sabato 18 aprile 2015

Tutto sembra vero, ma nulla è reale








Tutto SEMBRA vero, ma nulla e Reale ..... .

forse This Principio aleggia costantemente Nella mente di chi sta Percorrendo la via sottile e imperversa della verità ....

Troppo facile SEGUIRE i Metodi di ascesi spirituale , Che Hanno Seguito Altri prima di noi, Essi Stessi scomparsi dall'orizzonte degli eventi, di cui non sappiamo niente Più.

QUESTE creatura, ci attendono Realmente su un pianoforte Più ELEVATO di coscienza?

La nostra anima, Il Nostro spirito, vive Realmente in un Contenitore fisico Chiamato Corpo? Ma quanto Esso Si Può intendere fisico? Dal Momento Che non lo e affatto, being energia cristallizzata? (Ricordi? Il 99% della Materia e composto da un vuoto di cui non Conosciamo il mistero).

La morte, con la SUA temibile falce, tuttavia, pare Aver da sempre sostenuto la Loro convinzione, tutto Appare Molto Evidente, nda miseri resti Che testimoniano la vita e la multa creatura di tante su this terra.

L 'Ascesi spirituale dovrebbe consentire un Coloro Che Sono maturi, di Creare Secondo Corpo ONU, non soggetto alla morte, un Corpo Più sottile, di luce, Che viaggerà verso Altre Dimensioni, E Realmente Cosi? E 'chiaro Che la SUA essenza nulla a Che VEDERE con la composizione del Nostro primo Veicolo, in funzione caso contrario Esso dovrebbe Essere assorbito in This Processo.

In Realta vi Sono rarissimi Esseri, (tralasciamo volutamente Quale SIA Stato il Loro percorso spirituale), Che DOPO la crisi della morte, Sono letteralmente scomparsi, o Hanno Lasciato un Corpo mummificato Che mai si decomporrà, this potrebbe Essere Una prova dell'influenza energetica del Corpo di luce?
Potrebbe, ma ovviamente non ABBIAMO nessuna certezza ..

E purtroppo solista Scienziati pochissimi indagano su this energia troppo invisibile per Essere presa in considerazione, eppure l'aria Che respiriamo Non E altrettanto invisibile? 
Soltanto Qualcuno legato alla fisica quantistica, osa, ove Altri non Osano, leggi  , la visione E assai differente RISPETTO alla fisica classica, in Quanto Momento solista nel in cui ci poniamo venire puri Osservatori, si possono Compiere Cambiamenti.

Nulla di nuovo sotto il sole? Da sempre esiste ha Una visione duale, il Che percorre dovuto gareggiare Completamente parallele Che difficilmente si incontreranno.

Ma non dimentichiamo mai Che Certe Opportunità Sono nate e nasceranno, solo grazie alle Nuove visioni o Osservazioni di Scienziati con la mente aperta, senza congetture e Pregiudizi. Cosa This significa? Che i Limiti Ad ogni Struttura, li pone Realmente chi osserva, C'è chi è Capace di Andare Oltre ed invece chi gira sempre Intorno ad un cerchio ristrettissimo, e Crede assolo un CIO Che esiste ha al Suo interno, MENTRE al di fuori di Esso , Gia esistono possibilita infinita.

Tuttavia, tutto SEMBRA vero, ma nulla e Reale,
rende possibile OGNI sconfinamento, si ESCE Dalle consuete idee e visioni, ambrogetta certezze Che poi rischiano di trasformarsi in dogmi, per Entrare in, perlopiù nia Quali vi e Una fascia di PERSONE Che deridere o contrasta l'altra Che Desidera solista Essere libera.

POSSIAMO Creare dei Tulpa ? Per chi osserva Qualcosa, quel Qualcosa e Reale, non solo, also un Altro che non c'entra per nulla, potrebbe vederlo.  

Cosa significa? E 'chiarissimo ... quanti tulpa siamo riusciti a Creare in This mondo? Spesso malefici e terribili, Ormai Emergenti e di Dominio comune?
Non farebbe affatto rifletterci maschile, per non Alimentare ulteriormente this vena distruttiva, guarda Caso, CIO Che ieri non esisteva, domani esisterà ... si materializzerà ..., e difficilmente, purtroppo, Sara bello e meraviglioso.

Dobbiamo Conoscere davvero noi Stessi, senza esitazioni e paura, E L'unica carta Che ABBIAMO per capovolgere this nostra assurda ed un Volte mostruosa Realtà, di cui non ci sentiamo Responsabili.

E se invece ognuno di noi, nel Suo ottavino, lo fosse?

