venerdì 27 giugno 2014

Le fantascientifiche verità...




Dopo notizie come questa, non mi meraviglia più, che tante persone vedano complotti  ovunque....

Siamo a conoscenza del viaggio sulla luna (di cui al contrario qualcuno afferma ancora che non ci sai mai stato), ma quello su Marte è per noi una cosa assolutamente assurda, non è forse un pianeta, troppo distante per noi? 

Da 1 a 10, queste notizie quanto potrebbero essere veritiere...? Certo se gli alieni si fossero davvero alleati con forze terrestri ignote, tutto potrebbe essere....
Con tecnologie fantascientifiche, tutto può apparire possibile...., una ciliegia tira l'altra..

O siamo troppo creduloni, oppure siamo stati poco aggiornati  ed informati, le due verità una davanti all'altra sono queste, testa o croce?  50 % contro 50%....

Purtroppo questo gioco, non è un gioco, è un cavillo antipatico, e controproducente, che coltiva il complottismo, ed azzera la fiducia, in coloro che credono....e fa ridere chi non crede a certe informazioni rilasciate da gole profonde..., tuttavia non esistono certezze, ed a quello che so, vi sono persone di tutto rispetto che non da poco, asseriscono che Marte non è affatto come certe fotografie ce lo mostrano, (dicono infatti che sono sapientemente ritoccate).

Insomma la verità come sempre non è facilmente raggiungibile, e questo può essere produttivo per chi si occupa di mistero, ma non per le persone che hanno necessità di bere alla fonte della verità.

Perchè solo la fonte della verità, può dissetare veramente, restituire dignità ad ogni essere vivente, e permettergli di scegliere di operare in piena libertà.

Vorrei aggiungere, che spesso ciò che pensiamo sia verità, non lo è affatto, è solo una parziale verità, mi sono divertita molto a rileggere la storia dell'elefante: alcune persone bendate dovevano indovinare di cosa si trattasse...ebbene chi toccava la proboscide pensava ad un serpente, chi toccava la gamba, credeva che fosse il fusto di un albero e così via....

Un mio lettore ...consiglia di mantenere la mente aperta....,personalmente ritengo che sia l'unica strategia da utilizzare, non è necessario credere o non credere....

46 commenti:

  1. Daniela,mente aperta sicuramente ma anche non perdere mai il proprio spirito critico e la personale autostima.Buona Domenica,Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto è molto personale, direi anche l'autostima....Buona Domenica a te Emilio

      Elimina
  2. Mah!Io spero che prima o poi ci arriveremo davvero a Marte con un vero viaggio e con veri astronauti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno ufficialmente Nick, secondo alcune fonti qualcuno l'avrebbe già fatto questo viaggio...
      Ovviamente io non so...

      Elimina
  3. Senza dirvi più del necessario, provate a chiedervi come mai l'esplorazione spaziale del nostro sistema solare si è bruscamente interrotta nel 1972?

    Fino ad allora era stata una continua ascesa verso le stelle.
    Il motivo è ovvio e si ricollega a quanto vi ho già detto in passato, la gente non è pronta, le civiltà sulla terra non sono pronte a sapere la verità.

    Provate ad immaginare (con mente aperta) in un universo parallelo al nostro, se l'esplorazione spaziale non fosse stata interrotta nel 1972 e fosse continua a quel ritmo, dove e quando saremmo potuti arrivare nei decenni successivi.

    Una cosa del governo federale statunitense bisogna riconoscerla, vagliano tutte le opzioni in negativo o in positivo. E se possono fare qualcosa, state pur certi che la faranno.

    In questi giorni si celebra l'anniversario della morte di Margherita Hack; Che cosa dite, volete che i vostri figli crescano nei dogmi religiosi - pseudo scientifici di gente morta e sepolta, oppure che possano comprendere in piena libertà l'universo che ci circonda per quanto terrificante possa essere la verità?

