giovedì 27 marzo 2014

Conciliare l'impossibile




Come sarà mai possibile conciliare la filosofia che sostiene che la vita e la morte siano solo illusioni, con l'immenso "illusorio"? miracolo biologico che si compie quando una creatura viene alla luce, e l'altrettanto terribile distruttivo (illusorio?), annientamento di quello stesso miracolo biologico?

La filosofia degli iniziati, da sempre ci suggerisce che in realtà mai siamo nati e mai moriremo, ma che stiamo vivendo semplicemente sull'onda generatrice ed ipnotica di illusioni provocate dai demoni, i figli della notte.

Il vero iniziato secondo queste filosofie, non si porrà mai il problema della morte, dal momento che lui sa di "essere", ed è ben certo che la morte non esiste, (almeno per lui), che persino la vita è una pura illusione, un film.

Insomma, che la vita sia colma di illusioni, credo che anche i più giovani, oggi, non possano contestarlo, ma allora il miracolo biologico di cui tutti siamo provvisti, (corpo), che ci consente di compiere le nostre esperienze qui su questo pianeta, sarebbe solo la conseguenza di una traccia ipnotica emanata dai figli della notte?

Dalle mie ultime ricerche, legate alla fisica vibrazionale, potrei sintetizzare, che tutto l'universo, (compreso noi), è composto da diverse frequenze, (ovviamente+ leggi gravitazionali ed elettromagnetiche, velocità del suono e della luce),  che la materia (ad esempio quella che compone i nostri corpi), ha una vibrazione molto più bassa, rispetto ad altre più sottili, (un modo semplice e molto banale è ad esempio pensare allo stato che passa tra acqua ghiacciata e quella che sta bollendo che si sta trasformando in vapore acqueo, ).

Che ogni codice genetico, potrebbe essere assimilato ad una scala musicale, ed è unico e irripetibile....

No, avete ragione, indubbiamente qualcosa non torna, non vi è un filo logico, Eppure...



L'unica cosa che riesco immaginare, è, che la Sorgente infinita, non si sia mai neppure sognata di creare dolore, sofferenza e morte, che ciò che viviamo qui, è stato prodotto da altre menti molto più limitate, anche se indubbiamente geniali, che forse si sono divertite a compiere delle sperimentazioni, di cui noi siamo uno degli imperfetti risultati....(rubando ed utilizzando forze ed energie primarie, appartenenti a Lei e solo a Lei). Poi l'umanità con le sue azioni, non ha certo saputo fare di meglio, purtroppo quei codici che ci ritroviamo addosso, sono stati assai invalidanti, tanto da sigillare la nostra intelligenza e l'energia..., allo scopo di comprimerci in questa piccola realtà, dove il falso è strettamente avvinto al vero.

Solo Lei, ha la facoltà di rimettere in ordine questa spiacevole situazione, e probabilmente lo sta facendo da sempre, cercando il miglior modo possibile per non dover annientare o distruggere tutto ciò che comunque è stato creato anche se non dalla sua perfetta Intelligenza, tanto più, che ogni cosa le appartiene, persino le forze che in qualche modo l'hanno tradita, persino i figli della notte...

Creare è una grande responsabilità, l'uomo davvero consapevole questo lo sa benissimo, non si può giocare con ciò che non si conosce fino in fondo, le conseguenze e gli effetti potrebbero essere devastanti..

La Pietra Filosofale, la Trasmutazione del piombo in oro, sono la simbolica ricerca in ogni tempo, di quella sublime materia perfetta ed incorruttibile che appartiene alla Divina Intelligenza e sappiamo tutti, che qualche vero Iniziato, (pochi), ha veramente calpestato queste anguste vie terrene, ed è riuscito a ritornare nella sua Patria natale, grazie ad un filo diretto con Lei.

Il filo diretto si deve agganciare al nostro cuore, e l'energia (il carburante), altro non è che l'Amore puro e privo di scopi egoistici e di tornaconti personali.

