martedì 11 gennaio 2022

La scelta

 

Silenzioso e luminoso, Colui che è Oltre,

è anche qui,  Osserva, rimane silenzioso, nascosto.

Lui ha concesso da sempre la libertà di scegliere,

non ama che alcuni  dei suoi figli,

non rispettino il libero arbitrio degli altri.


E'  qui,  lo è sempre stato,

ma non è quasi mai intervenuto,

non sarà mai più così.


La libera scelta è sacra,

come la verità e la giustizia,

da sempre si è nascosto,

tra le pieghe dell'anima di ogni essere,

Lui è presente in ogni essere,

ed interverrà, in questa sleale partita.


Le faccende umane,

le lascia agli umani,

ma ciò che è sacro ed inviolabile,

lo proteggerà per sempre,

 solo Lui, potrà davvero farlo,

e lo farà.


Il raggio luminoso,

la ricerca della verità,

il moto dell'anima,

che proviene dalla sua presenza,

sarà prepotente,

in tanti esseri umani.


Chi non lo seguirà,

sarà perso nella opacità,

nel non senso,

nel nulla dell'abisso, 

sarà una sua scellerata scelta,

e sarà rispettata.


Colui che è,

è qui, ora e per sempre,

ed è ancora possibile scegliere.



martedì 4 gennaio 2022

Notizia importante per chi è sospeso dal lavoro.



Visionate questo video  https://www.youtube.com/watch?v=-dvtXtfadDk


Chi è sospeso, ha diritto all'assegno alimentare, che è circa il 50% dello stipendio o salario,  deve essere fatta domanda a chi sospende.

Per favore condividete il più possibile il video, ovviamente.

Grazie

lunedì 3 gennaio 2022

Professore Frajese la verità

 

Se un professore,  come il professore Frajese, dice con cognizione di causa quello che presto ascolterete, significa che non avere  fiducia in certi trattamenti sanitari, non è affatto da sfiduciati o paurosi..o ribelli.

Che siamo in un momento molto critico, sotto tutti gli aspetti,

ovviamente non è da ora,  ma questi ultimi due anni sono stati davvero emblematici.

Non necessita che personalmente io aggiunga altro..

Vi invito ad ascoltare il meraviglioso professore in questo video 


Chi può lo condivida il più possibile

martedì 28 dicembre 2021

Un Unico Padre

 Nessuna illusione, per favore,  malvagi e buoni, mostri e chimere, sono figli di un unico Padre, persino gli androidi che tra non molto solcheranno questo pianeta lo sono, non è difficile comprenderne il motivo giusto ?

Ciò che il pianeta, le stelle contengono, la loro composizione è frutto di una unica origine, puoi plasmare gli elementi quanto vuoi, ma sono elementi di un unico Padre, puoi creare l'artificiale quanto vuoi, ma quell'artificiale è sempre composto da elementi già preesistenti.

Chi si illude di comporre una nuova creazione, è solo un manipolatore delle forme, non è Dio, né lo sarà mai, in quanto manipolare non è creare veramente.

E non fraintendetemi, manipolare per dare luce a  meravigliose forme, come fanno artisti, alcuni pochi bravi scienziati, è una dote non comune, un riflesso di Dio, manipolare per apportare distruzione, nel caso di armi orribili, o altre cose affini non convenzionali, è la sua assoluta negazione, un mancato riconoscimento, una assurda inconsapevolezza.

L'uomo veramente consapevole reca nel suo intimo il riflesso di Dio, la sua meravigliosa Scintilla, che lo ricondurrà nell'Oltre, la vera Casa, fa sì che Essa resti perennemente accesa, qualsiasi cosa accada,

al contrario l'inconsapevole, la farà deperire, ed a volte la spegnerà completamente, ciò lo condurrà ad una schiavitù eterna, per vivere, avrà necessità delle scintille di altri esseri, senza saperlo.

La presunzione di un inconsapevole, può essere talmente grande, da fargli credere di poter compiere meravigliosi creazioni a scapito altrui.

Ma nella sua abissale ignoranza, e mancato riconoscimento della vera Sorgente,  non comprende che uccidere le altrui scintille, significherà per lui, la vera morte, la morte per sempre, senza appello, nemmeno Dio potrà salvarlo, tanto meno una incredibile tecnologia che certo gli consentirà una lunga vita, ma alla fine sarà comunque costretto a perire.

Noi umani, non sappiamo nulla, o troppo poco, ci arrendiamo alle apparenze e non usciamo mai dai nostri binari, magari crediamo alle favole che ci raccontano, adoriamo un dio, che non ha nulla a che vedere con la vera Sorgente, convinti che quel dio, ci garantirà il lasciapassare per l'eternità.

In realtà è proprio quella Scintilla che ci portiamo dentro e che dovremmo alimentare costantemente, il nostro vero lasciapassare, invece spesso la lasciamo inattiva, e la facciamo morire, quando cediamo la nostra volontà, alla volontà altrui, quando non cerchiamo più la verità e ci accontentiamo delle narrazioni altrui.

Siamo tutti figli di un unico Padre, che ci ha lasciato liberi di percorrere la via che desideriamo, che non impone la sua volontà, e se Lui che è immenso, infinito, indefinibile,  non lo fa, per quale motivo altri che non sono dissimili a noi, si permettono di imporre la loro?


giovedì 23 dicembre 2021

Buon Natale 2021


 

BUON NATALE 

martedì 21 dicembre 2021

Invasioni aliene

 

Non è certo da poco che qualcuno avverte di una invasione aliena,  la Cina si sta preparando?  L'America pure, 

noi normali terrestri cosa dovremmo pensare?

In realtà possiamo anche noi ipotizzare qualcosa  o no?

1) Ipotesi :  Qualcuno ha visto qualche flotta ancora lontana che sta dirigendosi verso il nostro sistema solare?  Ovviamente non possiamo sapere se vogliono conquistare la terra, oppure semplicemente visitarla....

2) Ipotesi :  Gli alieni sono già arrivati, dal momento che la loro tecnologia è tremendamente superiore alla nostra, ed hanno anche una incredibile intelligenza artificiale a loro disposizione, i governi lo sanno e sono obbligati ad apportare notevoli cambiamenti, unificazione di tutte le nazioni, controllo assoluto di tutti gli abitanti della terra, con varie strategie, la stessa pandemia permetterebbe di apportare certi cambiamenti inaccettabili, con limitazione delle libertà individuali, inoltre limitazioni inderogabili per la conservazione del pianeta, al quale sono molto interessati, beh! i dissidenti in questo caso rischierebbero di fare davvero una brutta fine, ma anche coloro che si inchinano, in un secondo tempo saranno gradualmente spazzati via, per lasciare posto alla loro gente, che ancora deve arrivare.

Ipotesi davvero da brividi, la nostra umanità, in questa terribile ipotesi, non avrebbe scampo, salveranno solo pochi che saranno a loro utili per conoscere meglio il territorio.

L'ipotesi è agghiacciante, ma stranamente pone degli inquietanti punti interrogativi, e spiegherebbe l'anomalo comportamento di quasi tutti coloro che governano il mondo, ad esclusione di qualcuno che non vuole accettare una tale imposizione.

Gli alieni, non vogliono compiere stragi sanguinolente, per cui preferiscono affidarsi ai governanti della terra, e gradualmente compiere tutte le loro operazioni, i terrestri non devono sapere, non vogliono che altri extraterrestri sappiano del loro piano diabolico, troppi disordini attirerebbero la loro attenzione, ed i loro piani fallirebbero,  per cui tutti coloro che sanno devono tacere, ed obbedire. Ma dal momento che ci sono state manifestazioni in tutto il mondo,  e continueranno ad esserci, e non sono certo passate, nè  potranno passere inosservate, i loro piani potrebbero fallire, e magari se ne andranno altrove.


3^Ipotesi Gli alieni sono già qui da migliaia di anni, e ci hanno ingannato su tutto, non permettendo che i terrestri possano utilizzare il loro libero arbitrio e mandarli via, non possono ucciderci direttamente, ma imperano e ci dividono per far si che umani uccidano altri umani.  Questa è la teoria di Maurizio Fedeli, che potete trovare su you tube.


Nell'ultima ipotesi, potete arrivarci da soli,  ma qui gli alieni non sono contemplati,  anche se indubbiamente, riesce assai difficile pensare che qualcuno di loro sia davvero umano.


Se avete altre ipotesi, per favore scrivetele nei commenti.

venerdì 17 dicembre 2021

Coscienza ed Oltre

 

Andare oltre, oltre le apparenze, significa rielaborare costantemente, ovviamente anche con l'aiuto di persone fuori dalle righe,  tuttavia non dobbiamo mai dimenticare che noi stessi conteniamo quell' Oltre e ciò ci rende protagonisti in prima persona, se così si può dire.

Nessuno ha al 100%  la verità in tasca, e se dovrà rispondere alla domanda cosa sia la coscienza, o  se il cervello sia veramente oleografico  leggi qui ,  non potrà fornirti prove sicure e ben assimilabili, ma solo indizi, per nulla da sottovalutare.

Non dobbiamo dimenticare, poi, cosa sono gli atomi che compongono noi e tutto ciò che ci circonda:  " vuoto al 99% ",  tutto è energia, compreso i  nostri corpi che ci sembrano così solidi.

Senza contare la materia oscura, energia oscura etc....

Nonostante oggi la maggioranza di noi, conosca certe verità, il nostro comportamento, invece di essere più indagatore,  è paragonabile a quello di 100 anni fa, anche se abbiamo tecnologie, che ci facilitano, ci divertono, e nello stesso tempo, ci ubriacano, probabilmente nel futuro sarà sempre peggio, o magari per qualcuno meglio.

Ma quanto siamo manipolabili, ce lo siamo  mai chiesti? da 1 a 10, quanto sei manipolabile?, quante volte pensiamo che le risposte che ci diamo, siano frutto delle nostre elaborazioni?  Mentre magari sono semplicemente indotte.

