhi inconsapevoli.



Nessun giudizio può sfiorarlo, neppure tutte le nostre attività umane buone o cattive che siano.....tanto meno le religioni, è un patrimonio arcano, senza spazio nè tempo,  che tutto e tutti abbiamo ereditato, ma che non sappiamo dove trovare e come richiamare.

Le illusioni di averlo a disposizione per molti, sono appunto solo illusioni,  è fuori dalla nostra capacità di comprensione, dalla nostra ragione. 

Per attivarlo, occorre entrare in un territorio desertico e pericoloso, interagirvi realmente, può essere anche letale per la nostra formazione biologica. 
La sua potenza non è descrivibile, è creatore e  distruttore e non segue la nostra volontà nè buona nè cattiva.
Occorre essere nudi, e non aver più nulla da perdere, umanamente parlando, chi desidera salvaguardare il proprio piccolo mondo, gli affetti, la pace, la tranquillità, farebbe meglio ad evitare contatti troppo profondi. Non appartiene a questo mondo, forse neppure a questo universo.
E' illimitato è senza tempo, forse è  quella forza sconosciuta che chiamiamo Amore, ma troppo forte per noi, davanti alla quale siamo impreparati, fragili come il cristallo, la sua frequenza è assai difficile da sostenere, occorre un duro cammino.

Noi dividiamo la luce e le tenebre, il male ed il bene, il diavolo e dio,  il sublime e l'orrore..., il buono ed il cattivo..
per la Forza Sconosciuta, nulla è diviso..., ciò per noi non è accettabile.....non può esserlo, dobbiamo sempre schierarci o da una parte o dall'altra....e ci allontaniamo...dalla nostra origine.

Il fatto è che incontrare  davvero la nostra origine è per chi riesce a vincere la paura dell'ignoto, per chi cerca di unificare ciò che invece è sempre diviso da tutti, per chi volta le spalle a tutti i credo, e non fugge ...e non si nutre che di se stesso in simbiosi con ciò che può annientarlo come essere umano.

Per questo la via è per pochi coraggiosi, che non temono di perdere la propria vita e quella di chi amano.

Forse solo il Cristo  ha dato testimonianza del Padre Originario, Lui è morto, ma anche risorto nel Padre. 

Solo questo conta, tutto il resto è  una storia senza importanza.

domenica 17 novembre 2019

Lontano dai fulgori.





Lontano dai fulgori,

Lontano da tutto ciò che sembra importante,

Figlio di un altro universo...

Cosa fai qui?

In questo mondo senza luci eterne,

trascini la tua vita, 

nell'attesa di un giorno

in  cui ricorderai,

per quale motivo hai superato le barriere gravitazionali,

per essere qui.

Dove l'amore è a tempo,

ed il sonno è sceso nei cuori,

Cosa fai qui, figlio di un altro universo,

il tuo cuore è spezzato,

non vuoi più vedere,

a volte vorresti andartene,

ma il tuo amore non è a tempo,

e non stai dormendo, come tutti pensano.

non sei pazzo, come molti credono,

tu vedi la bellezza, ma anche tutto l'orrore

di questo universo che non è il tuo.

Soffrire solo ed in silenzio,

nessuno sa chi sei, 

ci sono altri come te, sparsi qua e là,

sai che stanno come te,

senza memoria, senza una mano buona

che li accarezza,

alieni a questo universo che ancora bambino,

sta evolvendo faticosamente.


Lontano dai fulgori,

lontano dalla tua vera patria,

lontano dai tuoi ricordi,


attendi e cerchi di resistere,

ma sei  troppo malato di nostalgia.


sabato 12 ottobre 2019

Come puoi pensare che la vita uccida la vita?




Come puoi  pensare che la vita uccida la vita?

Già ma noi sappiamo che la morte esiste, anche se i più ottimisti sono certi che sia solo una trasformazione, un cambiamento di stato, che nell'altra dimensione continueremo a vivere.


Il nostro corpo sarebbe solo una macchina biologica, composta ....Vs Onore mi oppongo, questa così chiamata macchina biologica... è un insieme di cellule che vivono..., nascono, lavorano, e poi muoiono, più o meno velocemente, atomi, elettroni che hanno una loro propria intelligenza...

Non vedo alcuna macchina, osservo invece un insieme di energie intelligenti che cooperano per permettere alla persona di vivere.

Dunque la morte è la disgregazione assoluta di questa cooperazione, quando qualcosa non funziona, per le più svariate ragioni, non importa poi molto quali.