Le porte della vera conoscenza si aprono, secondo la capacità del cuore di contenere quell'Amore puro che sa compiere i più prodigiosi miracoli, la conoscenza senza questo tipo di Amore, è sterile e non saprà aprire alcun varco, anzi, creerà nell'uomo, la più sottile, tremenda e subdola illusione : "convincerlo di essere un grande iniziato, il creatore, il possessore di grandi verità, ed al di sopra di tutti gli altri, ovviamente con  grande compiacimento e divertimento dei figli della notte".

Per la Divina intelligenza siamo tutti suoi figli, non vi sarà mai qualcuno o qualcosa di più o meno importante, nessuno dovrà meravigliarsi troppo però, se ai più umili ed amorevoli, concederà qualche chiave vera in più....

Non esistono tecniche particolari o studi mentali e psichici, che potranno aprire certe porte, solo l'amore puro, potrà permetterci di trascendere la nostra dualità e conoscere ....oggettivamente.

E' sicuramente vero che in noi esiste la scintilla divina, ma spesso è e rimarrà ad uno stato embrionale se non riusciremo a connetterci alla Divina Intelligenza e Provvidenza.

Chiaramente e ci tengo molto a precisarlo, questo, è il mio pensiero qui ed oggi, e non mi permetterò mai di pensare, di avere la verità in tasca......, non sono una iniziata legata ad alcuna filosofia, né religione, né a scuole esoteriche di nessun tipo.

Ogni uomo che ha calpestato questa terra, è stato soprattutto un umano, con tutte le sue limitazioni, in fondo nulla di ciò che è stato scritto, detto o insegnato, sappiamo per certo che sia l'incontestabile verità, probabilmente il nostro bagaglio intellettuale, di conoscenza, le nostre aspirazioni spirituali, sono alimentate da un desiderio immenso di essere, di sopravvivere, di contraddire coloro che sono convinti che abbiamo a disposizione solo un tot. di energia vitale che si consumerà in breve tempo e poi lo zero assoluto.


Ma se avessero ragione, tutti i fenomeni paranormali, in quale paragrafo andrebbero collocati? 

Sono una visionaria, a volte scettica, a volte certa che tutto esista ...., ma soprattutto che anche se le nostre credenze rientrano in una sfera limitata, a volte falsa, vi sia molto molto di più, molto di più di quanto la nostra mente piccola possa immaginare....

Per quanto piccoli e limitati, siamo in grado di creare ponti inverosimili, possiamo accendere e spegnere le nostre speranze, possiamo immaginare e fantasticare, e questa è la nostra forza, il nostro contatto con quella infinita immensità che non cesserà mai di stupirci.

Mai cessare di immaginare, un domani, anche quando un domani sembrerà non esistere più.....




4 commenti:

  1. Considerazioni molto profonde Angie.

    RispondiElimina
  2. Daniela,io non credo che noi esseri umani siamo stati creati da dei demoni che tu meglio definisci come figli della notte ma sono invece d'accordissimo con te sul fatto che esiste una Sorgente Infinita e che una parte di essa oltre ad espandersi nel Creato trova posto anche dentro ognuno di noi e quindi nella nostra anima e che al di là di ogni religione o filosofia tutto è Dio e per meglio sviluppare il mio pensiero in proposito ti voglio dedicare questa mia breve poesia dal titolo appunto Tutto è Dio che recita così----Non cercare Dio nelle profondità degli oceani o nelle galassie infinite perchè egli è accanto a te, non lontano nè dal tuo sguardo e nè dal tuo cuore,Cercalo invece nella dolce melodia di un ruscello,cercalo nella mano tesa di un mendicante o nel dolce sorriso di un bimbo ma soprattutto cercalo negli abissi profondi della tua anima.Un romantico visionario come te che anche lui non cesserà di immaginare un domani,anche quando un domani sembrerà non esistere più.Con la stima e l'amicizia di sempre,Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emilio, so che tu come me sei un romantico visionario...., forse meno scettico ...di me.
      Stima ed amicizia ricambiata alla grande.

      Elimina