Su quale canale sei sintonizzato tu? Conosci canali alternativi? 

Probabilmente il trucco è realmente nelle frequenze prodotte da vari canali con i quali ci sintonizziamo,  ma è proprio per questo motivo, che dobbiamo trovare il nostro oltre. 

L'Oltre, desta sempre timore, perplessità. disagio, non hai parametri razionali, su cui appoggiarti, è un percorso nel quale non hai riferimenti, l'Oltre è oltre, ciò che conosci, religione, esoterismo, misticismo, socialità, famiglia, etica, amicizia, amore.

In quell'oltre ci sei tu, il vero te, infatti tutto ciò che ti circonda, sai bene che è effimero ed illusorio, continue scenografie che mutano, con il passare del tempo, (illusorio) e degli eventi,  solo il vero amore non è illusorio, almeno per ora penso che sia così, ma ci sono amori che rientrano nella categoria delle più grandi e distruttive illusioni.

Non voglio fare grande riferimento alla realtà che si sta srotolando oggi, la tua coscienza, ti soffia sgomento o compiacimento?, nel primo caso, comincia assolutamente a ricercare il tuo Oltre, nel secondo caso accomodati pure, e goditi tutta l'esperienza, e cerca lo stesso, se ti resterà il tempo.


lunedì 29 novembre 2021

OLTRE

 OLTRE


Oltre questo mondo, 

oltre questa galassia,

oltre questo universo,

Oltre ogni conoscenza,

oltre ogni paradiso, o l' inferno dei pazzi.


L'oltre è la vera casa,

dove nulla è falso,

dove nulla è duale,

è un luogo non luogo,

la libertà è la sua essenza,

non esiste nascita e morte,

ma solo eternità.


E' immensamente lontano,

ma anche incredibilmente vicino,

l'immaginazione non può aiutarti

neppure la memoria,

ognuno di noi è figlio

di quell'Oltre,

ma i legami del credere,

del volere,

del possesso,

la pesantezza,

precludono il ritorno.


Non è un'aldilà dopo la morte,

l'aldilà è solo un limbo,

un nuovo territorio di illusioni,

l'oltre è la verità pura.


La liberazione dalla schiavitù

che hai voluto scegliere,

eppure quanti di noi

sono scesi qui,

per liberare altri esseri,

e non hanno potuto fare ritorno,

   

Là la nostra famiglia vera,

sta aspettando,

la morte non è necessaria,

possiamo ritornare,

ma dobbiamo essere pronti,

nessuna valigia, nessun rimpianto,

nessun  odio o rancore, nessun legame

nessuna illusione, nessuna paura.


Leggero, come un soffio di amore,

trasparente e limpido.


Non odiare, 

non disprezzare,

non pensare di dover prima morire,

quell'Oltre è già dentro di te,

da sempre,

non devi salire su nessuna astronave,

è la porta per la vera libertà,

è la porta dei miracoli,

ti aspetta pazientemente,

attende solo che tu sia pronto.


domenica 28 novembre 2021

Il fantasma della scorciatoia

 

 Quella scorciatoia era buia e solitaria, Grace, la stava percorrendo, per evitare la lunga fila di auto, sul suo solito itinerario.

Era accaduto anche un'altra volta, ma era giorno, e lungo la stretta strada alla sua destra,  aveva visto alcune abitazioni,  ma ora  non vi era traccia di queste, infatti non vedeva alcuna luce, eppure erano solo le 21,  sospirò rassegnata, calcolò che in un'ora sarebbe arrivata a destinazione.

Dopo circa 20 minuti, una strana ansia si impadronì di lei, non riusciva a capire il suo stato di allerta, la sottile paura che la pervadeva, già, forse era  la sua immaginazione che stava contribuendo a pensieri antipatici, come un guasto dell' auto, o la bucatura di una gomma, poi sorrise,  pensando che grazie al cielo aveva un cellulare con cui chiamare i soccorsi.

Grace ritrovò  presto la sua calma, e continuò a guidare, ma dopo pochi minuti, udì delle urla, rallentò, vide una ragazza bionda quasi nuda, che stava correndo in mezzo alla strada, urlava con tutto il fiato che aveva in gola,  Grace si fermò, la chiamò, ma lei continuò a correre ed improvvisamente scomparve.

Grace con il cuore che batteva a mille, risalì sulla sua auto,  cercò di calmarsi, non era più giovanissima e certo non le giovava una emozione del genere,  si chiese, come la ragazza potesse essere scomparsa così in un attimo. Ripartì con cautela, e guidò ad una minima velocità, per tutto il percorso, guardando bene davanti ed intorno alla strada, tuttavia non vi era traccia di quella povera ragazza.

Finalmente giunse a casa alle 23,00,  lei era sola, da quando era morto suo marito cinque anni prima, spesso andava a trovare sua figlia, che viveva con suo marito e due bimbi in un'altra città.

Dopo essersi accomodata sul divano, si chiese se non avesse commesso un grave errore a non chiamare la polizia, quella ragazza era scomparsa improvvisamente, come fosse stata solo un fantasma, ma ora era troppo confusa per agire, voleva solo dormire e l'indomani avrebbe deciso cosa fare.

Dopo una notte agitata, Grace si svegliò alle sei,  ripensò a ciò che aveva vissuto la sera prima,  si vestì, fece colazione e andò al suo computer, non sapeva bene cosa e chi cercare, digitò solo ragazza bionda scomparsa, ragazza scomparsa, ma non esisteva alcun elenco generico sulle scomparse, decise di andare alla polizia.

Attese  un'ora,  prima che qualcuno la ricevesse, poi un giovane poliziotto le chiese quale fosse il suo problema, Grace, raccontò  ciò che le era accaduto la sera prima, il giovane le chiese la descrizione di quella ragazza, ma Grace aveva solo notato la sua  quasi nudità, era indubbiamente una bella ragazza, con capelli lunghi biondi, ma non aveva avuto modo di vederla bene in volto. Il giovane poliziotto  stranamente turbato, le fece vedere alcune foto di ragazze bionde scomparse, ovviamente, l'unico elemento che riusciva a riconoscere in qualcuna di quelle ragazze erano i lunghi capelli biondi. Grace, Indicò anche che il punto dove l'aveva incontrata era a circa mezz'ora dall'inizio della scorciatoia, ad una velocità massima di 60 km orari. Il poliziotto le confermò che avrebbe compiuto qualche indagine, le chiese un recapito telefonico e la salutò, congedandola.

Nei giorni successivi Grace, ripensò spesso a quella ragazza, non aveva potuto neppure confidarsi con sua figlia, che era dovuta partire con la sua famiglia, per andare a trovare i suoceri che avevano avuto un incidente di auto e abitavano in una città molto lontana. Non aveva nemmeno molte amiche, le uniche due vere buone amiche, purtroppo erano morte due e tre anni prima, le mancavano molto, come le mancava tantissimo suo marito che lei aveva amato fino al suo ultimo respiro ed oltre. Meno male che Grace, era una di quelle persone che amava profondamente anche se stessa, e grazie ad un notevole equilibrio interiore, non si sentiva mai sola, tuttavia in questa  strana occasione, avrebbe gradito molto uno scambio di idee.

💭😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀💭💭💭💭💭💭💭💭💭💭💭

Trascorsero due settimane, stava rientrando a casa sua , dopo essere andata a trovare sua figlia, vide  nuovamente una lunga fila di auto, ma stavolta la situazione  era molto più grave, un camion che trasportava cemento, si era ribaltato in mezzo alla strada,  l'attesa prima del ripristino del traffico,  sarebbe stata molto lunga, per cui sia lei, che molti altri automobilisti,  decisero di percorrere la stretta scorciatoia.

Erano circa le ore 21,00,  la strada illuminata dai fari delle tante auto, non era più così buia, lei procedeva  tranquilla in fila,  dopo circa mezz'ora,  improvvisamente le auto davanti alla sua,  frenarono bruscamente, obbligandola a fare altrettanto. Mentre erano bloccati,  dopo una decina di minuti passò l'auto della polizia, che li sorpassò a sirene spiegate,  e dopo poco la polizia mortuaria.  Sostarono ancora  su quella scorciatoia per  circa un'ora, Grace si chiese cosa fosse accaduto.

La mattina seguente, Grace rispose allo squillo del suo cellulare, era il poliziotto che la informò che avevano trovato il cadavere di una ragazza bionda, dentro un fosso proprio in  quella stessa scorciatoia da lei percorsa, le spiegò che molti  altri automobilisti avevano visto  una ragazza bionda che correva urlando e poi scompariva, uno di loro si era munito di una torcia elettrica, ed aveva scandagliato le fosse laterali,  con orrore aveva, trovato il cadavere di una donna. Un vero e proprio mistero, aggiunse. 

Grace,  apprese  poi, dai giornali, che questa povera giovane, era stata uccisa da circa due mesi, qualcuno l'aveva strangolata, e scaricata mezza nuda nello stesso fosso dove l'avevano trovata. Il suo fidanzato, un giovane poliziotto non si  era dato pace, dopo la sua scomparsa, l'aveva cercata ovunque, ma senza nessun risultato. Vide la fotografia della bellissima ragazza bionda ed accanto il suo fidanzato, Grace sussultò, spalancò gli occhi,  riconobbe subito in lui, proprio il poliziotto con il quale aveva parlato. Si domandò come fosse possibile, che lui stesso non l'avesse ritrovata, dal momento che le indicazioni che gli aveva dato, erano state ben precise.

Grace aveva sempre pensato, che le persone non spariscono del tutto, era evidente che quella sfortunata giovane, si manifestava come un fantasma, perchè voleva essere ritrovata, chi era il suo omicida? Per quale motivo il suo fidanzato, non era riuscito a ritrovarla? O non voleva?  Forse stava nascondendo qualcosa, un pensiero terribile le attraversò la mente e se fosse stato proprio lui?  Doveva immediatamente parlare con un altro poliziotto. Proprio mentre si accingeva ad uscire,  il campanello suonò, ma quando lei chiese chi fosse, nessuno rispose.