    Oggi la libertà scientifica e di ricerca non esiste, ve lo dico in tutta franchezza. Il nostro progresso scientifico ha surclassato di qualche secolo la nostra evoluzione spirituale, e fino a quando queste due cose non coincideranno, Marte, gli alieni, e tutto ciò che è correlato alla nostra storia non verrà mai divulgato alle masse (immaginatevi i danni che potrebbero provocare per esempio, i musulmani se si dovessero per disgrazia diffondere nell'universo [cosa improbabile visto che nessuno lo permetterebbe umani e non-umani], oppure qualche parassita sociale che crede nel dio denaro).

    Questo comunque non vi impedisce nel vostri piccolo di cercare la verità, soltanto vi chiedo una volta scoperta, di non tentare di divulgarla alle masse, sarebbe controproducente per voi, passare per matti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai parlando con persone che sono alla ricerca spasmodica di verita' e che da questa non potrebbero essere sconvolti qualunque questa sia e che sicuramente non ti prenderebbero,come dici tu,per pazzo!L'unico rischio che correresti e' quello di non essere creduto/a,quindi se come lasci sottilmente intendere,conosci delle "cose",perche' non le condividi?non ci ritieni(a differenza tua)in grado di sopportare il peso della conoscenza?

      Elimina
    2. Tutto sommato Stefano ha ragione, per quanto molti magari non siano ancora pronti, essere presi per pazzi è il male minore...
      Quello peggiore è restare all'oscuro, condividere va al di là di credere o non credere, personalmente non posso asserire di credere o non credere, non ho gli strumenti necessari, ma posso condividere con spirito neutrale ciò che incontro....
      Molte persone saranno più informate di me, altre meno, tuttavia penso che sia importante....
      Grazie a tutti voi per i vostri commenti

      Elimina
  4. Caro Anonimo,io personalmente che sono come tutti i lettori di questo blog alla ricerca assidua e ragionata della Verità,preferisco che io e le generazioni che mi seguiranno possano comprendere in piena libertà e in piena autonomia di pensiero l'universo che circonda a costo di venire a conoscenza di verità terrificanti,piuttosto che continuare a vivere immerso in un mare di pseudo o di false verità e stai pur certo che come diceva Stefano essendo talmente assetati di conoscenza nessuno di noi accuserà alcun tipo di sconvolgimento e quindi io credo che al di là di tutto sia il momento che chi conosce la Verità la porti a conoscenza di tutta l'Umanità senza più usare giochi di parole.Un saluto,Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Emilio, la penso come te, meglio una brutta verità, che una meravigliosa bugia, anche se come me sai bene che non è mai facile capire in certi casi quale sia la verità....

      Elimina
  5. La verità non è "brutta" in linea di massima per chi ha le budella forti, può essere anche bella. La verità è troppo pesante. Ho spiegato nel post del link che hai postato quali sono i problemi da risolvere per la razza umana.

    Se io vi dovessi dare un informazione a caso, che io so di essere vera, voi mi prendereste per pazzo, allora io faccio che non dirvi niente di niente, e vi riporto un link ufficiale, se avete buon occhio, capirete di cosa parlo, e di come "casualmente" si sia deciso di costruire in quel posto una struttura di ricerca:
    http://www.antarcticstation.org/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dirti personalmente ti ringrazio, ma non temere di esprimerti, su questo blog generalmente capitano persone aperte mentalmente o comunque ben predisposte...
      Ancora grazie per il link

      Elimina
    2. Ho visitato il sito, comprendo cosa vuoi dire....