Noi cosa siamo noi?  Noi che pensiamo, decidiamo, soffriamo, ma anche ridiamo e qualche volta siamo felici? Cosa siamo realmente? Real-mente?


Pura coscienza, organizzata in vari gradi? che si inserisce in questo ente cooperativo, oppure una entità che viene prodotta dallo stesso? O Entrambe?

Gli scienziati hanno scoperto molte cose, ipotesi, ma nessuna certezza.

Le NDE non sono prove che un'altra vita esista, poichè il nostro cervello ha possibilità incredibili, nel momento della crisi e della disgregazione, si programma per rendere questo addio più accettabile.


Vs Onore mi perdoni,  forse solo credere tenacemente in una vita oltre la vita, potrebbe farci sopravvivere,  e compiere un salto quantico? Forse una terribile emergenza, come quella della morte, induce tutto il nostro ente cooperativo a creare un corpo invisibile che consenta di vivere....ancora, anche se in un modo del tutto differente.


Il nostro stesso meraviglioso corpo,  tanto calunniato, è un insieme di diverse energie e

riesce a creare un salvagente,  "quel corpo invisibile ", in questa dimensione, tuttavia percepibile in quanto energia.

Come puoi pensare che la vita uccida la vita?

La sua Intelligenza è infinita, siamo noi i nani della situazione, noi che rincorriamo le chimere più assurde.

Chi la manipola, chi la oltraggia, non sa quello che fa.



Dopo questo articolo,  ho trovato un video molto interessante,  il punto in comune è l'insieme di energie, che il simpatico relatore spiega semplicemente...

Ma sulla questione corpo, resto sulle mie posizioni..
penso che esso sia una condensazione di energia, che può essere invertita e convertita.
 Se il Cristo fosse veramente risorto, Lui potrebbe essere la testimonianza di questa conversione.

Inoltre, i vari gradi di energia, altro non sono che gli effetti,  Chi o Cosa li causa? 


Guarda il video qui


domenica 22 settembre 2019

Arrival






Il film Arrival, confesso, non l'avevo  ancora visto,  è qualche tempo che non mi diletto a guardare la televisione, ma ieri ho deciso di guardarlo..

Ne è valsa la pena? Direi proprio di sì

Oltre ad evidenziare la solita e costante paura del diverso, e la reazione aggressiva dell'uomo, ci sono insegnamenti formidabili che la protagonista è riuscita perfettamente a trasferire al pubblico, la sua grande apertura mentale, l'umiltà, l'amore per ogni forma di vita, che le hanno concesso di ricevere il "dono" dagli alieni, grazie allo sforzo enorme di comprendere i simboli che l'extraterrestre disegnava con il suo piede stellato (altro simbolo molto efficace).

Il dono incredibile che le ha consentito di uscire dal tempo lineare, per vedere il futuro presente ed il passato futuro, rimuovendo i limiti, imposti da ciò che abbiamo imparato in questo mondo, attraverso le parole, disimparare per imparare nuovamente ed allargare la visione.

Le scelte di vita, appartengono ad ognuno di noi, la scelta di com-prendere o no, è nostra, come quella di aver paura, oppure amare, essere chiusi o aperti. Nessuno ci obbliga.

Uscire dal conosciuto, per andare incontro all'ignoto, uscire dai nostri ruoli prefissati.

Accettare il dono,  ha consentito alla protagonista di fermare una guerra. 

La sua commovente storia personale, è la storia di ognuno di noi, tutti abbiamo perso qualcuno che abbiamo amato profondamente, nonostante il grande dolore chi preferirebbe non aver conosciuto la creatura amata? Per non soffrire.

Ma occorre andare oltre il film..., noi siamo nella sorgente infinita della vita, e la sorgente infinita della vita è in noi, 
ove le leggi dello spazio e del tempo, non sono più legge. 
Dunque chi siamo veramente e chi sono gli extraterrestri?
La stessa essenza in veste diversa...


venerdì 9 agosto 2019

Luce magica



Luce magica, dentro ognuno di noi, in ogni essere,

quale terribile malia ci fa credere di essere corpi di carne,

fisici e pesanti, spenti e disperati.



Siamo nulla, sulla soglia del nulla,

vuoto, sulla soglia del vuoto,

solo la luce interiore è reale,

ma pensiamo di essere pezzi ed organi di materia grezza..

ma la materia non è che vuoto...

ed allora, chi muore, cosa muore?

chi nasce, cosa nasce?