Il suo sesto senso le consigliò di non uscire,  chiamò invece i carabinieri, e raccontò tutto ciò che era accaduto per filo e per segno.

Dopo accurate indagini trasversali, i carabinieri,  accertarono la colpevolezza  del poliziotto, che alla fine pentito, confessò la verità, precisando che lui stesso, dopo aver parlato con la signora Grace, era andato in quella strada e aveva visto la sua ragazza correre, l'aveva sentita urlare e poi sparire. Dopo essersi messo in ferie, aveva atteso quella signora per alcuni giorni fuori della porta, ma lei non era mai uscita, per lui rappresentava un pericolo, dal momento che gli aveva offerto tutte le indicazioni per ritrovarla e non l'aveva per ovvie ragioni fatto, tanto meno verbalizzato,  tuttavia giurò di non aver mai suonato il campanello, e non capiva  nemmeno chi avesse potuto farlo, dal momento che lui non aveva mai visto nessuno. 



venerdì 19 novembre 2021

Accerchiati

 Accerchiati

la luna sorge,  ma è ormai  color rosso sangue,

il cielo non ha più stelle,

orrore ovunque,

vittime innocenti cadono,

come foglie d'autunno.


Il sole è già nero,

e mai più sorgerà,

sui caldi sorrisi dei bimbi,

ultime generazione di immolati,

ad un dio oscuro.


Un sonno  ipnotico senza sogni,

ha invaso l'umanità,

che come un gigantesco automa viaggia,

per le squallide città,

le urla di pochi,

non li ha risvegliati,

anzi li  ha tediati,

li vogliono abbattere 

è la loro ultima possibilità.

Intanto parlano di  un amore illusorio,

ma non sanno 

cosa sia davvero. amore.


Quando e se si sveglieranno,

vedranno intorno solo zombi,

senza un briciolo di umanità,

ed allora questo mondo

morirà, decadrà,

la luce si ritrarrà.


Alcuni, Accerchiati dalle tenebre assolute,

vagheranno in cerca della

loro vera identità.


Questo sarà il futuro di bulloni dell'umanità

se gli occhi non si alzeranno al cielo,

se non ascolterete il cuore,

se non aprirete la mente,

se non sceglierete il vostro 

vero essere,

se vi illuderete

che tutto tornerà come prima,

nulla potrà mai tornare come prima,

poichè, anche prima era solo una  grande illusione ottica

solo fumo negli occhi.


Compiere il salto,

avere il coraggio di essere,

scegliere il proprio libero arbitrio

connessi  ad Un DIO VERO,

Colui che ha veramente donato

la vita ad ogni mondo.

Colui che osserva

i suoi figli,

scegliere una via senza ritorno,

cullati dall'illusione,

Colui  non potrà fermarvi,

perchè ha voluto rendervi liberi,

liberi completamente.


L'Alba di un nuovo giorno sarà,

se l'umanità quantica camminerà

verso Colui che l' ama immensamente,

ed attende da sempre  il suo ritorno.



domenica 14 novembre 2021

La porta di pietra

 



"Il portale è da sempre aperto, puoi decidere di attraversarlo, o di rimanere qui sulla terra, fino a che il tuo destino te lo concederà,  è una tua scelta, nessuno può darti sicurezze, o farlo per te, nessuno può dirti cosa troverai dall'altra parte, forse tutto o forse nulla, devi assumerti il rischio.  Solo tu sai chi sei."

Il significato tradotto dall'aramaico, vergato in alto era questo,  Luigi , un archeologo, esperto in lingue antiche,  ed i  suoi tre amici,  si guardarono perplessi, quasi si vedeva un punto interrogativo stampato sulla loro fronte, si chiedevano se veramente quel portale alto 4 metri e largo 3,  fosse un passaggio per un altro mondo.

Il bello è che l'avevano trovato casualmente, mentre visitavano alcune grotte, in una zona montuosa della Polonia, il loro non era un viaggio di lavoro, o di ricerca, ma solo di piacere.

Luigi, cercò altri indizi, quelle parole erano incise profondamente nella pietra, e sembravano molto antiche, si chiese se non  fosse uno scherzo di un  buontempone, del resto quel portale era stato costruito in pietra, come si potesse passarvi attraverso, sempre che il tutto fosse vero, restava un mistero.

La sua grande curiosità, lo spinse a toccare quella pietra, che sembrò vibrare sotto le sue dita, ma non accadde altro. I suoi amici, nel frattempo,  scattarono diverse fotografie, ma erano certi che fosse solo una burla. Luigi non era dello stesso parere, decisero comunque di comune accordo di andare via.

Sulla via del ritorno, il silenzio, quella scritta, burla o no, meritava di essere maggiormente indagata, ma con più calma e con un'attrezzatura migliore.

Luigi, non si era mai interessato agli stargate  o portali,  l'unica documentazione che aveva avuto,  era quello dello Sri Lanka, che si trova nella città sacra di Anuradhapura, la terra dei re, tuttavia quella era una specie di mappa scolpita sulla pietra, con iscrizioni grafiche forse codici segreti per  accedere allo stargate, con 4 postazioni, come sedie, forse indicava che l'accesso era possibile solo per quattro persone per volta?

Il  suo portale invece, non aveva alcuna mappa o iscrizioni grafiche, tranne quella scritta in aramaico, avrebbe dovuto segnalarlo?  Il suo istinto lo ammoniva a non farlo.


Trascorsero due mesi, Luigi continuò a cercare risposte,  mentre i suoi tre amici invece non erano affatto interessati, Paolo 45 anni,  era un commercialista noto nella sua città Milano, separato senza figli, ormai da cinque anni, viveva con la sua nuova compagna,  Marco 40 anni, avvocato, il dongiovanni del gruppo, belloccio e sempre con una donna diversa, Giuseppe, 46 anni  impiegato, sposato e buon padre di famiglia, senza grilli per la testa, ed alla fine lui Luigi 43 anni, scapolo ed innamorato  solo del suo lavoro di archeologo, sempre in giro per il mondo, attualmente invece fermo da qualche mese nella sua amata città di Milano.

Decise quindi  di ripartire da solo, e  di ritornare in quel luogo, dove il portale sembrava attenderlo, stavolta,  grazie alla attrezzatura che aveva portato con se, comprese che quella incisione,  non poteva avere più di 2500 anni. Sulla pietra non vi erano grafici, mappe, indicazioni, o diavolerie particolari, per cui l'unica sua azione fu quella di accarezzarla, e chiederle in aramaico,  se fosse davvero un portale per un altro mondo....., ovviamente non ebbe risposta.

Il giorno dopo era nuovamente davanti al portale, si chiese se avrebbe mai avuto il coraggio di attraversarlo, nel caso fosse davvero una porta per altri mondi, si chiese se conosceva profondamente se stesso, forse sì, forse no, per quanto avesse fatto di tutto, per comprendersi, si considerava un mistero irrisolto.  Non aveva mai conosciuto i suoi genitori,  non aveva avuto neppure la curiosità di sapere chi fossero, non aveva mai desiderato formare una famiglia, sulla terra si era sempre sentito un ospite, aveva buone relazioni con tutti,  infatti non aveva mai litigato veramente con nessuno,  però l'unico interesse reale  nella sua vita, era il suo lavoro, ed ora si aggiungeva questo portale, che lo intrigava talmente tanto, da stargli  davanti in silenzio ad osservarlo per ore, nell'attesa di non si sa cosa.

Questo stato di cose, perdurò per molti giorni, davanti a quella porta di pietra, rifletteva, pensava all'universo, ad altri mondi, alla vita, ad un Dio, comprendeva che aveva vissuto solo per cercare antichità, ed aveva trascurato di apprezzare la bellezza della natura, l'amore, la compassione per gli altri, la sua  stessa anima, che senso avrebbe avuto passare in un altro mondo, senza aver sperimentato i doni più preziosi della vita? Forse era arrivato il momento di farlo, prima che fosse troppo tardi, o forse non era qui su questa terra per questo? 

 Ritornò in albergo, in tempo per cenare e poi andò nella sua camera a dormire.  Durante la notte, fece un sogno strano, il portale si illuminava di una luce azzurra, e diventava evanescente, lui coraggiosamente entrò in quella nebbia azzurra, camminò fino a raggiungere uno strano paese, dove le abitazioni erano legate a degli alberi giganteschi, ruscelli e prati di mille colori, un cielo azzurro e rosa meraviglioso, e tante persone vestite dei più disparati colori, che gli sorridevano e gli andavano incontro per dargli il benvenuto in aramaico....... purtroppo si svegliò improvvisamente e con delusione si rese conto di dove si trovasse veramente.

La mattina seguente, decise di ritornare a Milano, e di riprendere la sua attività, la sua ossessione per quel portale, stava trasformandosi in una malattia mentale, era meglio distaccarsene.

Nei giorni seguenti, fu accontentato, venne chiamato dal museo egiziano, per andare a dirigere degli scavi nel deserto, alla ricerca della tomba di un sacerdote vissuto ai tempi degli antichi egizi.

Salutò i suoi amici e partì per il nuovo incarico, ma fu tutto vano non ricavava più alcuna soddisfazione, dal cercare tombe antiche e anche se riuscì a portare a termine il suo lavoro, lo fece come se fosse un'altra persona. La sua mente ed il suo cuore restavano davanti a quella strana porta di pietra, comprese che il suo destino era altrove.