      Elimina
    3. Io a differenza di daniela non ho invece capito quel che vuoi dire e torno ad invitarti a dire chiaramente quello che sai,perche' come gia' detto al massimo mettero' quello che hai da dire insieme a tutto il resto di "incredibile" che molti altri(che ci mettono persino la faccia...)dicono,traendo dentro di me le mie conclusioni,ma certo non mi permetterei di darti del pazzo e di sicuro non avro' un "cedimento delle budella"...se sei qui perche' credi di fare qualcosa di utile dicendo di tenere la mente aperta e buttando giu' qualche frase enigmatica condita con "perche' io so",per quanto mi riguarda non mi stai aiutando,anzi mi susciti "vibrazioni poco positive"...spiegami cosa pensi di fare di positivo facendo cos'i' perche' io non lo capisco!Non siamo su un blog di cucito a mano...chi e' qui e' perche' come te si sta interessando a capire oltre perche' percepisce che quello che ci viene presentato in ogni ambito della societa',della politica,della religione e della vita stessa non e' la vera realta',e se tu hai avuto il privilegio di vedere oltre con l'aiuto di chi non mi interessa nemmeno sapere(anche se un po' sinceramente si...)avresti il dovere morale di condividerlo chiaramente almeno con chi e' pronto!almeno io farei cos'i'...ps:se la risposta(se mai ci sar'a' da parte tua)sara':"mi hanno impartito di non diffonderla o faccio parte di una linea massonica e mi e' stato detto di far capire solo quello che e' strettamente necessario...bhe' allora in quel caso non ti darei del pazzo,ma una grossa risata confesso che me la farei...confido in delucidazioni...non enigmatiche...un saluto

      Elimina
  6. Ammesso e concesso che io abbia alcune informazioni "se" io postassi notizie con prove e dicessi che sono certe, le persone che lavorano per il sistema inizierebbero ad infestare questo blog come cavallette, con commenti inutili, ne farebbero a decine, delegittimerebbero smentirebbero farebbero muro contro muro. Se io vi dicessi che sono informazioni vere, loro direbbero che sono false.

    Vi faccio un esempio di utili idioti:
    http://www.giornalettismo.com/archives/1339241/la-bufala-della-neve-chimica-che-non-si-scioglie-con-laccendino/
    Questo serve a smentire la notizia della neve chimica.... anche solo far passare il risultato della ricerca su Google è un obbiettivo.

    Ora, persino le fonti ufficiali ammettono l'esistenza della neve chimica: http://it.wikipedia.org/wiki/Neve_chimica

    Questo è un esempio di come il "sistema" e gli esponenti che lavorano per esso sono talmente ossessionati dal diffondere le menzogne per occultare la verità che finiscono con l'incartarsi a vicenda. Siccome la neve chimica è un fatto scientifico smentire la notizia gridare alla bufala cosa porta? Porta la gente a pensare che se non è una notizia ufficiale allora non è importante.

    (il piombo nella neve fa cadere i capelli e può portare alla sterilità ma a parte questo è tutto nella "norma")

    Ora nelle zone industriali è possibile che si verifichino episodi del genere perché le polveri sottili e lo scarto della lavorazione siderurgica possono portare il piombo ed altre elementi poco carini per la salute dell'uomo ad attaccarsi alla neve che si sta formando ad alta quota.

    Qui ci colleghiamo ad un altro argomento che sono le scie chimiche di cui davvero non voglio parlare anche perché si è già detto tutto quello che c'era da dire. Buttare nell'atmosfera polimeri, silicati piombo ecc per trasformare il pianeta in un immenso conduttore elettrico dove si può decidere dove far piovere nevicare o scatenare tempeste a proprio piacimento. Mi gira la testa io chiudo qui.

    RispondiElimina
  7. sara' "colpa dell'anonimo" ma avevo l'idea che tu fossi lo stesso che qualche post fa innalzava l'operato del "governo mondiale" compreso la manipolazione climatica...cmq se credi che sia meglio tacere perche' tanto ci sarebbe chi ti smentisce allora scusa ma puoi farlo del tutto invece di buttare la mezze frasi che tutti noi sappiamo invitando ad avere la mente aperta...stai certo che quella tutti noi che siamo qui l'abbiamo,sono le informazioni che ci mancano ma se ritieni di tenertele per te(sempre ovvio che tu ne abbia)fai come credi...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che le abbia Stefano, ma chiunque sia deve essere libero, come ogni altro visitatore di fare quello che sente.
      La questione è che vi sono tecnologie all'avanguardia di cui la maggioranza della popolazione è all'oscuro, per cui è chiaro che certi articoli alla maggioranza sembrano semplici bufale ma non lo sono...
      Ci mancano dei pezzi di conoscenza, che vi siano stranezze estreme, lo possiamo verificare dall'instabilità atmosferica, molti insetti (api e vespe), sono rare almeno a Pistoia, i gesti estremi di persone considerate tranquille...
      Vi sono tecnologie che potrebbero risolvere davvero certi problemi su questo pianeta e non solo su questo, ma noi viviamo ancora di benzina e gasolio....inquinanti per noi ed il pianeta, gli interessi dei forti investitori stanno vincendo.
      Spero solo che non trovino mai la formula dell'immortalità...