Dove è l'inganno? La frequenza traditrice

che giunge al nostro cervello e ci fa credere

di essere ciò che non siamo, ciò che non è reale?




Un tempo infinito,  il tempo che non esiste, 

ma qui è il padrone delle nostre vite.



Siamo sempre certi di ciò che osserviamo,

ma come possiamo avere certezze?

Le frequenze che giungono al nostro cervello,

ci inviano le immagini sulla nostra torbida realtà 

irreale.


E vediamo orrore, sofferenza, degrado, malattie, vecchiaia e morte,

il tutto alimentato dalle informazioni  secolari che si espandono

nel  nostro mondo.



E tutto diventa un film reale, sprofondiamo in esso.

Ma quanti film esistono?  Miliardi di film

ognuno di noi ha un suo personale film.



Siamo esseri di luce,

in un corpo che non ha nulla di materiale,

sospesi nei nostri decadenti film senza  mai un lieto fine.



In un castello stregato viviamo una vita,

che non è la nostra  vera vita.

Cosa ci ha stregato?



E Chi nasce, cosa nasce?

Chi muore? Cosa Muore?





domenica 4 agosto 2019

La sacralità di ogni vita




           La Vita si manifesta in molteplici aspetti,  e non solo in questo nostro mondo.

        Ogni creatura è sacra, anche quella che per la nostra visione,  ha un aspetto repellente.

        La Vita è sacra e tutte le sue creature lo sono altrettanto, " tutte le sue creature".

       Non rispettare questo Principio Primario è il vero peccato dell'uomo, dalla sua negazione  scaturisce ogni terribile azione di violenza, e predatoria, comprese le uccisioni di animali e di altri esseri umani, per qualsiasi scopo.

      No, non ci  potrà essere pace e vera speranza, fino a che l'umanità, tutta, non comprenderà nella profondità del cuore, questa legge Multiuniversale e saprà agire di conseguenza.

     
     

lunedì 24 giugno 2019

Incoscienza




Nell'oscurità della notte, il bimbo ha paura del mostro,

nello splendore della luce del sole, il bimbo gioisce e vede gli angeli,

Eppure quanta terribile luce può generare una  bomba atomica?

e quanta bellezza in un cielo oscuro ma colmo di stelle?

<nell'oscurità della terra, nasce il seme....

ed il calore troppo possente dei raggi solari, quanta distruzione può creare.

Solo nel sapiente dosaggio tra l'oscurità e la luce,
la vita si genera.

Non esistono nemici, ma forze più grandi e potenti, di ogni essere vivente che decide la sorte della vita su ogni pianeta.

Non è forse un uomo composto di altrettante forze interiori ? Energie conosciute e energie nascoste ed ancora sconosciute? Conoscerle senza pregiudizio è essenziale.

Quale uomo può invertire la propria circolazione del sangue? O ordinare al proprio cuore di cessare il suo battito....Solo se è in se stesso e padrone e signore del proprio essere, può compiere tali prodigi.

Quanti di noi, hanno questo potere? 

Eppure chi crede di aver potere, sulla propria vita, quasi mai si sofferma su questi piccoli particolari....

la vita è vita, qualcosa che sfugge all'uomo ordinario,

egli è troppo impegnato a vivere la sua falsa vita di distrazioni, di lavoro, fino a che la vecchiaia sopraggiungerà e farà decadere tutte le illusioni, su un potere che mai è esistito.

Non ci sarà più tempo per conoscere davvero, Chi realmente egli è....questa è la storia di quasi tutta l'umanità da infinito tempo.

<Siamo prigionieri di un incantesimo? Forse... non uno solo, ma di molti.

L'unico reale e grande peccato dell'uomo è questo..

se si conoscesse veramente, non ucciderebbe nulla e nessuno, non ucciderebbe l'ambiente, gli animali, le piante, questo pianeta sarebbe integro.

Nessuno è buono, o quasi, ci sono molti che cercano di rimediare, ma se non si curano le cause, gli effetti non scompariranno.

Purtroppo da millenni siamo proprio noi " L'umanità ad essere gli invasori".

Noi senza pietà per la vita.