 Dopo qualche giorno, ritornò nuovamente davanti a quella strana porta di pietra, si accucciò come un povero mendicante alla parete, e si addormentò profondamente, quando si risvegliò era già sera inoltrata, ma non si rialzò,  restò in vigile attesa, in attesa di un segno, di un indizio, di un invito. Quando fu notte, accese la sua torcia, ma non se andò, aveva portato con se una bottiglia di acqua ed un panino, dopo essersi rifocillato, ritornò davanti alla porta e pose le sue mani sulla pietra, sentì una vibrazione fortissima, quasi insopportabile, sotto le sue dita, la parete si illuminò di una luce azzurra e si aprì, un vortice lo catturò, una sensazione orrenda come  di spezzarsi in mille pezzi, poi all'improvviso si ritrovò integro, al cospetto di quel paesaggio bellissimo, quel paese con i suoi abitanti vestiti di mille colori, sorridenti e luminosi, che gli andarono incontro e lo salutarono in aramaico, Luigi si chiese se stava ancora sognando, ma loro lo rassicurarono, dicendogli che stavolta non era un sogno, aveva oltrepassato il portale ed era sopravvissuto, e se avesse voluto sarebbe potuto rimanere con loro, all'inizio avrebbe dovuto abituarsi ad una nuova gravità, a nuove abitudini alimentari, nel loro mondo non esistevano malattie, guerre, sofferenze, solo l'amore per la vita, la gioia di vivere, e la morte era solo un nuovo viaggio per un altro mondo e loro lo sapevano e non la temevano, era una loro scelta. Luigi per la prima volta, fu felice, poi pensò ai suoi amici, come poteva avvertirli di essere riuscito ad oltrepassare il portale, i suoi nuovi compagni di viaggio, lessero nel suo pensiero e gli risposero che lo avrebbero dovuto intuire, se fosse tornato indietro, non sarebbe più potuto tornare nuovamente integro. 

Dieci giorni dopo, gli amici furono avvertiti dalla polizia del paese polacco, che il loro amico, non aveva fatto più ritorno nell'albergo dove pernottava,  aveva lasciato nella sua stanza molti effetti personali, lo avevano cercato invano, non avevano idea dove poterlo trovare.

Gli amici partirono, loro invece sapevano bene  dove andare, conoscevano perfettamente quale fosse la sua ossessione,  davanti al portale, trovarono la sua attrezzatura, una bottiglia di acqua vuota, il suo zaino e null'altro.

La porta di pietra era lì, solida come sempre, si chiesero se ce l'avesse fatta, se l'avesse oltrepassata veramente, in cuor loro speravano tanto di sì, l'intuito li confortò che ciò era veramente accaduto. Ma non ebbero alcuna curiosità, nè desiderio di oltrepassare la soglia, la loro vita era nel loro mondo.

Andarono poi, in albergo a prendere i suoi effetti personali ed a pagare il conto, la denuncia di scomparsa era stata già inoltrata dalla polizia polacca a quella italiana, mai e poi mai però confessarono il luogo dove il loro amico Luigi era scomparso.


martedì 9 novembre 2021

La chiave

 Fuliggine, nebbie, deserto, 

inganni, matrix, abominio, guerre, psicopatici,

bianco e nero, unica matrice.

Il dormiente, sogna paradisi,

ma si trova dentro ad un inferno.


Interroga  il tuo cuore e  saprai,

non immergerti in distrazioni letali,

non ascoltare le voci tonanti,

non credere.


Voci di verità sussurrano,

ma tanti esseri semi-svegli, non sanno quale sia la via,

confusione e indignazione confondono,

rientrare in se stessi è urgente,

sottrarsi altrettanto.


Non siete ciò che vogliono farvi credere,

non siete carne,

siete energie composite,

unite da un'energia divina,

quell'energia infinita,

che è oltre ogni apparenza,

fuori e dentro e Oltre,

Lei è la chiave,

Lei è la verità,

Lei è ciò che terrorizza

la malvagia putredine, 

che affonderà negli abissi del nulla.


Lei è la via,

cercala a tutti i costi,

a modo tuo,

in te, mai in nessun altro.



domenica 7 novembre 2021

Il maestro, ma la pazzia è contagiosa?

 



Lo sappiamo, ormai il maestro non vuole essere più il maestro, lui desidera soltanto, che ogni essere umano si immerga in se stesso.

Tuttavia l'allievo aveva una grande nostalgia del suo maestro, lo cercava ovunque, il suo stesso cuore anelava ad incontrarlo nuovamente, per lenire la sua paura degli eventi.

Passarono molti mesi,  prima di incontrarlo casualmente all'entrata di un cimitero, il mondo era nel caos più assoluto, l'allievo aveva perso un carissimo amico per cause sconosciute, un  ragazzo, che anche il maestro conosceva ed amava. 

Si abbracciarono, il ragazzo pianse tutte le sue lacrime, la morte del suo amico, l'aveva ferito profondamente, il suo cuore si era frantumato, non riusciva a darsi pace, e non vedeva nel mondo che oscurità e dolore, desiderava soltanto sapere se stesse bene, se esistesse ancora da qualche parte, lottava tutti i giorni con la sua ragione, convinta che fosse morto, morto e basta.  

Il maestro cercò di consolarlo,  e gli disse, caro ragazzo mio, sai bene che siamo energia, e come diceva quel grande scienziato che tutti conosciamo, l'energia non si crea e non si distrugge, per cui sicuramente il nostro amico è salvo e vive altrove, lui ti manca lo so, e forse anche tu manchi a lui, ma la separazione non sarà per sempre, l'allievo a quelle parole rispose che certo lo sapeva, ma purtroppo aveva visto l'amico senza vita, e pensava che tutto fosse una grande illusione.

Il maestro continuò: caro ragazzo mio, tutto è illusione, sia la vita che la morte, noi siamo ben altro e veniamo da un Oltre, e ritorneremo là da dove siamo venuti, il tuo cuore è spezzato,  sono triste per il tuo dolore, tuttavia,  solo dopo la frantumazione di tutti i credo che sono in te, potrai incontrare chi sei davvero, i credo sono come una muraglia, ma sgretolandosi, si apre un varco per ritrovare la tua reale  essenza,  il nostro amico ha varcato quella soglia con la morte, e lui ti ha aperto questa grande possibilità, di varcare la soglia in vita. Inviagli tutto il tuo amore, rivestilo della luce del tuo amore, ed il suo ritorno sarà più leggero, questo devi fare, lui ora sta rallentando, la  tua sofferenza lo sta frenando.

L'allievo, rispose indignato ed io dovrei credere a quello che mi stai dicendo? E' paradossale, non dovrei avere più credo, ma tu mi stai insinuando questo tuo credo?

Il maestro tristemente disse : guarda che io lo vedo il nostro amico, e lui è ancora qui, proprio per il tuo grande dolore, non riesce ad andare via, non vuole lasciarti solo, lo stai rallentando, lui ti sta guardando e vorrebbe abbracciarti per consolarti, ma non può farlo, ciò lo fa soffrire enormemente.

L'allievo rispose,  ma cosa dici, stai mentendo, o sei pazzo, come puoi vederlo se è morto? Ed allora perchè io non lo posso vedere? 

Il maestro precisò, è una questione di frequenza e di vista spirituale, lo capisci ora il motivo per cui me ne sono andato, la maggioranza pensa che io sia pazzo, altri addirittura pensano che menta, ma ora prendi la mia mano ragazzo, e guarda meglio, stai vedendo qualcosa?

L'allievo con meravigliosa gioia, vide il suo amico davanti a lui che gli sorrideva, il maestro gli lasciò la mano e non vide più nulla.

La pazzia può essere contagiosa? Lo chiese al suo maestro, ma subito si accorse che  anche lui non c'era più.

venerdì 5 novembre 2021

Gli extraterrestri bambini 4^ parte

 Prima di leggere questa parte, vi invito a legge la prima, la seconda, la terza


Gli abitanti della terra, infatti, non ebbero paura, quando il cielo di tutto il mondo, fu immerso da luci multicolori, attraversato da astronavi enormi, dischi volanti, dalle più disparate forme, non ebbero paura, neppure quando queste atterrarono in diverse aeree geografiche, ed i loro occupanti si rivelarono non solo umanoidi, ma anche con forme strane ed inconsuete, anzi li salutarono e li accolsero con una certa prudenza, ma anche con tanta gioia.

Nel frattempo gli extraterrestri bambini, Karill e gli altri, si incontrarono con i rappresentanti di civiltà della galassia e anche di galassie molto lontane, dopo cordiali presentazioni e ringraziamenti, decisero di riunirsi sulla gigantesca astronave di Karill.

La gigantesca sala riunioni di forma circolare, con all'interno le più differenti civiltà dell' universo, rappresentava uno spettacolo fantastico,  la terra, nonostante fosse solo un piccolo pianeta immerso nell'immensità, era al centro dell'attenzione di tutti, Leonard insieme agli altri, decise, che i terrestri dovevano essere partecipi in tempo reale,  grazie alla trasmissione in mondovisione.

Fu Karill, a mostrare le analisi, i dati sull' energia aliena riscontrata nel sole, e sul comportamento anomalo dello stesso, subito intervennero due rappresentanti delle civiltà di Andromeda, che ipotizzarono che quella energia sconosciuta,  era comunque vita proveniente non si sa come, da un altro universo confinante, e che per sopravvivere, non sapendo come ritornare nel proprio universo,  si  insidiava in una  stella,  e si nutriva di alcuni suoi elementi, fino a creare anomalie e distruzione del sistema ospitante, dopo averlo distrutto ne avrebbe cercato un altro. Leonard, prese la parola e raccontò ciò che era  accaduto al pianeta dei suoi avi, analogamente a ciò che stava accadendo sulla terra, è evidente che dobbiamo riportare questa forma di vita nel suo universo, ma il come era tutto da scoprire.

Decisero quindi, che dovevano stabilire un contatto con questa forma di vita,  per comprendere come ricondurla nel suo universo.

L'unione crea non solo forza, ma creatività e con le varie conoscenze, cercarono di stabilire questo contatto,  Karill, purtroppo conosceva la  sua pericolosità e la espose agli altri.  Decisero quindi di provare a comunicare con lei  in varie modalità, con lingue, codici, codici binari, frequenze, immagini, simboli,  in realtà, non reagì in modo distruttivo con gli strumenti inviati, forse aveva compreso che stavano solo cercando di capire come aiutarla?  