5 commenti:

  1. Daniela,io personalmente e al di là di quello che dice la scienza classica sono abbastanza convinto che non esiste sicuramente solo ed esclusivamente la realtà della quale tutti noi facciamo parte, ma che quasi sicuramente esistono moltissime altre realtà esistenziali attualmente sconosciute alla stessa scienza, per il semplice motivo che essendo anche lo scienziato tradizionale una persona come tutti noi con i suoi limiti, si trova ad avere così anche lui una visione della realtà purtroppo anche essa molto limitata.E proprio per questo motivo che sono invece affascinato dall'elasticità di pensiero dello scienziato quantistico,il quale anche non potendole recepire e spiegare con una metodologia cosiddetta razionale-scientifica,non esclude minimamente che queste altre realtà,anche se non visibili,possano tranquillamente esistere. In natura,a mio modesto avviso nulla è impossibile e ciò che non è visibile oggi potrebbe grazie appunto a coloro che osservano il misterioso mondo dei quanti, essere un domani tranquillamente visibile agli occhi di tutti.Buona Domenica.Emilio

    RispondiElimina
  2. E quindi potrebbe avverarsi che,anche se con molti secoli di ritardo,i fisici quantistici potrebbero confermare il geniale intuito del grande Giordano Bruno che già a suo tempo parlava,attirandosi le ire della Chiesa dell'epoca,di infiniti mondi e anche di infiniti universi che potrebbero essere in poche parole tutte quelle realtà che anche se non visibili all'occhio umano,esistono ugualmente.Per noi viandanti del Mistero che siamo sempre alla ricerca della verità,nessun giorno comincia là dove è finito il giorno precedente e nessun alba ci trova là dove il tramonto ci ha lasciato.La nostra è una ricerca continua, perchè nel profondo della nostra anima,sappiamo benissimo che la realtà non è una sola ma che essa è come un fiore di loto dai petali infiniti.Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo Emilio...
      Buona Domenica a te...

      Elimina
  3. Partiamo dagli albori...e dallo spirito che mi risulta un'entità autonoma ,immerso di volta in volta in un singolo essere, per un conseguente finale eterno, non esauribile, immortale. Si parla, forse anche a sproposito, di quantistica, maaa...quanti sono i Quanti? (scusate, ma mi vengono così...non posso esimermi...forse ataviche riminiscenze clownesche...). In noi, oltre la materia, è contenuta anche un'energia per la quale NON esiste un'analogia con le energie e le forze che noi conosciamo. Il nostro composto,materia-spirito, è una struttura vitale e uguale alla struttura vitale dell'Universo, siamo un "composto" di energia che è diffuso nell'eternità, nell'infinito.

    Questo principio di energia possiamo chiamarlo come vogliamo, ma è su questo che si è costruito tutto l'Universo infinito, materiale o immateriale, con la complessità delle sue leggi. Alla base di tutto questo vi è la Realtà, l'Essere, Colui che è, la mano che ha fatto, e che infine sostiene il tutto. NON è Dio tuttavia, è Qualcosaltro che indubbiamente proviene da Dio, con tutta una serie di passaggi tra Dio e la Creazione, la mano che sorregge il tutto, è l'energia della vita, o la realtà, ma NON ha una sua autonomia, dipende evidentemente da qualcos'altro. (Concetti difficili, me ne rendo conto...).

    Non si può negare che l'Universo sia retto intelligentemente, anche se non possiede una sua intelligenza. Certe regole, lasciano trasparire l'esistenza di forze che la coordinano, orientandole in un certo modo, forze fisiche, chimiche, ecc...che lasciano pensare a certe precise finalità e funzioni, ma tutto questo è avvenuto così, spontaneamente,oppure è stato regolato? Entriamo allora nel principio di causa ed effetto, se tutto, la nostra vita, o l'Universo, è soltanto un effetto, la causa sta da un'altra parte.

    Necessariamente, appunto, deve esserci un effetto, poichè la causa non è MAI causa di se stessa, nè l'effetto è effetto de si mismo, mi sembra incontrovertibile...Mi scuso per l'ot e...proseguo, noi non potremmo avere nulla dentro di noi se non fossimo l'effetto di qualcosa che sta in una causa a noi precedente, e poichè la nostra struttura è simile alla realtà dell'Universo, la causa a noi precedente dovrebbe essere in questa realtà dell'Universo, ma invece, lì NON c'è..., perchè l'Universo NON ha una sua intelligenza autonoma.

    E se noi possediamo l'intelligenza autonoma, significa che questa non proviene dalla struttura dell'Universo, e quindi deve provenire necessariamente da qualcos'altro che deve essere fuori di noi e da questo Universo, è qui che pongo il vero Dio.
    Un caro saluto
    Malles

    RispondiElimina
  4. Ecco, penso come te che Dio sia al di là di ogni manifestazione, e pure dall'universo, tuttavia paradossalmente, in ogni creatura vi è un suo frammento, senza il quale nulla avrebbe vita ed intelligenza.

    Ma fondamentalmente, ciò che siamo riusciti a materializzare, non è la vera Sua Realtà..., che a noi pare vera ....noi osserviamo le cose a misura d'uomo, con i nostri limitati sensi...

    E giriamo costantemente in un cerchio....illusorio....

    Grazie Malles
    Un caro saluto a te.




    RispondiElimina