venerdì 14 aprile 2017

Trasmutazioni semplici






Tramutare il piombo in oro, è il processo alchemico per eccellenza, ma anche l'oro, può essere nuovamente fuso, quindi scalfito da un evento esterno, ad esempio una altissimo calore, dunque non è l'oro in senso reale, ma ben altro se la sostanza divina viene definita immortale, incorruttibile e inalienabile.

La trasformazione del piombo in oro, è solo un simbolo con cui l'umano ha nominato questo processo che appare quasi impossibile.

Quante cose non conosciamo?, Solo il sapere di non sapere, può consentire all'uomo di procedere senza mai fermarsi, abbandonando di volta in volta i suoi credo,  le convinzioni che lo imprigionano nella ragnatela dei suoi pensieri e conoscenze.

Quando si concepisce un (Sè superiore), con degli attributi pur eclatanti, ma prettamente umani e limitati, possiamo essere certi di essere fuori strada, la Bontà Divina, non assomiglia per nulla alla bontà umana (spesso confusa con l'interesse personale), e ancora meno l'Amore Divino, che nulla ha a che fare con quello degli uomini, intriso da brame e passioni.

Siamo fuori da ogni regola o legge terrena, nel campo quasi inaccessibile dell'Assoluto e dell'Altissimo, che nulla ha a che vedere con un dio, che abbiamo eletto per necessità, visto la nostra ben misera condizione.


Compreso questo nella profondità del nostro Essere, ci troviamo solo all'inizio del nostro viaggio, il cuore segreto, è l'unica nostra stella cometa ..., ma spesso viaggiamo in tutt'altra direzione.


E meravigliose tradizioni, riti, mantra, sono solo pittoreschi simboli, che altri esseri come noi, hanno lasciato, come sassolini per ritrovare la via smarrita.

Perché Noi siamo già immersi in Noi solo che non lo sappiamo, e automaticamente continuiamo a pensare le solite cose, come i prigionieri in un carcere di massima sicurezza,  non possiamo fuggire, per uscirne è necessario diventare sottili, invisibili, inconsistenti, è così che  lo spazio ed il tempo non potranno più soggiogarci. 

Siamo energia, questa è la verità profonda che la scienza è riuscita a donarci, tuttavia noi ancora siamo certi di essere solidi e materiali, e limitati da questa solidità, forse esiste davvero una frequenza ingannatrice che ci fa vedere e sentire ciò che vuole? Oppure siamo noi stessi che ci inganniamo? 
Districarsi dalla rete dei pensieri nostri o non nostri è vitale, meditare può essere di aiuto indubbiamente, ma non regalarci certezze su nulla è il miglior dono che possiamo concederci, anche se per la nostra mente è qualcosa di insopportabile, lei con le sue equazioni logiche e matematiche può trasformarsi nella nostra peggiore nemica. Penso che gli estimatori della super intelligenza umana, mi considereranno una mentecatta, niente paura cari estimatori, non troppo tempo fa ero esattamente come voi, l'intelligenza (difficile da stimare, con certi ridicoli test), era da me molto stimata.

Bene oggi so con pochi dubbi, che essa per quanto grande sia, è limitata, inesorabilmente incapace di comprendere la reale essenza della vita.

Usiamo l'intelligenza, ma non contiamo troppo su di essa per risolvere i Misteri che incombono su di noi,  è stata piombata, taroccata, volutamente limitata...solo il nostro cuore segreto può farci vedere ciò che a lei sfugge, e l'aiuto di quella piccola scintilla che L'Assoluto ha donato ad ogni essere, per ritrovare la via smarrita .....che non è mai fuori di noi. 
Essere liberi di Essere,  L'Assoluto come Assoluto è completa libertà,  forse la vera scelta è del nostro sè superiore,  persino quella di essere, oggi, in questa esperienza umana limitata, dico forse, del resto non ho alcuna certezza su nulla.

Se sei in cerca di certezze non leggere..



5 commenti:

  1. Uau...è bello leggere qualcosa che hai dentro, o meglio trovare qualcuno che è riuscito a tradurre con parole semplici quanto sento da sempre...nell'ultimo periodo mi rendo conto che non avere frequentato scuole per poter conseguire diplomi fu una scelta, una fuga dai parametri, dai dogmi. Non fu un errore, ho scelto di essere ciè che sono oggi: una pirla in viaggio alla ricerca delal verità. Siamo tutti ignoranti, ignoriamo cose diverse, a mio modesto avviso. Continuare a porsi domande è la chiave per rimanere vigili e vivi e per poter continuare a cercare. Buon prosieguo della tua ricerca e buon w.e. Un beso ai gattini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, siamo nello stesso viaggio anche se apparentemente lontani, indubbiamente le scuole oggi come ieri insegnano ciò che è programmato insegnare...
      Poco sappiamo e quel poco, spesso è inquinato..

      Una scenografia è sempre sorretta, da qualcosa che noi non vediamo, alcuni simbolismi sono importanti, fondamentali, siamo tutti pirla in cerca della verità o almeno qualcuno lo è, c'è chi si arrende è a volte assai faticoso, non avere certezze sapere di non sapere, è la base della prima consapevolezza, dalle quali possono iniziare i cambiamenti interiori. Come diceva Gesù è più facile che un cammello entri nella cruna di un ago, piuttosto che un ricco entri nel regno di Dio, il ricco è colui che crede di sapere...si sente già all'apice...dunque...

      Beh sono lieta, di sapere di non sapere, e tutto quello che scoprirò sarà sempre nulla confrontato con l'Assoluto, ed è questo vuoto che attrae nuove conoscenze, che poi saranno rilasciate per incontrarne altre e via..

      Buon w.e. anche a te e la tua mamma.(Buona ricerca anche a te)

      Elimina
  2. Grazie Angie, anche io son lieta di non sapere, le scuole son strumenti del sistema, non fanno altro che incanalarti nelle griglie. Alla prossima!

    RispondiElimina
  3. A mio modesto parere la più importante e meravigliosa trasmutazione che un essere umano possa compiere e quella di tramutare il male di questo mondo in bene.come predicava molto tempo fa un profeta dal cuore buono di nome Gesù.un abbraccio a tutti.emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Integrazione ....Gesù è Gesù, molto più perfetto di come lo descrivono o ci raccontano...
      ma ognuno di noi deve fare la sua parte...

      Un abbraccio a te caro Emilio.

      Elimina