Possiamo fare qualcosa? Penso di sì ....ma la consapevolezza è anche una grande responsabilità, forse è per questo che tutti o quasi preferiamo l'incoscienza.


domenica 23 giugno 2019

Realtà o Fantasia ?!: Fermare la mente

Realtà o Fantasia ?!: Fermare la mente: Riflessioni sulla mente e gli inganni da essa perpetuati le ossessioni del passato le ambizioni future I significati dietro a tut...

sabato 22 giugno 2019

Il senso della vita.






Sei ormai solo? Hai abbandonato ogni relazione o ti hanno abbandonato?


E' il momento di conoscere davvero te stesso, no non sarà una passeggiata, sarà dura, a volte anche estremamente noioso.

Una volta cercavi il senso della vita, ora dovrai cercare solo te stesso, cosa sei veramente e perchè sei chiuso qui....

Cercherai in ogni luogo ....in ogni altro sapere e rimanderai la conoscenza.., già, proprio  non riesci a connetterti con te stesso?  (Come ti capisco). E' normale è l'illusione più forte, quella di credere che un altro umano o alieno,  possa elargirti la verità, che qualcuno all'esterno possa salvarti.

Ma credimi.. nessuno potrà fare questo per te, potrà ispirarti, farti riflettere, condurti per mano verso te stesso...e ciò sarà molto importante, ma poi dovrai essere tu a conoscerti profondamente. Come potrebbe essere altrimenti?   Il mondo interiore è il tuo.


Non rinviare, il tempo è molto relativo, inizia subito, qualsiasi età tu abbia.

Non importa la tua condizione sociale, se tu sia felice o meno, se sei colto oppure no.

Il vero senso della vita è questo....scoprire chi sei ....davvero.... Con quale tecnica? Dovrai scoprire quella che può funzionare per te. Deprivazione sensoriale?  Psicologo ?Meditazione? Ipnosi? Viaggi? Sogni? Osservazione costante di te stesso? Sciamanesimo?  Immaginazione? O qualcosa di tuo solo tuo? . L'immaginazione e l'osservazione ti saranno comunque utili.

Ciao e buon cammino.



domenica 19 maggio 2019

Un grande dolore è un' onda potente.





     Coloro che hanno visto il film  Inception,  sicuramente si sono posti la stessa domanda:  viviamo in una realtà illusoria? Un sogno ? A quale livello?

Nessuno di noi o quasi, possiede un oggetto totem, che lo aiuti a comprendere se sta vivendo un sogno o la vera realtà.

Tuttavia ci sono indizi che non possiamo ignorare,  il nostro cervello ci rimanda immagini, secondo precise frequenze, siamo composti di particelle, atomi etc..., quando sogniamo, ci sembra tutto reale....

Non entriamo nei famosi stati di coscienza, che possono variare secondo varie attività meditative o sotto ipnosi, o persone che riferiscono di osservare energie e esseri di altri mondi. Ci sono e credo loro.

Ma il punto è proprio questo, quale frequenza sta ricevendo in quel momento il loro cervello.

Tutti sappiamo che l'atomo è composto per il 99,9% di vuoto,
noi stessi siamo composti di atomi di varia natura. Dunque anche noi rappresentiamo quel vuoto.

Tutto si svolge ordinatamente, secondo le credenze impartite, le idee sono in noi...tuttavia non ci appartengono, anche se le accogliamo come se fossero vangelo, specialmente se abbiamo paura di affrontare la verità.

Già la famosa verità..., quella che ti renderà libero..
Difficile comprenderla, ci sono dei lucchetti che ce lo impediscono, lucchetti inseriti da noi?  O da Qualcuno che vuole questo mondo così come è?  Con tanto dolore, sofferenza, morte e martirio di molti?

Io questo non lo so,  ma il cuore mi dice di gettare al vento, tutto ciò che ho imparato, poichè sono solo idee lontane dalla verità, ed in questo momento di grande dolore, so che l'unica cosa reale è proprio il dolore, al di là di ogni credo ed ogni bellissima credenza, il cuore non mente mai.

Siamo in un sogno? Non ho un oggetto totem che mi possa svelare l'arcano, ma il cuore sta soffrendo, a lui non importa se tutto sia un sogno o no..., la sofferenza come l'amore è una energia potente, che può travolgere, abbattere i confini del pensiero e delle idee,  spero di saper dirigere questo mio dolore nella giusta direzione.


Afflitta e triste cammino, umile e consapevole di questo mio grande dolore, che come un' onda va e viene, e come una potente onda, spero che travolga tutto ciò che non è verità.