      Elimina
  8. non ci credo!pistoiese anche tu??:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abito a Pistoia, ma non sono nativa di Pistoia..., perchè chi altri abita a Pistoia? Tu?

      Elimina
  9. si sono di pistoia!che strano...ricordi perche' son capitato qua...?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse per l'ufo di Pistoia? Pero non mi ricordo, dovrei fare ricerche, dimmelo tu...

      Elimina
  10. 444...pensare che questo numero che mi "perseguita" sia stato scelto sensa particolare motivazione da qualcuno che gestisce un blog che tratta proprio gli argomenti dei quali mi interesso e che questa persona sia di pistoia(dico pistoia no roma o milano),mi lascia ancora una volta sensa parole,perche' pensare all'ennesimo "caso" mi resta ormai impossibile...so che magari ti metterai a ridere prendendomi per scemo,ma ti assicuro che se sapessi questo numero come "gioca?" con me,non lo penseresti...:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non rido affatto, come ti dissi fu un errore dovuto alla mia inesperienza, tuttavia è già accaduto che certi apparenti errori nella mia vita siano stati provvidenziali, quindi continua pure a cercare un collegamento, chissà forse un articolo che ti è sfuggito, o qualcosa in futuro...
      Comunque dimmi di più su te e questo numero, io lo sai bene non considero pazzo nessuno...., puoi scrivere privatamente sul modulo di contatto...
      A presto

      Elimina
  11. ps:cos'e' l'ufo di pistoia?non ne sono al corrente,almeno che non sia un avvistamento avvenuto molti anni fa in piazza d'armi,raccontatomi da un conoscente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui è più facile ti inserisco il link ed il gioco è fatto
      http://d4niel444.blogspot.it/2011/10/ufo-sulla-citta-di-pistoia.html

      Elimina
  12. A breve, credo che non ci sarà nessun cambiamento dell'ambiguo rapporto tra l'uomo della strada e la scienza che gioca come il gatto col topo. Non è neanche più questione di credere o non credere, ormai come nei racconti di mille e una notte, rincorriamo la verità come Sindbàd rincorreva la bella Shahrazàd.

    Purtroppo l'inconsistenza delle prove (VERE) a supporto, atte a spodestare le illazioni più o meno marcate, alimenta solo i pregiudizi elargiti a mò di seminatore di zizzania, ci ha condotti dove ora siamo, e cioè all'eterna ricerca dell'uomo (o meglio, cosa stanno mai combinando all'uomo), come direbbe un sostenitore di Paramahansa Yogananda.

    E il male dilaga dicono i pessimisti, e come dar loro torto, come non rendersi conto di questa scatenata materialità, come (per dire) la nuova sifilide (AIDS) o la nuova peste (virus EBOLA), molto probabilmente nate in laboratorio, come miriadi di terremoti che avvengono in zone mai considerate sismiche, come le continue catastrofi "naturali"aggravate dallo scempio della Natura compiuto dall'uomo moderno.

    Si hanno suicidi collettivi compiuti nell'ambito di sette pseudo-religiose, e di "mode" criminali che hanno preso piede in una gioventù che non crede più a nulla. C'è un pullulare di "credi" i più diversi, assurdi ed illusori, esseri umani che nascono in modo non-naturale, se non innaturale, figli di un padre morto da tempo il cui sperma è stato congelato, figli di qualche Premio Nobel che ha voluto graziosamente conservare il proprio seme per alcune fortunate madri.

    Uteri in affitto, figli di un ovulo espiantato dalla figlia per passarlo alla madre, alla sorella, alla zia, figli di madri sessantenni, figli di un padre che è anche zio, figli di vergini che (odiando l'uomo e il fallo) si sono auto-inseminate con lo sperma di un omosessuale, e così via, lasciando sbrigliare una immaginazione teratologica...