Questo continuo tentativo di dialogo (chiamiamolo così), non sortì grande effetto per quasi due settimane, fu alla fine della seconda, che con  la rappresentazione di un universo confinante, reagì con un'emanazione di un raggio blu  non distruttivo, dal quale si formò un universo sconosciuto, situato ai confini di un lontano buco nero, nel nostro stesso universo, la mappa era di una precisione assoluta, gli esperti  compresero esattamente la localizzazione del buco nero, ora dovevano solo trovare il modo di trasportarla in quel luogo, ma come? Intervenne Karill, lui aveva condotto con le sue gigantesche navi, dei soli artificiali. attraverso uno di questi, potevano trasportarla nei pressi del buco nero e lasciarla andare. Trasportarono presso la stella,  il sole artificiale e con grande sorpresa, una specie di gigantesca  medusa di color  rosso rubino, uscì dalla nostra stella ed entrò  nel sole artificiale perfettamente funzionante, questo  poi fu trasportato con grande cautela, ma nello stesso tempo ad una velocità inaudita, verso la locazione del buco nero sulla mappa. Per  questa operazione occorsero due mesi,  quando giunsero a destinazione, rimasero ad una distanza prudenziale dallo stesso, la spettacolare medusa, uscendo dal sole artificiale, si accese di mille colori arcobaleno e si diresse verso il buco nero, poi lasciò dietro di se una scia infuocata.

Dopo l'incredibile salvataggio, sulla terra era già da tempo,  finalmente tutto tornato nella normalità, il sole era di nuovo  amico meraviglioso, gli umani erano felici e stavano festeggiando insieme con i visitatori che circolavano normalmente sulla terra.

Leonard, gli scienziati, Karill e tutti coloro che si erano uniti nel salvataggio erano molto gioiosi, vi erano però rappresentanti di più galassie, che prima di andarsene volevano trovare gli alieni che si erano nascosti sulla terra, per condurli su un pianeta prigione, dove avrebbero dovuto scontare la giusta pena, per i loro crimini verso l'umanità e non solo. Con grande soddisfazione Leonard, lasciò loro campo libero, dopo una settimana, se ne andarono tutti, e si portarono via questi criminali.

Restò solo Karill, che invitò Leonard ed i suoi fratelli ad andare con lui, Leonard lo abbracciò,  e rispose  che sulla terra avevano ancora bisogno di loro, le ferite inferte, avevano lasciato molti mali da curare, l'umanità aveva ancora necessità di  grande appoggio, inoltre la terra era per loro una seconda patria.

Karill, annuì, comprese l'amico, ma volle lasciare un dono immenso, una delle sue gigantesche astronavi, con tutte le istruzioni per costruirne un'altra ed ovviamente istruzioni precise per l'uso dell'energia quantica.

Karill continuò : Se vorrete venirmi a trovare, con questa astronave  sarà facile, le coordinate sono già programmate, ovviamente l'invito è esteso anche a tutti gli amici umani che desiderano vivere un'avventura meravigliosa e stravagante.

Dopo un buona fortuna amici miei,  anche Karill con i suoi,  se ne andò,  ma non sarebbe stato un addio per sempre, c'erano ancora cose importanti di cui parlare, da affrontare, cose in sospeso, non dette.


Bene questa solo per ora è la fine, mi scuso in anticipo per tutte le imperfezioni che troverete.


domenica 24 ottobre 2021

Gli extraterrestri bambini 3^ parte

 

Prima di leggere la terza, vi invito a leggere la prima parte e poi la seconda


Nella astronave immersa nel silenzio di una natura incontaminata, gli extraterrestri bambini e gli scienziati, studiavano l'evoluzione del sistema solare, no, il pericolo non stava diminuendo, anzi,  la terra continuava ad avvicinarsi troppo al sole, ed il nostro meraviglioso astro, si stava trasformando in un nemico implacabile.  

Leonard, insieme agli altri,  decise che era giunto il momento di chiedere aiuto ad altre civiltà del cosmo, attraverso le  memorie dei loro padri, sapevano come poterli richiamare, anche solo telepaticamente. I loro avi avevano commesso un madornale errore a non chiedere aiuto, certi di riuscire a gestire la situazione, invece non era finita bene.

Il contatto non si fece attendere, anche se molti  popoli extraterrestri, evitavano la terra come la peste, sia per l'alta aggressività umana, ma  soprattutto per l'insediamento di quei crudeli esseri oscuri, alcuni più evoluti non potevano non rispondere ad una palese richiesta di aiuto, è una legge cosmica ed un test di vera civiltà.

Il popolo che li contattò, era uno dei più avanzati sia in campo spirituale che tecnologico, il suo alto rappresentante che chiameremo karill, era già informato sull'anomalia ed il pericolo, e disse a Leonard che l'unico modo  per salvare il pianeta terra, forse era spostarlo intorno ad un altro astro, un'impresa davvero titanica, per la prima volta Leonard, si sentì impotente, Karill lo rassicurò, e promise che con i suoi scienziati e volontari, sarebbero partiti subito.

Leonard comunicò poi all'umanità, quello che stava accadendo, esortò tutti alla calma, tuttavia  anche per Leonard non era facile mantenere la sua , figuriamoci per i terrestri e per gli altri...poi.,  essi sapevano che con  l'arrivo di un popolo così evoluto, sarebbe stata la loro fine, i loro crimini erano stati troppi e gravissimi, avevano paura degli extraterrestri che stavano arrivando,  ma  fuggire non era possibile, dal momento che le loro astronavi  non erano ancora pronte per lontani viaggi intergalattici, cercarono rifugio in città sotteranee, che avevano costruito per difesa da eventi catastrofici interni ed esterni. 

Dopo solo due settimane gli extraterrestri giunsero sulla terra, il loro arrivo fu per l'umanità, una visione straordinaria, due astronavi gigantesche piene di luci arcobaleno, insieme ad altre più piccole, brillanti e velocissime. 

Una di queste atterrò dove, erano situati gli extraterrestri bambini, mentre tutte le altre sostarono nel cielo, creando uno spettacolo bellissimo e suggestivo.

Discese, un essere che aveva l'aspetto di un bellissimo umano, si presentò a Leonard  come Karill, egli era accompagnato da altre entità di diverse razze, alcune abbastanza  particolari. 

Dopo la presentazione, si riunirono senza indugio, Karill precisò che dopo l'SOS  altre civiltà si erano unite insieme al suo popolo, il  clima era di grande cordialità, ma anche di estrema austerità,  Karill, non nascose che il progetto di trasferimento, non sarebbe stato privo di rischi, ma era l'unico modo di scongiurare una distruzione totale, espose quali fossero le loro tecnologie basate su energia quantica, una scienza avanzatissima, e nello stesso tempo semplice,  da lasciare tutti a bocca aperta, sia gli extraterrestri bambini, che gli scienziati terrestri,  rimasero anche sbalorditi dalla capacità di insegnamento dei loro interlocutori,  infatti riuscivano a comunicare in tutte le lingue, in modo facile, direttamente alla loro mente.

Comunque, modificare l'orbita di un pianeta, e trasferirlo, secondo la conoscenza umana, per mezzo di laser, energia solare, razzi, sarebbe un'impresa impossibile ed occorrerebbero miliardi di anni,  per giungere in prossimità di un altro sistema solare,  inoltre la terra subirebbe una massiccia riduzione, dopo il consumo di materia ed energia, ma per la tecnologia di Karill,  è possibile ed in un tempo ragionevole, per evitare il congelamento del pianeta durante il viaggio, saranno disposti tanti piccoli soli artificiali, alla giusta distanza, alimentati da un'energia del vuoto quantico, un'energia incredibilmente illimitata, ma che appare qualcosa di assolutamente sconosciuto per la scienza umana, per i nostri gentili salvatori invece è pane quotidiano, poichè tutte le loro astronavi, e tutto sui loro pianeti, sono alimentati da questa energia, che non solo non inquina, e non viene dispersa, ma si ricicla costantemente ed autonomamente ed è ovunque, a disposizione di tutti a costo zero. 

Il pianeta terra e la sua luna, dunque saranno trasformati in vere e proprie immense astronavi, con tanti soli artificiali, intorno, in modo da evitare il congelamento, durante un viaggio che per quanto può apparire impossibile alla nostra scienza, supererà la velocità della luce, dal momento che l'energia quantica utilizzata non ha limiti, si trova ovunque.

Ricollocare il pianeta terra e la sua luna, una volta giunti in prossimità di un sistema solare idoneo e sicuro, non sarà la fase più difficile, Tuttavia occorrerà del tempo prima della stabilizzazione. Il Problema grandioso, la sopravvivenza della popolazione della terra, compresa quella animale, vegetale,? Karill, non nasconde  che l'energia quantica, per tutti gli organismi non abituati od allenati, può causare oscillazioni insopportabili, fino al collasso ed alla morte. Gli oceani e tutte le acque, saranno congelate, per evitare la loro dispersione. Karill, continuò che quindi dovevano valutare,  se trasferire tutti sulle loro enormi astronavi, o mettere in sospensione ogni creatura vivente, una operazione indubbiamente non semplice, ma attuabile solo se organizzata in modo capillare. Trasferire tutti sulle astronavi poteva essere un opzione altrettanto possibile e forse la più sicura, ma non avrebbero potuto farlo per la specie vegetale, che doveva essere trattata diversamente, si potevano comunque utilizzare entrambe le opzioni.

Leonard  : Ma quanto tempo abbiamo secondo te Karill? Inoltre scusami la domanda che ti apparirà sciocca, ma non è possibile curare il sole, invece di un trasferimento del genere?

Karill sorrise e rispose: Non molto tempo, forse un anno, per la fine, ma non posso esserne certo,  la seconda domanda non è affatto sciocca, ma intervenire sul sole è assai difficile ed imprevedibile, anche se era già previsto di svolgere uno studio più approfondito insieme agli altri.