Augurio che estendo a chi ha nel proprio cuore un grande dolore.


lunedì 22 aprile 2019

Fragilità umana io lo so..





     Quando arriverà un lutto, e  sarai nel dolore, dovrai fare i conti con la tua fragilità, la fragilità umana.

Siamo esseri fragili... , quasi di cristallo.

Io lo so bene,  mi sono frantumata in mille pezzi.

Non servirà a nulla o quasi, che qualcuno ti dica, che la morte non esiste, è solo una trasformazione.

L'essere che ami, sia umano, che animale, è in una nuova bellissima dimensione e sta bene.

Tu non crederai, ciò che sai non ti aiuterà, questo io lo so.

Sarai accecato dal dolore, come in un vortice che ti inghiottirà senza scampo.

Non resistere, non farlo,  lasciati andare al tuo legittimo dolore.

La fragilità umana, deve essere vissuta fino in fondo, senza vergogna, le lacrime ed il dolore, saranno come ondate burrascose che scuoteranno il tuo cuore, e tutto il tuo essere.

Niente finzioni, non cercare di apparire forte o cinico,  il tuo mondo non sarà mai più quello di prima, se l'essere che hai perduto, era davvero una parte del tuo cuore. 

Dovrai ricominciare, da quella totale distruzione, per ritrovare quel pezzo di cuore che ti ha abbandonato.

Tutto è illusione, e sia forse è così, ma quel pezzo di cuore scomparso con l'essere amato, umano o animale che sia, ti condurrà sulla via di un nuovo viaggio.

Non potrà esservi alcuna consolazione fino a che non lo ritroverai. 


domenica 24 febbraio 2019

Il primo gradino




Finalmente :  Un bel post da leggere 

non siamo vile carne che dovrà imputridire, la nostra visione è fondamentale, siamo già anima ....

Perchè se tutti o quasi lo sanno, continuano a credere ai vecchi dogmi?

Curare un organo danneggiato è insufficiente,  occorre entrare nella propria essenza...

siamo scintille divine, di puro amore e ci facciamo del male? ....

Uccidiamo, deprediamo, e inquiniamo...

perchè ?  Occorre rispondere almeno a se stessi,  il programma obsoleto continua a girare come un vecchio film, ormai fuori da ogni verità.

L'umanità è immersa nei problemi esistenziali, che non hanno alcuna importanza o quasi...

La visione, è lei che deve cambiare, conoscere è il primo gradino, solo il primo, poi infiniti gradini ci aspetteranno.

E' un diritto di tutti...





giovedì 31 gennaio 2019

SACRA FOLLIA







Il primo inganno è ciò che pensi o credi di essere;
il secondo inganno è tutto là fuori di te, una perpetua menzogna;
il terzo inganno sta nell'ascoltare le sirene che cantano....invece di ascoltare il tuo cuore.


Tu già Sei,  amico caro, tu come me, già sei,

nessuno al di fuori di te può condurti a Te.

Quel Te malandrino che ti osserva vivere in decadenza, con la paura di vivere e di morire...

Come è stata resa lugubre la morte, più della vita,
la morte odiata, la morte rinnegata, la crudele morte che ti priverà di ciò che ti sembra di amare al di sopra di ogni cosa.

Ma l'amore non è un invenzione, ma la vera realtà,
nessuno è abbandonato dall'amore, anche se si comporterà da criminale.

Se sei troppo stanco e disperato, parla con quel Te malandrino che se ne sta muto ed in disparte, e ti osserva vivere,  e soffrire....

digli che ormai hai compreso,..che il tempo del distacco è terminato, e che non farai più un passo, se non parteciperà, digli che sai che c'è,  e sai anche che lui non assaggerà la morte, digli che tu sei già un morto, in vita, che i prossimi passi saranno i suoi, e che se ti vuole, dovrà essere lui a cercarti, proprio come hai fatto tu, rasentando la schizofrenia.

La schizofrenia della povera umanità, rincoglionita da tutte le correnti filosofiche e religiose ....., riti più o meno sacri...

Tu sei già sacro, amico caro credimi, non hai bisogno di espedienti.....basta che tu oggi decida ...in un istante tu sei...ciò che sei....

Un essere meraviglioso, che deve iniziare a rinnegare ciò  che non gli appartiene, e seguire la propria follia.

Il Dio Assoluto, che hai sempre disperatamente cercato, è in Te, ma  potrai  sentirlo, solo nella sana Follia COLMA DI AMORE.


Anonimo