    Ritornando all'argomento, come possiamo noi vivendo a stretto contatto con questi avvenimenti, così totalmente immersi nel fluire di questo nostro tempo e PUR credendo di essere dei diretti interessati e protagonisti, possedere l'oggettività e l'estranenità di poter dare un giudizio sereno e spassionatodi di quel che sta avvenendo veramente sotto i nostri (ciechi) occhi?

    Molte cose ci indicano che forse siamo verso la fine di un ciclo, di un'epoca. Questo nel bene e nel male lo indicano unanimemente tante tradizioni. Siamo dunque nell'Età Ultima, come indica il famoso kali - yuga indiano? Chi può dirlo.

    Certo che al BURATTINAIO, ben nascosto dietro al sipario, non par vero che la nostra cultura si preoccupa, lamentandosi, che la bonifica delle Paludi Pontine ha distrutto l'habitat naturale della zanzara. Dove mai vogliamo andare se la sopravvivenza di un essere umano , la sua nascita secondo natura, è meno importante di una zanzara?...Hasta luego
    Malles

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come darti torto Malles, siamo ciechi e ci vogliono così, Chi ci vuole così? Il potere occulto composto da altri uomini? o ben altro?
      Ma vedi tu come me sai bene che ogni cosa ha il suo altro lato, inoltre in noi vi è davvero un cuore segreto, ...che prima o poi scopriremo.., un cuore che sa, che appartiene a Qualcosa di differente da questo piccolo vortice spazio temporale.
      Non so se riesci a percepirlo, penso di sì..
      Ciao e grazie

      Elimina
  13. Dio un giorno creò l'Universo e ammirandolo lo giudicò molto ben riuscito e si complimentò con se stesso,in un secondo momento creò il pianeta Terra e anche in questo caso vide di aver fatto un buon lavoro e si complimentò ancora una volta per la propria bravura,infine decise di creare l'essere umano e dopo averlo visto all'opera subito si pentì di averlo creato.Morale della favola,voglio semplicemente dire che se siamo giunti a questo punto in cui il nostro piccolo pianeta sta letteralmente morendo a causa di sconvolgimenti di origine naturale e assurde guerre,la colpa non è di certo da attribuire ad un essere superiore o in qualsiasi modo lo si voglia chiamare ma semplicemente e qui non voglio fare di tutta l'erba un fascio all'irresponsabilità e lasciatamelo dire serenamente anche alla stupidità di quella parte di Umanità che non sà custodire e proteggere la meravigliosa bellezza della Natura.Poi per quanto riguarda la ricerca della verità,rimango sempre dell'idea che se chi la conosce veramente la divulgasse a tutti nessuno escluso,tante incomprensioni e tante sterili polemiche si potrebbero tranquillamente evitare e ciò comporterebbe un tipo di vita prima di tutto più consapevole di tutto ciò che ci circonda ma soprattutto tanta serenità.Emilio

    RispondiElimina
  14. Non so Emilio, non so se tutto sia veramente nelle nostre mani.....
    Non so...
    Grazie

    RispondiElimina
  15. Il nuovo testamento cristiano, mette sul piano spirituale fatti storici, quindi la descrizione cambia, e gli DEI al plurale diventano un solo dio, di amore pace e comprensione, cosa che non era stato fino ad allora.
    Il nuovo testamento è stato scritto 600 anni dopo la nascita e morte di Cristo, ed è stato scritto per mano di uomini che dovevano affrontare la morte di un impero ed usare la religione per tenere insieme ciò che rimaneva del retaggio del loro passato.

    Emilio
    Gli umani del passato si sono ribellati agli dei per buone ragioni, a nessuno piace essere schiavo, ed una volta scoperto che gli dei sanguinavano come gli uomini c'è voluto poco per ribellarsi, per poi essere brutalmente sterminati più di una volta da parte degli dei stessi che non riuscivano ad accettare il concetto di uomo libero.

