domenica 6 agosto 2017

Sindone l'ultimo miracolo di Cristo all'umanità





Vi prego di leggere il miracolo della Sindone

Non avrei mai pensato di scrivere sulla Sindone,  ma queste informazioni sono di tale importanza...e quindi vorrei condividerle.

La fonte dalla quale reperisco le importanti informazioni è Fenix di Luglio 2017, l'articolo : "  Nuova Luce sulla Sindone " di Emanuela Marinelli.

Ma cosa c'è di nuovo dunque?

Pare che la tradizionale datazione sia contaminata, le alterazioni subite, ed i trattamenti conservativi, sulla stoffa, rendono il risultato non valido. Ovviamente Lo dice La Beta Analytic di Miami (Florida), leader mondiale nelle datazioni radiocarboniche: Beta Alalytic, non effettua la datazione di tessuti, a meno che questa sia parte di un processo di ricerca multidisciplinare. I campioni prelevati da un tessuto trattato con additivi o conservanti, generano un'età radiocarbonica falsa.

L'esperto tessile John Tyrer degli AMTAC laboratori di Altrincham, in Gran Bretagna, ha espresso le sue perplessità a causa dei contaminanti, in particolare quelli introdotti dall'incendio che ha danneggiato la reliquia a Chambery, in Francia nel 1532.

L'angolo che fu scelto per il prelievo è particolarmente inquinato, perchè è stato toccato innumerevoli volte per esporre la Sindone. (Due microbiologi dell'University of Texas Health Scienze Center di San Antonio, negli stati Uniti:  Leoncio Garza-Valdes e Stephen Mattingly), hanno notato che alcune fibre della Sindone, nella zona del prelievo per la datazione, sono rivestite di una patina di batteri e funghi, che non può essere rimossa con i metodi di pulizia convenzionali. Questa patina può alterare la datazione anche di 500-600 anni. 

Una indagine spettroscopica condotta dal biochimico Alan Adler della Western Connecticut State University di Danbury, negli Stati Uniti, si è rivelata particolarmente interessante :
è risultato che i campioni sindonici usati per l'analisi radiocarbonica non sono rappresentativi del resto della stoffa, Adler ritiene plausibile un restauro ed ha affermato : "questa è una zona che è stata riparata".

I sindonologi Joseph Marino, e Sue Benford hanno fornito una serie di prove dell'esistenza di un rammendo invisibile del XVI secolo, nella zona da cui fu prelevato il campione, tra le quali differenze di colore, di dimensione dei fili e di tessitura, le loro ricerche, poi, sono state confermate dal chimico Raymond Rogers del Los Alamos Nazional Laboratory di Los Alamos, negli Stati Uniti. Numerose critiche sono state mosse anche all'analisi statistica dei risultati.

Conseguentemente, non si può collocare la fabbricazione della Sindone verso la metà del XIV secolo, in base alla datazione radiocarbonica eseguita nel 1988.

Tre nuove analisi, condotte dall'ing. Giulio Fanti, professore associato di misure meccaniche e termiche, presso il dipartimento di ingegneria industriale dell'università di Padova, datano la Sindone all'epoca di Cristo.

Alcune fibre della reliquia sono state sottoposte a due datazioni chimiche, basate sulla spettroscopia vibrazionale FT-IR - dall'inglese Trasformata di Fourier all'infrarosso- e raman. Il terzo metodo di datazione è meccanico, per condurre le prove sperimentali sulle fibre di lino è stata appositamente progettata e costruita una macchina di trazione per fibre tessili vegetali.

La media dei valori risultanti dalle due datazioni chimiche e da quella meccanica, fornisce la datazione più plausibile, che corrisponde all'epoca di Cristo.


Non vado oltre, il miracolo, potete leggerlo sul link che vi ho fornito all'inizio.

L'unica cosa che vorrei aggiungere :

Secondo molti fisici, l'immagine presente sulla Sindone potrebbe essere stata causata da un effetto fotoradiante, provocata dall'energia dal corpo di Cristo al momento della resurrezione.


Coloro che credono in Cristo, non hanno certo necessità di queste prove, coloro che non hanno mai creduto, magari continueranno a non credere, ma per i dubbiosi, penso che tutto questo, possa stimolarli a nuove ricerche.

Chi andrà a visitare la Sacra Sindone a Torino, saprà che è realmente Sacra, e che la sua datazione per una serie di complesse motivazioni, non è corretta, e che invece è proprio legata all'epoca di Gesù... il suo ultimo miracolo all'umanità.


3 commenti:

  1. Ciao Angie, interessante il tuo post, avevo letto tempo fa quanto hai scritto, che cioè l'esame effettuato nel 1988 non poteva costituire una prova per i motivi enunciati. Come sai vivo nella città della Sindone, e quando è stato esposta son andata a vederla, senza fare la fila di ore ed ore, uno penso che il rispetto per la missione del Maestro si dimostri nel quotdiano, due perchè essendo presbite vedo meglio da lontano, in tutte le occasioni c'era la possibilità di ossevarla entrando dall'ingresso principale del Duomo. La fila di ore la facevan coloro che volevan vederla da vicino, ognuno fa cosa ritiene ovviamente...
    Ogni volta che la vidi rimasi colpita dell'immagine, ma non provai mail nulla dentro, non so come dire... la risposta forse arrivò da un mio caro amico che a suo tempo faceva parte della servizio d'ordine dell'associazione cattolica a cui a quel tempo apparteneva. Era un ragazzino durante l'ostensione del lontano 1974, almeno credo, uno dei grandi della suddetta la portò nei sotterranei e gli mostrò un lenzuolo identico a quello esposto dicendogli: questa è la vera Sindone, son in pochi a poterla osservare... pare che il mio amico svenne alla vista.
    Questa persona non la frequento ormai da anni, due strade diverse le nostre, non ho prove per dimostrare quanto ho scritto, una testimonianza... forse valida o forse no... Da quanto me lo narrò ci rifletto ... Buona domenenica a te e famiglia ed un caro saluto a chi passerà di qua.

    RispondiElimina
  2. Non ne dubitavo, ma per altri spero che sia utile.

    Grazie Irene...a presto.

    RispondiElimina
  3. Lo spero anche io... Prego comunque, è sempre un piacere...

    RispondiElimina