Dopo poco tempo Leonard, insieme ai suoi, si consultarono su ciò che era stato esposto, per quanto fiduciosi sulle capacità dei loro fratelli cosmici, nutrivano molte riserve, e speravano di  avere buone notizie su un possibile intervento sul loro astro, invece di un trasferimento così complicato, che li lasciava sgomenti, doverlo comunicare alla popolazione, li angosciava enormemente.

Finalmente giunse il momento della nuova riunione, Karill prese la parola, e disse che avevano studiato la situazione del sole, la causa delle anomalie solari, non era facilmente individuabile, tuttavia secondo loro,  si era insidiata all'interno della nostra stella, una energia sconosciuta ed estranea, che aveva innescato quel comportamento pericoloso. Sembrava qualcosa di alieno, anche  non riuscivano a capire se si fosse collocata autonomamente, o se  qualcuno invece l'avesse collocata.

Il silenzio fu interrotto da Leonard, questo potrebbe essere accaduto anche al sole dei nostri padri? Karill rispose che era impossibile stabilirlo, ma non si poteva  neppure escludere, Karill continuò che avrebbe subito inviato una navetta speciale guidata da androidi, vicino all'astro, attraverso una specie di drone resistente a temperature impossibili,  avrebbero verificato dall'interno se vi fosse inserito qualcosa.

La spedizione fu seguita  attraverso monitor da  Karill  e dai suoi scienziati, il drone,  fu inviato all'interno del sole, e rimandò le prime analisi ed immagini, quella energia aliena, simile ad una macchia nera, non assomigliava a nulla di ciò che conoscevano, tuttavia sembrava intelligente e molto aggressiva, infatti riuscì quasi subito a disintegrare il  povero drone, e purtroppo poco dopo anche la navetta speciale.

Silenzio tombale,  Karill e i suoi amici,  erano  molto affezionati agli androidi della spedizione, non immaginavano certo che non sarebbero più tornati, inoltre non riuscivano a comprendere cosa avesse distrutto, così facilmente, materiali  ritenuti indistruttibili. Con cosa avevano a che fare? Avrebbero dovuto inviare una nuova spedizione, ma senza sacrificare nessuno.

Leonard  molto molto dispiaciuto per ciò che era successo, consigliò Karill di lasciare perdere, karill rispose che invece era importantissimo comprendere cosa stava accadendo, anche per il bene di altre civiltà, anche quelle che non avevano voluto essere coinvolte, un giorno la stessa cosa, avrebbe potuto insidiarsi sui loro astri, deve essere trovata una soluzione a tutti i costi. Furono allertate tutte le civiltà dell'universo, con la massima emergenza, e nel giro di pochi giorni, vi erano astronavi in cielo, sulla terra, astronavi di ogni tipo, di ogni forma. 

Leonard, in mondovisione spiegò la situazione, nessuno doveva avere paura, non si trattava di una invasione, ma di vero e proprio aiuto da parte di tante civiltà provenienti dalla nostra galassia ed anche da altre galassie.


Bene, mi scuso  sin da ora per eventuali sfondoni scientifici, ed anche per le imperfezioni di scrittura, spero che possiate apprezzare il contenuto per la sua essenza.

Ovviamente spero che presto potrò scrivere anche la 4^ parte. 


sabato 16 ottobre 2021

Parole, parole, parole

 


    Parole, parole, parole.....,   mi ricorda una famosa canzone di Mina,  ma qui è tutta un' altra storia,

parole imbellettate, parole fasulle, parole insulse, parole bugiarde, parole nobili, turpiloquio, parole come coltelli, parole ingannevoli.., persino le migliori composizioni di parole,  possono nascondere inconsapevolezza ed inganno.

Oggi, ascolto tante parole, tutte hanno un senso, ma poi scavando, ho scoperto, e non con poca tristezza,  che molte non sono  veritiere, che nascondono truffa o fuffa, o peggio, nella loro apparente innocuità,  possono essere molto malvagie.

Parole che vengono censurate,  ma perchè mai? Mi chiedo, non siamo forse in democrazia, ognuno di noi non ha forse il diritto di esprimere le proprie opinioni? di scegliere liberamente le proprie azioni, ovviamente non azioni criminali.

Mai come oggi, stimo ed onoro  immensamente, coloro che esprimono il loro vero pensiero attraverso parole veritiere, coloro che riescono a sfondare il muro di apparenza, che vogliono conoscere cosa c'è nella tana del bianco coniglio.

Sinceramente, non si vive di solo pane, anche se indubbiamente nutrirsi è necessario, tuttavia guai a non nutrire la propria anima, attraverso  la ricerca non superficiale della verità, il bene apparente, non è sempre bene, anche per il male vale la stessa cosa.

Ognuno faccia la propria libera scelta in ogni campo, non insultando altri che decidono di andare per altre vie,  con intelligenza vera e reale, si può convivere pacificamente, tuttavia a volte le strade si dividono anche senza volerlo, chi farà la scelta migliore?  Solo il tempo ce lo potrà svelare. 

Ultima cosa importante, senza le giuste informazioni, senza unire i puntini, fare libera scelta, su certe cose, non è facile, vi è in tutti noi un alleato prezioso, l'intuito, il sesto senso, affinarlo è basilare, è un dono che l'uomo ha avuto, ma che spesso accantona, le macchine possono essere tanto intelligenti, ma non potranno mai esserne dotate.

sabato 9 ottobre 2021

Gli extraterrestri bambini 2^ parte

 Prima di iniziare a leggere questa parte vi consiglio di visionare la prima


Ciò che accadde dopo quella trasmissione in mondovisione, potete immaginarlo, o forse no.

L'informazione ufficiale rettificò e comunicò subito che ciò che era andato in onda, era solo  una simulazione, ma pochi credettero a questa versione,  tutti  o quasi conoscevano la storia dei bambini extraterrestri che nel tempo, era trapelata in tutta la sua stranezza, tuttavia la gente aveva immaginato, che la scomparsa dell'astronave fosse solo una scusa, per nascondere il misfatto dei potenti.

I giovani extraterrestri,  subito dopo rincararono la dose con una nuova trasmissione, sempre in mondovisione,  nella quale raccontarono ogni dettaglio di ciò che era veramente accaduto. Esortarono tutte le popolazioni a mantenere la calma, ciò che era successo al loro pianeta, non doveva accadere per forza alla terra, esortarono anche all'unione, ad aiutarsi, a non uccidere, a non fare male, a non nutrirsi di carne animale, ad amare ogni creatura, a non consumare più delle reali necessità. Dissero: " Dal momento che siete creature universali, anche se state vivendo questa vita terrestre, dovete riappropriarvi della vostra vera essenza".

Non possiamo spiegarvi esattamente cosa sia Dio, ma non è certo ciò che vi hanno insegnato, Dio non è vendicativo, nè  ha mai voluto imporre nulla, voi siete esseri liberi, invece vi ritrovate schiavi di un sistema assurdo e paradossale, qualcuno, ha imbandito una bella tavolata di inganni, per sfruttarvi, per farvi credere che siete pecorelle smarrite, o peggio dei miserabili peccatori e voi avete creduto a tutto, tranne che a voi stessi. Molti di voi lo sanno, sono già svegli, ma altri  annaspano in acque molto torbide, non riescono ad uscire da trappole mentali, create da una manipolazione inserita ad arte.

Ora dobbiamo precisare qualcosa di importante, gli scienziati  più geniali del vostro pianeta, hanno deciso di seguirci  sull'astronave,  per collaborare con noi, sappiamo di rappresentare un pericolo per il sistema attuale, ma grazie al cielo le tecnologie dei potenti, anche quelli che non sono affatto terrestri,  non hanno raggiunto la nostra, ogni volta scompariremo ed andremo in luoghi, dove nessuno potrà rintracciarci, se non lo vorremo,  ma noi siamo con voi  popolazione della terra  e vi terremo sempre aggiornati sul nostro operato. Voi fate solo la vostra parte, ora nessuno ve lo potrà più impedire.

I potenti  ovviamente schiumarono di rabbia, compreso quei non terrestri che erano stati sempre nascosti, ma sapevano che il tempo delle manipolazioni era cessato, e comunque anche loro speravano che la terra non fosse distrutta, avrebbero atteso come tutti gli altri, i nuovi aggiornamenti.

La popolazione di ogni nazione, fece la sua parte, certo coloro che erano sempre stati dei  privilegiati storsero il naso, tuttavia davanti ad un pericolo del genere, se ne stettero buoni e zitti.

Nel giro di pochi mesi, la trasformazione fu epocale, i veri governanti eletti dai popoli, emisero decreti legge di vera giustizia, settori alimentari  legati allo sfruttamento animale decaddero, ma ogni proprietario o lavoratore fu sostenuto. Gli animali furono liberati in spazi protetti.  La collaborazione fu totale, le risorse energetiche subirono la maggiore trasformazione, grazie alle istruzioni  trasmesse dagli extraterrestri bambini, altrettanto nel settore sanitario, ogni malattia, fu adeguatamente curata, con medicine dolci,  rispettose delle energie di ogni individuo.

L'ultima sfida, la fame nel mondo, fu debellata,  interventi massicci di ogni nazione, permise ai territori devastati da questo assurdo problema, di rinascere a nuova vita.

Molti terrestri geniali, riuscirono ad aiutare tutte queste cause, non vi erano più impedimenti, o sfruttamenti, ma la grande gioia di contribuire al benessere di ogni creatura vivente.


Ma che grande dolore, purtroppo il sole stava diventando un terribile nemico dei suoi pianeti, proprio ora che la popolazione terrestre stava evolvendo velocemente, e desiderava ardentemente vivere in pace, insieme al suo splendido pianeta azzurro.