    La serenità è un fattore di debolezza, essa rendi pigri e deboli, solo la costante pressione può portare alla comprensione e quindi all'evoluzione sia della mente che dello spirito.

    RispondiElimina
  16. Questo e' puo' essere vero se ritieni che sopra agli dei dei quali parli(e sui quali sono daccordo con te)non esista nient'altro,ovvero un "dio" (qualunque cosa sia e qualunque cosa tu voglia intendere per dio),altrimenti io ritengo che il raggiungimento della serenita' sia un gran bel traguardo!Alla faccia degli "dei",del governo mondiale e di tutti quelli che ritengono di poter manipolare per vari scopi(anche magari in buona fede)la vita di ignari esseri umani,una vita che esiste per il disegno di quel "dio" sopracitato e che quindi deve svolgersi nel suo corso naturale,con il libero arbitrio dello spirito che la vive e non con decisioni altrui!!!Se le libere scelte della collettivita' umana porteranno alla fine della razza o del pianeta pace(ovviamente spero di no),vorra' dire che tali spiriti o emanazioni di dio o energie o come vuoi chiamarle,continueranno il loro percorso altrove!Non devono esserci dei(o se preferisci alieni),bigotte cieche e ipocrite religioni,governi mondiali o chicchessia che deve prendere decisioni per noi,ancor peggio a nostra insaputa,qualunque sia il loro motivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già è qualcosa di insopportabile, che qualcuno o qualcosa prenda decisioni per te..., e guarda come siamo messi...in questa società... Persino Dio che è Dio (anche se non possiamo comprendere cosa sia esattamente) Lascia il libero arbitrio....
      Hai toccato un tasto molto dolente, per me...

      Elimina
  17. L'essere umano non è frutto della "natura" non siamo frutto della naturale evoluzione della specie. Non apparteniamo alla natura terrestre e siamo stati creati dagli dei a loro immagine e somiglianza, gli dei non si sono evoluti su questo pianeta.

    Esistono entità spirituali positive, questo si (in minoranza rispetto a quelle negative) esistono persino creature senzienti fatte di energia che vivono in universi dimensionali diversi dal nostro.
    Quello che ti posso dire è che loro non sanno chi è dio e se esiste, così come non lo sanno gli dei che hanno creato l'essere umano, così come non lo sanno gli uomini. Nessuno lo sa, tra tutte le razze aliene che studiano la terra (e sono centinaia) nessuna è in grado di rispondere alla domanda chi ha creato l'universo e come l'ha creato.

    Ogni razza si evolve come meglio crede, la razza umana per evolversi ha bisogno di consumare risorse, tra cui combustibili fossili a causa dell'alto tasso di natalità della nostra specie che satura l'ecosistema in cui viviamo.

    Perdonate la mia terminologia e non prendetela sul personale, ma la razza umana da certi punti di vista è considerata come una razza di tipologia virus, ovvero parassita, che per sopravvivere consuma ogni forma di risorsa del territorio moltiplicandosi a dismisura e senza alcun controllo.

    Invece per esempio ci sono razze aliene anche loro di tipologie parassitiche anche se non materiale, che si nutrono di energia mentali o spirituale.

    Ci sono altre razze che hanno raggiunto un equilibrio tra il loro numero la loro esistenza e le energie la tecnologie di cui possono disporre.

    RispondiElimina
  18. Sono gli uomini ad avere creato il "culto del cargo" quando gli dei se ne sono andati. Le religioni sono per il 90% frutto dell'umano volere. Ovviamente gli dei hanno cercato di darci una rotta da seguire.
    Più volte che hanno sterminato e sabotato. Hanno abusato della nostra razza.

    In passato con il diluvio universale ci hanno spazzato via dal pianeta, forse perché avevamo preso una strada evolutiva errata? Questo non lo so.

    Nel corso della storia gli dei hanno nuclearizzato molte città umane, addirittura distrutto interi eserciti (quello egiziano, e poi secoli dopo anche quello israeliano).

    Noi siamo una creazione artificiale, il libero arbitrio diventa relativo alla strada evolutiva che decidiamo di seguire.

