giovedì 21 giugno 2012

Mutazione genetica



Non avrei immaginato mai una cosa del genere, e quando mi capitò di vedere  in uno dei peggiori film di fantascienza, un uomo che si trasformava in alieno, cambiai canale..... ed adesso che il mio l'amico più caro mi sta mostrando la sua gamba, e quel pezzetto di pelle a scaglie...., non solo non gli credo, ma mi arrabbio: Che razza di scherzo imbecille, che roba ti sei attaccato alla pelle?  Lui ...mi assicura che purtroppo non si tratta di uno scherzo...che ieri quella roba lì, non c'era e ora si sta pian piano allargando..., che è andato anche dal dottore, e lo ha visto impallidire, gli ha prescritto una marea di analisi, e vorrebbe ricoverarlo immediatamente....anche per sottoporlo a dei test del DNA....

Ora, guardo nuovamente quella porzione di pelle a scaglie verdi, che si sta allargando, ed è arrivata dalla caviglia a  quasi metà polpaccio....., sembra pelle di coccodrillo, o serpente...non saprei...., però non ho il coraggio di toccarla, forse ho paura di infettarmi...anzi sicuramente.


Poi lo sottopongo ad una carrellata di domande, cosa hai fatto, dove sei stato, chi hai toccato, cosa ti è accaduto di strano, e lui il mio amico Giancarlo, mi risponde : semplicemente nulla, tutto normale....nessun evento misterioso credimi...


Cerco di convincerlo a ricoverarsi, almeno per tentare di fermare, quella terribile metamorfosi della sua gamba...., ma lui è convinto che tanto non servirebbe a nulla..., ma io insisto ed alla fine riesco a riportarlo alla ragione, è fuori di testa e lo sono pure io.


Ed  adesso eccoci qua, tutte e due in una stanza isolata dell' ospedale, ma il peggio deve ancora arrivare....un gruppo di militari, agghindata da astronauti, prelevano il mio amico e pure me, ci rivestono di una specie di tuta e casco e ci conducono via, nonostante tutte le nostre proteste..., ci rinchiudono in una specie di cella frigorifera di un camion e ci portano ....non so dove...


Dopo molte ore, ci fanno scendere e ci accompagnano in una specie di bunker ospedaliero? Ci chiudono in una stanza e ci prelevano il sangue, al mio amico anche un pezzetto di quella orribile pelle scagliosa di serpente, con orrore mi accorgo che tutta la sua gamba fino al ginocchio è ormai trasformata in un arto di rettile...il mio stato d'animo è da incubo, il mio amico invece è come rassegnato, non reagisce...


Finalmente tornano e un dottore, sempre vestito da astronauta, chiede al mio amico, cosa gli è capitato di strano, la sua risposta è : nulla ...


Ci informa gentilmente, che io non ho nessuna anomalia, ma Giancarlo, presenta ora un dna, che è solo in parte umano e in parte di origine sconosciuta, vi è una vera e propria mutazione in atto....,  non hanno alcuna idea di come arrestarla..., che comunque ci terranno sotto controllo, per verificare un possibile contagio..da parte mia ovviamente...


Cerchiamo di dormire....io non ce la faccio, Giancarlo invece si è addormentato...


La mattina dopo, almeno credo che sia mattina, tornano per verificare il nostro stato, a me non è ancora accaduto nulla..., il mio amico ha quasi tutte e due le gambe da rettile ormai quasi sopra il ginocchio...., ma è stranamente molto calmo, e per quanto turbato, è quasi più forte di me...
Ci portano finalmente qualcosa da mangiare..., anche Giancarlo mangia con molto appetito....


E' passata una settimana il mio amico non è più un uomo, ma un essere alieno con scaglie verdi, anche i suoi occhi non sono più gli stessi, ma la sua memoria è rimasta inalterata, lui ricorda di essere Giancarlo, mentre io sono l'essere più infelice della terra,  lui si sente benissimo e non ha più nessun turbamento, desidera solo andarsene...cosa peraltro impossibile...


In realtà non lo è stato, lui non so come sia riuscito a fuggire, hanno tentato di fermarlo, ma è forte, di una forza straordinaria, hanno cercato di colpirlo, ma lui è riuscito a sfuggire....mentre io sono rimasto, chiuso non so per quanto...


So che gli stanno dando la caccia, mi auguro che non lo prendano mai, io desidero solo tornare a casa, ma sembra che non sentano ragioni, hanno paura che anch'io possa trasformarmi.


Non so dopo quanto tempo, mi hanno liberato, non vi è stato alcun contagio, per cui hanno deciso di rimandarmi a casa...., almeno così mi dicono...
Mi fanno salire su un camion e poi dopo poco tempo ... si fermano....sono due, mi aiutano a scendere.: " ma Cristo penso io... siamo in pieno deserto....", finalmente ho capito, vogliono semplicemente  eliminarmi, sono diventato ormai testimone di qualcosa che il mondo non deve sapere...., con la coda dell'occhio vedo un essere verde pieno di scaglie alto almeno due metri, scaraventarli a terra ....e metterli a nanna.... 


Non posso crederci è il mio amico Giancarlo, che nonostante la mutazione genetica non mi ha dimenticato, ed è rimasto sempre nei paraggi, immaginando che prima o poi sarei stato in pericolo....," mi prende in braccio e sorpresa sta correndo come una ferrari...., lungo quel deserto infuocato" e mi dice con voce gutturale: "tranquillo amico, ti porterò al sicuro"





8 commenti:

  1. Bel raccontino. Dovresti fargli un poco di editing,però dei pregi li ha.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro amico grazie, lo sai che così mi diverto, fare sul serio non fa per me..., non ho idea di come si scriva da professionisti.
      Grazie

      Elimina
  2. Ciao Angie, mi hai lasciata fino alla fine col dubbio.
    Pensavo ad una storia vera. Sei davvero brava...
    Perché non "racconti" di più...
    Ti abbraccio
    Gina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gina, grazie, ma non sempre c'è l'ispirazione..., insomma quando capita capita...
      Un abbraccio
      Angie

      Elimina
  3. Bravissima... spero ci sia un seguito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo secondo l'ispirazione...
      Grazie Max
      Angie

      Elimina
  4. Bell'esercizio. Complimenti. Ci sono cascato in pieno. Pensavo fosse tutto vero...almeno finché non hai nominato i militari agghindati da astronauti: lì poi è diventato ovvio fosse un racconto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh! Grazie a dire il vero ho inserito nelle etichette racconto di fantascienza, una storia così fosse vera sarebbe un colossale scoop del mistero.
      Grazie dell tuo ok
      Angie

      Elimina