I nostri eroi sull'astronave, si resero conto che i super-flare solari stavano aumentando, ma  intervenire avrebbe potuto anche peggiorare la situazione, per cui essi lavoravano costantemente  giorno e notte,  per trovare strategie possibili e non invasive, dovevano comprendere cosa aveva innescato quell'attività anomala. Sono le macchie solari che innescano flussi di particelle ad alta energia, e le eruzioni solari, tuttavia non erano loro responsabili di ciò che stava accadendo, quale fosse la causa, restava per ora molto misteriosa, anche la loro incredibile intelligenza artificiale, non riusciva ad aiutarli.

Una tempesta solare, può manifestarsi e bloccare tutte le attività, e creare problemi immensi di sopravvivenza, ma il problema che i nostri scienziati stavano affrontando, era ben più letale. 

L'intelligenza artificiale però fece notare agli scienziati,  che la distanza del pianeta terra, era diminuita da stato afelio di 152.104.285 km,  a  stato perielio di 145.000.000 circa  ( generalmente a circa 147.000.000 km) e la stessa cosa stava accadendo agli altri pianeti, come potevano essere stati così stupidi da non comprendere, che la causa dei problemi sulla terra, era la stessa orbita dei pianeti? La loro velocità stava aumentando lentamente ma costantemente, attraverso i grafici verificarono il lento ma costante avvicinamento. 

Tuttavia  l'attività anomala del sole,  stava influendo sulla variazione delle orbite del sistema planetario?. Se esse si stabilizzeranno, il pericolo potrebbe essere minimo, ma se la distanza tra il sole ed i pianeti diminuirà ulteriormente, il rischio sarà quello di essere cotti, sopratutto la terra.

Leonard, comunicò in mondovisione, tutto questo, esortando nuovamente la popolazione alla calma, avrebbero cercato una soluzione in qualsiasi caso, per non trovarsi impreparati.

Ogni nazione della terra, collaborava attivamente con le altre, per salvaguardare sia gli abitanti che il pianeta, riparare i danni compiuti nel passato, non era per nulla facile, ma ce la stavano mettendo tutta, avevano eliminato la  produzione di plastica, e tutti  i materiali non biodegradabili, costruirono strutture adeguate, per non subire danni legati ad alluvioni e terremoti, salvaguardavano le foreste già esistenti e riforestavano costantemente. I nuovi fabbricati rispettavano l'ambiente, e quelli già esistenti venivano modificati. La criminalità attuale era ormai ai minimi storici, e le prigioni esistenti, si trasformarono in centri di apprendimento e lavoro, nelle quali i detenuti, erano moderatamente controllati, rispettati, curati, e amorevolmente trattati. 

Le famiglie in difficoltà, non erano più abbandonate a se stesse, la nuova medicina, era in grado di curare tutte le malattie, non solo, attuarono anche il ringiovanimento degli anziani, che potevano rendersi nuovamente utili. Insomma la morte stava rallentando incredibilmente, tuttavia un piccolo neo c'era,  la popolazione grazie a un amorevole apprendimento, era cosciente che le nuove nascite, dovevano essere proporzionali, sia per gli umani che per gli animali. 

L'uomo senza manipolazioni esterne, stava ritrovando la propria reale dimensione, sia locale, che spirituale, anche la Chiesa Cristiana e le altre chiese, avevano per sempre abbandonato il Dio Punitore, conservando solo ciò che aiutava veramente l'evoluzione dell'essere umano, creatura universale, non solo terrestre.

L'umanità finalmente era libera, libera di esprimere la sua grande potenzialità, di comprendere che ognuno è parte dell'altro, e dell'universo, che la vita non muore mai e la coscienza che L'Altissimo ci dona è il salvacondotto dell'evoluzione, tuttavia Lui è oltre ogni evento, ogni rappresentazione temporale, Lui è dove esiste l'eternità e nessun limite, anche se per amore si manifesta in ogni frammento di vita, in ogni dove ed in ogni tempo.


Bene la storia non è ancora terminata, mi scuso ancora se troverete strafalcioni, ma cosa accadrà?  Tutto si stabilizzerà o i nostri eroi dovranno trovare soluzioni estreme per salvare tutta l'umanità e non solo, anche coloro (i cattivi), che furono i carcerieri  dei terrestri?


Lo sapremo nella terza puntata.....


domenica 3 ottobre 2021

Gli extraterrestri bambini 1^ Parte

Tutto iniziò da una notizia  sensazionale, un'astronave aliena era atterrata, nel bel mezzo del deserto.

Nel giro di poche ore, quel deserto fu gremito da elicotteri, militari, curiosi che ovviamente venivano tenuti a debita distanza.

Furono chiamati tutti, ma proprio tutti quelli che contavano, una vera baraonda, tuttavia l'ordine impartito ai militari,  fu quello di attendere che qualcuno uscisse da quella astronave aliena. 

Attesero, per ore ed ore, ma niente e nessuno, uscì.

L'astronave era bellissima, con colori cangianti che andavano dall'oro,all'argento, lucente sia di giorno che di notte.

Passarono intanto due giorni,  ma dal momento che nulla accadeva, i generali, decisero di far avvicinare  all'astronave, una squadra speciale, le porte si spalancarono automaticamente, e circa 10 uomini, dopo un momento di titubanza, entrò. 

All'interno, l'astronave era immensa, un vero spettacolo, una bellissima luce azzurra , illuminava tutto l'ambiente, nella sala comandi, non vi era nessuno,  perlustrarono varie stanze, dove non trovarono alcun segno di vita, fino a che giunsero davanti ad un portale dalla forma di conchiglia, che magicamente si aprì, ciò che  questi uomini, videro fu  veramente sorprendente ed inaspettato, culle di cristallo, proteggevano delle creature assolutamente umane, bimbi, quasi tutti neonati, almeno un centinaio.

La squadra speciale riferì immediatamente ai loro capi, ciò che avevano trovato e furono inviati immediati soccorsi tecnici e sanitari.

Con grande circospezione, e con i relativi macchinari, cercarono di comprendere se i bimbi fossero ancora in vita, e se fossero effettivamente umani, ma per analisi più profonde avrebbero dovuto aprire quelle strane culle, ma non sapevano come.

Attesero, si consultarono, e sorpresa delle sorprese, dopo ulteriori 24 ore, le culle si aprirono automaticamente, la sala risuonò di vagiti.

Prima di portare i bimbi fuori dell'astronave, si accertarono del loro stato di salute, analizzarono il loro DNA, le funzioni vitali, e scoprirono che erano bimbi umanissimi, ma dotati di un DNA molto più complesso, e straordinario, non presente sulla terra.

Come nutrirli? Cosa dovevano fare? Ancora una volta automaticamente una voce maschile e melodiosa, risuonò nella stanza,  e disse con un inglese perfetto:  Nonostante la nostra immensa tecnologia, e l'analitico controllo, l'esplosione del nostro sole, ha distrutto quasi istantaneamente il nostro pianeta,  e tutto il sistema,  certo, eravamo allertati, tuttavia abbiamo avuto solo il tempo, di salvare alcune nostre creature, inviando questa astronave sul vostro pianeta, molto compatibile con la nostra biologia, ma anche se apparentemente siamo simili alla vostra umanità, il nostro DNA è molto più complesso, i bimbi non hanno necessità di nutrimento, cresceranno sani e forti in breve tempo, e vi aiuteranno nel vostro migliore sviluppo, eravamo un popolo pacifico,  e questi bimbi saranno pacifici  e sicuramente amorevoli e geniali, vi preghiamo di amarli e avere cura della loro diversità,  non forzateli a compiere azioni malvagie, sappiamo che la vostra natura è bellicosa e aggressiva,  manipolatoria, queste creature piuttosto che compiere un'azione crudele, preferiranno morire, vi preghiamo di non abusare della loro genialità per fare del male o guerre, sia offensive che difensive.

Diventeranno adulti in soli due anni terrestri, non si ammaleranno mai, la durata della loro vita dipenderà solo dalla loro volontà di vivere.

Saranno i vostri migliori alleati, per creare un mondo migliore, sia materialmente che spiritualmente, ci auguriamo che sappiate mettere da parte, tutta la vostra sete di potere e la vostra aggressività, per il bene di ogni essere vivente, inclusi animali e vegetali terrestri e non.

Anche se il nostro pianeta è ormai stato annientato, noi e tutti gli altri esseri, siamo comunque sopravvissuti, in altra forma, poiché come già sapete, anche se non siete capaci di crederlo,  nulla si crea e nulla si distrugge, i nostri discendenti che abbiamo inviato sulla terra, sono il nostro dono immenso per voi. Purtroppo non abbiamo più il tempo, per fornirvi  maggiori dettagli, tuttavia essi conserveranno ogni memoria del loro mondo di origine e di tutte le conoscenze.

La voce si spense, per qualche minuto nella sala ci fu solo un silenzio, misto a  costernazione, emozione, gioia e dolore, le persone presenti, sapevano che i bimbi dovevano essere protetti ad ogni costo, consegnarli nelle mani di certuni, sarebbe stato come ucciderli, furono tutti d'accordo di attendere per trovare la strategia migliore, per sfuggire ad autorità senza cuore. Accamparono delle scuse, dissero che occorreva tempo prima di portarli fuori. Andarono nella sala comandi, per cercare di capire, come si potesse  guidare quell'astronave, era un pensiero una folle?  No, infatti dall'intelligenza artificiale, era stata prevista una azione del genere, ed ecco che una voce altrettanto armoniosa, diede loro istruzioni per rendere invisibile e a prova di attacco l'astronave, per condurla al sicuro, erano state già predisposte delle coordinate. La squadra insieme agli altri, fecero tutto ciò che doveva essere fatto.

Intanto tutti quelli che attendevano fuori, videro l'astronave scomparire sotto il loro naso, le massime autorità erano fuori di testa dalla rabbia, gli scienziati, pronti ad ogni esperimento su quei bambini, lo furono altrettanto. Ma nessuno avrebbe potuto fare nulla, proprio nulla.

L'astronave nel suo breve viaggio, rivelò di avere all'interno, un'intelligenza artificiale straordinaria.