    Ora vi faccio un esempio pratico di come la razza umana verrebbe completamente sterminata se dovesse prendere una piaga evolutiva errata.

    I musulmani conquistano il mondo, la sharia si diffonde ovunque sul pianeta.

    Gli "dei" ci metterebbero davvero poco, a far schiantare un bel meteorite sul pianeta che spazzerebbe via la vita per i prossimi 100mila anni (assicurandosi ovviamente di salvare coppie di bambini di ogni etnia prelevate qua e la dalla terra).

    Se tu crei qualcosa vuoi che quel qualcosa diventi più o meno come te, è la stessa cosa che fanno i genitori con i figli, vostro padre o vostra madre quante volte vi hanno detto con ipocrisia "per me puoi fare quello che vuoi" e poi quando scegli la tua strada puntualmente ti dicono che sbagli fino a rovinarti l'esistenza? Guardate non c'è molta differenza, il concetto di base è quello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora tu sei convinto che l'anima non esiste?Che alla morte fisica tutto finisce?Se questa e' la TUA convinzione allora il tuo discorso puo' avere un senso.Io invece penso che noi non siamo stati creati dagli Alieni ma solo "evoluti" da alcuni di loro in qualcosa a loro piu' utile da parassitare come (e in questo hai ragione)noi alleviamo gli animali per "parassitare" loro.Noi siamo spiriti primordiali(come forse lo sono parte degli dei/alieni)che siamo stati fatti evolvere scientificamente e fisicamente ma ai quali e' stata volutamente rallentata l'evoluzione spirituale perche' raggiungendo questa forse saremmo in grado di evitare(e qui sottolineo forse)i loro giochetti!Forse come dici tu gli alieni o chiamiamogli meglio,le altre entita' del creato,non sanno chi e' dio,ma di sicuro sanno che qualcosa che "regola" il tutto c'e' e forse alcuni di loro non posseggono nemmeno la "parte di dio" che io credo noi invece possediamo ma di questo non ne sono sicuro perche' qualcosa non tornerebbe...se vorranno sterminarci ancora che lo facciano,questo e' davvero l'ultimo dei miei pensieri,l'importante per me sarebbe arrivare ad avere la certezza che l'rsistenza di qualsiasi essere non e' fine a se stessa perche' di conseguenza tutto il resto non avrebbe importanza e paragonerei un alieno parassita o un governo mondiale a un politico straricco che a 70 anni ancora si dibatte per avere qualche euro in piu' (sensa fare nomi...:-) ) o a un ottantenne che gira il mondo per cercare di curarsi un cancro e campare per altri 5 anni invece di dedicare gli ultimi istanti di questa esistenza ai suoi nipoti e a trovare una serenita' che tu ritieni inutile anzi dannosa...se non esiste altro che senso ha come dici tu di rimanere sempre all'erta per capire cosa?e quando hai capito che sei stato creato da alieni e che quando morirai finira' tutto,che importanza avrebbe usare la tua vita per questo?Se invece come credo questa vita e' solo uno dei tanti passaggi allora credo che capire sarebbe importante e di conseguenza poi ancora di piu' li sarebbe trovare la serenita'!

      Elimina
  19. Ciao puoi lasciare il tuo avatar se vuoi, ti posso dire, che alcune razze aliene cercano Dio eccome, alcuni di loro lo chiamano il Per Sempre.
    Più che virus potremmo definirci una razza parassita, che vive alle spalle delle altre creature, senza avere un minimo di autonomia, già questa è una bella condanna, non è possibile prendersela sul personale, purtroppo è così, la nostra natura è questa, chi ci ha messo in loco, ci ha sfornato così...(limitando la nostra intelligenza, e chiudendo il nostro vero cuore) insomma la bella e la bestia. Però si è servito di una sostanza non loro, ma appartenente a Qualcuno molto molto in alto, che rivuole indietro il Tutto...
    L'umano ha una duplice natura, quella dorata appartenente a quell'Altissimo Innominabile e quella oscura e parassita....

    Per quanto gli alieni siano evoluti tecnologicamente, non sono Per Sempre..., hanno imbastito materiale genetico a Qualcosa di molto più Importante...fuori del tempo e dello spazio..

