venerdì 25 gennaio 2013

Realtà e false percezioni sensoriali




Il terremoto si è fatto sentire nella mia città esattamente alle ore 15,45, a dire il vero tutta la Toscana è stata scossa per qualche secondo, e non solo la Toscana, ero in ufficio seduta, l'ho avvertito molto bene, e mi sono spaventata.

Ma per quanto il terremoto, sia un argomento antipatico degno di grande interesse, non è di lui che vorrei parlare.

In fondo, chi non vorrebbe conoscere la provenienza della nostra realtà con tutti i fenomeni annessi e connessi? Realtà virtuale o reale, credo di aver trovato un articolo rilevante ed esteso, che potrebbe soddisfare in parte la nostra curiosità : ti prego di cliccare qui

Ed è vero, che la fisica quantistica, ci avverte che certe sensazioni tattili, non sono come noi pensiamo, ed il tocco è il prodotto di un attrazione elettromagnetica, e noi non siamo poi così solidi come pensiamo, ma composti da milioni di cellule, il nostro corpo, osservato da un potente microscopio, vedrebbe ben altro rispetto ai nostri occhi...quale sarebbe dunque la realtà? ciò che vede il microscopio o ciò che vediamo noi.?

Un qualsiasi individuo, oggi sa, e potrebbe sperimentare tutto questo, ma chissà per quale motivo, siamo così certi di essere ciò che vediamo e sentiamo e preferiamo vivere in questa nostra convinzione, che ci porta a valutare la nostra realtà in modo completamente errato.

E' chiaro che le percezioni sensoriali, i segnali che il nostro cervello capta, sono stati creati per noi, su misura adattati a questa dimensione che non è l'unica, ma una delle tante, ed in fondo non è poi una grande follia, considerare che possano esistere altre creature, con percezioni totalmente differenti.

Potrebbero essere la vita e la morte solo delle illusioni? Al di là di ogni filosofia, o pensiero religioso, un giorno la Scienza con la S maiuscola, potrebbe accertare che molte delle convinzioni sono false, che ciò che ci stanno propinando, sono imposture, che noi esseri siamo ben altro, la teoria di matrix, potrebbe essere quindi "parzialmente vera".

Quale sarebbe il motivo e la causa prima che ha originato il nostro mondo? Una intelligenza sovrannaturale oppure artificiale? 

Ci troviamo nella fossa dei serpenti volutamente? Oppure costretti da qualcosa che sta imprigionando il nostro essere?

Non so rispondere a questa domanda, forse qualcuno potrebbe anche darci delle risposte, ma molto dipende dalla nostra volontà di conoscere come stanno veramente le cose "qui".

L'unico consiglio che posso dare è quello di non lasciarvi ingrippare la mente, da tante false illusioni, ma di occuparvi di voi nel vero senso della parola, distratti e oppressi da mille piccole meschinità, da bassi sentimenti, da paura, e attaccamenti vari, forse siamo davvero come quelle aquile, che credono di essere solo dei polli.....

I problemi gravi che stanno affliggendo la nostra società, ci distolgono sempre di più, da una valutazione seria sulla nostra realtà, e se questo non fosse affatto un caso?

Capisco molto bene, la ritrosia di molti esseri umani nel prestare attenzione a certe teorie, che sconvolgono la propria credenza sulla realtà, nonostante ciò sono certa che la fantascienza non sia solo un passatempo per appassionati, ma un modo per allenare la mente a certe verità ancora non determinate, ma probabili, dunque...nulla nasce dal nulla.... Leggi anche questo articolo e guarda questo video

2 commenti:

  1. DANIELA,DOPO AVER LETTO L'ARTICOLO E VISIONATO IL VIDEO ALLEGATO, STABILENDO A PRIORI CHE LA RISPOSTA ALLE DOMANDE IN ESSO CONTENUTE NON LE CONOSCE NESSUNO COMPRESO LA FISICA QUANTISTICA MI VIENE SPONTANEO E NATURALE RISPONDERTI CON LE PAROLE CHE WILLIAM SHAKSPEARE FA' PRONUNCIARE AL PROTAGONISTA DELL'OTELLO LA SUA FAMOSA OPERA TEATRALE CHE RECITANO IN QUESTO MODO -VI SONO PIU'COSE NEL CIELO E SULLA TERRA DI QUANTO L'UMANO PENSIERO POSSA MAI SOGNARE.CORDIALMENTE COME SEMPRE,EMILIO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emilio sicuramente è così.
      Angie

      Elimina