Li condusse su una piccola isola fuori rotta,  nell'oceano Pacifico,  quella piccola isola,  disabitata, aveva tutto ciò di cui gli uomini a bordo avevano necessità per sopravvivere,  in attesa che quei straordinari bimbi crescessero.  L'astronave ben nascosta tra la vegetazione, sarebbe stata la loro casa, molto molto protettiva, inoltre il clima era sempre estivo. Gli uomini non avevano più gli strumenti di comunicazione,  ormai, avevano deciso di abbandonare il loro lavoro, la loro famiglia, la loro vita, per proteggere quel  meraviglioso dono,  ma non erano tristi, in cuor loro sapevano che sarebbe stata una avventura grandiosa, una missione urgente.

Due anni trascorsero, all'insegna di una  bellissima vita naturale mai vissuta, insegnarono a quei bimbi che in breve tempo diventarono giovani donne e giovani uomini, tutto ciò che poterono, tuttavia ciò che impararono  da loro fu di importanza colossale, il rispetto per la vita, l'amore per ogni creatura, la capacità di non fare  mai del male, impararono che potevano vivere senza nutrirsi di animali, a curarsi con la volontà ed erbe magiche, nutrirsi dell'energia solare.  Al cospetto di quell'astronave, gli animali, anche i più feroci, andavano e venivano tranquillamente, nel bisogno, venivano curati da quei bimbi  che erano ormai diventati adulti bellissimi e amorevoli. Sapevano che  ancora li stavano cercando, ma forse era giunto il momento di ritornare nel mondo, in modo silenzioso ed anonimo, tutti coloro che erano sfuggiti all'autorità, per salvaguardare gli extraterrestri, potevano contare su chi li amava? Certo, tuttavia come contattarli? sicuramente i loro parenti erano sotto stretta sorveglianza. 

Discussero di questo con i loro protetti,  che dissero loro di non preoccuparsi, avrebbero studiato un modo per eludere eventuali sorveglianze.

Chiesero di restare ancora sull'isola per altri due mesi, per sviluppare dei progetti, per comprendere meglio il pianeta dove ora si trovavano,  l'intelligenza artificiale, li aiutò ad esplorare la terra, il mare, il cielo,  il sole, i pianeti, le galassie vicine e lontane.

Nello studio del comportamento del sole, si resero conto di come negli ultimi anni, vi fossero strane anomalie, brillamenti troppo frequenti e straordinari, che si stavano intensificando. Occorre precisare, che la loro memoria conservava tutta la conoscenza dei loro padri e delle loro esperienze,  quel comportamento solare, era già stato osservato dai loro avi,  nel loro stesso sole, che aveva causato la distruzione del loro sistema solare. 

Ne discussero con i loro protettori,  avvertendoli che se il sole avesse continuato quell'attività anomala, nel giro di poco tempo, il pianeta terra, rischiava di essere distrutto come il loro pianeta di origine, era necessario controllare costantemente la sua attività e cercare soluzioni non certo facili da attuare. Era anche necessario ritornare, là da dove erano partiti, e stabilire contatti con le autorità, per avvertirle del pericolo.

Fu così che l'astronave ritornò al punto di partenza in quel deserto, da dove erano fuggiti.

Dopo più di due anni, l'astronave riapparve nel medesimo punto da dove era scomparsa, e 

tutto ricominciò, anche se in modo diverso, attesero che una nuova squadra entrasse e comunicarono il motivo del loro ritorno. 

I migliori scienziati della terra, avevano già  osservato lo strano comportamento solare e sapevano che esistevano delle anomalie inspiegabili e ascoltarono con molto interesse, ciò che quegli straordinari esseri  prospettavano.

Le autorità di tutto il mondo, vollero essere presenti, ed in una di queste riunioni Leonard, portavoce degli extraterrestri,  chiese ad  un alto rappresentante se fosse a conoscenza che due razze aliene convivono con i terrestri sulla terra da più di dodicimila anni? Ci sono terre che non risultano dalle vostre carte geografiche, e questi alieni vivono proprio lì, la nostra intelligenza artificiale, è molto potente,  vi descrivo le due razze, la prima è bruttina con una testa a cocomero, alla seconda appartengono esseri belli, biondi, alti, direi che ci assomigliano. Abbiamo deciso di informarci meglio e ci siamo resi conto di quanto l'umanità sia stata ingannata dalla prima razza menzionata, proprio su tutto, religioni, politica, sistema finanziario, Ufo, cercando su internet, abbiamo compreso che tra i terrestri solo uno ha compreso la portata di questo inganno, questa è la documentazione, ovviamente ci sarebbero anche altre cose da aggiungere, comunque vi invitiamo a leggere, a documentarvi e poi a discuterne in altra seduta. La registrazione della riunione, grazie alle tecnologie degli extraterrestri ex bimbi, fu proiettata in tutto il mondo, ed abilmente tradotta in ogni lingua, nulla e nessuno riuscì ad interrompere le trasmissioni,  ogni abitante della terra, seppe, come sarebbe sempre giusto che accada.

Il libero arbitrio, può ritenersi valido, soltanto se arrivano le giuste informazioni per tutti.


Questa prima parte fantascientifica termina qui, vi ricordo che non sono una vera scrittrice, perdonate quindi i miei strafalcioni, spero comunque che possiate gradirne l'essenza. Grazie.

la seconda parte qui

 




venerdì 24 settembre 2021

Fiamme d'amore

 Fiamme d'amore

in ogni dove, non luogo,

in ogni tempo, non quando.


Onnipotenti ed eterne fiamme d'amore,

inviate dall'Ineffabile Essere d'Amore,

risvegliate la vostra immensa luce,

illuminate le fitte tenebre,

alimentate le fiamme d'amore imprigionate,

inondate, il cuore sigillato di molti esseri,

in ogni universo.


Tutti gli abissi  oscuri scompariranno.

mercoledì 15 settembre 2021

La follia umana

 


La follia di questo mondo, ha raggiunto livelli veramente assurdi,  certo anche nel passato non sono mancati periodi folli, pensiamo all' inquisizione, al nazismo... etc., ma allora non vi erano mezzi di comunicazione come internet.

Se qualcuno voleva dimostrare che l'umanità non è mai cambiata, che per denaro molti venderebbero anche la propria madre, che la follia cognitiva è sempre latente, ci è riuscito perfettamente, purtroppo, l'umanità quasi tutta non ha raggiunto che il nulla.

Ma questo era noto, trattare il pianeta come è stato fatto, fregarsene dei propri simili e degli animali, era già un indizio di un grande male interiore oltre che esteriore, con le vicende attuali, abbiamo raggiunto il massimo livello di superficialità e di criminalità, verso noi stessi e verso gli altri.

Cosa posso aggiungere, forse una piccola speranza ci potrebbe essere,  prendere coscienza del nostro stato miserevole, sarebbe già un punto di partenza, purtroppo non credo che molti comprenderanno il gioco che è stato messo in atto.

Saremo giudicati come una razza indegna, e arretrata, nonostante tutti i talenti ed i buoni propositi, nonostante  chi dice che dobbiamo sospendere ogni forma di giudizio, la paura poi,  ha fatto il suo buon gioco. Alla minoranza che ha cercato di informare, di lottare, grande onore, alcuni hanno pagato con la vita, altri con la cancellazione sociale, con la povertà assoluta, anche se sono ricchi nel loro essere.

Non so se presto questo accadrà https://www.youtube.com/watch?v=sgfvSvmF19o&t=23s  ma anche se fosse, pensando ai milioni di persone trattate, l'amarezza è immensa, profonda, assoluta.

Il mio è un blog del mistero, ormai quasi dimenticato, potrebbe trattare questi argomenti? Forse no,  forse sì, non lo so, tuttavia anche tutto ciò che sta accadendo, dietro al sipario nasconde un mistero, che solo pochissimi conoscono.

Non illudiamoci però, qualsiasi cosa vi sia dietro, pianificazione strategica, o altro, la responsabilità resta nostra, dell'umanità tutta, non di altri, scaricare le colpe sul diavolo o sugli  altri è troppo comodo.

Meditiamo profondamente su noi stessi, per comprendere se esiste in noi un briciolo di vera coscienza, è l'unico nostro salvacondotto per la libertà, ma quella vera.

Se ciò accadrà, non sarà stato tutto vano.

venerdì 10 settembre 2021

Cuore nero

Tenebre, oscurità,

insieme al nulla eterno,

avanzarono.

Nel centro un cuore nero pulsava.


Ombre oscure immense,

si allargarono sui mondi.

Angeli neri come la pece,

volarono nei cieli senza più stelle.


Era un regno oscuro crudele,

senza amore, senza libertà,

questa era la vera morte.


 La pietosa luce raggiante,

giunse ai confini del regno tenebroso,

 gli angeli neri, la bandirono per sempre.


Vollero conquistare

altri mondi, per nutrirsi

per non morire.


Ma l'era del regno oscuro

stava per scadere,

poichè in ogni dove,

la luce è infinita ed eterna.


Un battito di ali,

in un istante tutto si dissolse,

il cuore nero pulsante,

si spense per sempre.

 

domenica 29 agosto 2021

Preghiera Universale

 


Altissimo, Ineffabile,  Infinito Amore,

ascolta questa preghiera universale affinchè

 l'oscurità receda,

 l'ingiustizia sia giustiziata,

la verità trionfi,

l'odio sia trasformato in amore,

la paura diventi coraggio,

la libertà non sia affogata.


L'umanità è solo un microbo,

rispetto all'universo intero,

eppure contiene le gemme più preziose,

che Tu hai voluto custodire,

proprio in creature così fragili,

proteggi ogni creatura esistente,

terrestre ed extraterrestre, 

che la coscienza amorevole,

possa vincere le tenebre.


Le  tenebre siano solo 

strumento di un salto evolutivo                          

degli esseri,

che tutto si compia all'istante,

e diventino strumento ormai obsoleto.


Così sia .