    Grazie mille la tua terminologia è esatta, solo al 50% ...
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  20. caro Anonimo, spero che il tuo intervento precedente sia stata una boutade...perchè altrimenti non si spiegano gli errori storici riscontrati.

    L'anno esatto della riunione dell'insieme dei 27 libri che compongono il N.T.non si conosce, ma le date della loro composizione singola, seppure a grandi linee, beh, queste si conoscono, a volte determinanti per questa soluzione risultano scrittori e poeti antichi.

    Non il 600 d.C. dunque, ma riportano le date (salvo alcuni) entro il primo secolo e mezzo d.C. A parlarne a fondo farei notte, in fondo l'errore è tuo, e a te dunque lo studio di verifica per rimediare, e quindi NULLA c'entra con la fine dell'impero Romano d'Oriente con ciò che ne restava.

    Per cortesia, mi dici dove si menziona di dei che sanguinano e delle ribellioni susseguenti degli schiavi? Grazie

    Ti contesto altro? Purtroppo si, la serenità interiore pone chi la detiene la condizione di discernimento nettamente superiore di chi si sente "sotto pressione", non il contrario. Il detto "a mente serena si ragiona meglio", oppure "la calma è la virtù dei forti, ecc. ecc. fanno testo.

    Non sei convinto? Prova a chiedere la differenza a chi lavora come mezzadro e a chi invece coltiva dei terreni di sua esclusiva proprietà. Od anche ad un autista stipendiato con un "padroncino motorizzato" che si gestisce da solo.

    la serenità è poi la madre delle grandi invenzioni, senza questa gli scienziati diventano arruffoni, pensa al PISOLINO di Newton e alla povera mela che poi divorò...

    Nella calma e nella solitudine, così come nella meditazione, la mente spazia verso orrizzonti insospettabili, è proprio qui, (a differenza di quanto tu dici) che si sono avute nei secoli grandi evoluzioni mentali e spirituali.

    Il discorso (interessantissimo) che il V.T. (Bibbia) demistifica YHWH, è un'altro paio di maniche. Questo risulta un Dio guerriero, geloso verso un popolo e lo condiziona continuamente, psicologicamente parlando, sia rituale che formale,

    La logica che sovrintende YHWH NON è una logica comune, si può soltanto intuire, niente a che fare comunque con il "perdona sette volte sette" o "offri l'altra guancia" del mio Gesù Cristo, qui siamo agli antipodi, là si massacra, qui si perdona SEMPRE. Non vorrei iniziare questo discorso, potrei annoiare nel dilungarmi troppo. Un saluto
    Malles

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in verita' la data precisa "dei 27" non si cinosce ma si conosce piu o meno il periodo,che pare andare un po' oltre il secolo e mezzo al quale fai riferimento,diciamo che almeno per 4 o 5 generazioni il contenuto di alcuni dei 27 sembrerebber essere stato per forza di cose tramandato a voce o poco piu'...e cmq basta pensare alla modalita' di scelta "dei 4" per calare un velo pietoso sulle tematiche portate avanti nei secoli a seguire dalla chiesa cattolica...!Non che da questa non si possano trarre(come da tutte le altre)spunti positivi(non dettati da scritti profetici ma dal normale buon senso)ma da qui a farne una fede secondo il mio modestissimo parere ce ne passa...

      Elimina
  21. cmq da "anonimo" mi aspettavo qualche illuminante rivelazione,ma evidentemente come afferma,e' troppo in pensiero per le nostre "budella"...

    RispondiElimina
  22. Com'è umano leeei, direbbe il mitico fantozzi. Che buon cuore questo anonimo. Se il suo mentore è Biglino, mi sa che l'ha superato quando afferma :"...in passato con il diluvio universale ci hanno spazzato via dal pianeta, forse perchè avevano preso una strada evolutiva errata? Questo non lo so..." Mi rammarico caro anonimo, sembravi così certo di tutto...

    Mi sono sempre posto tante domande sul popolo ebreo e sulle sue origini, che poi a ben vedere non hanno nulla di misterioso antropologicamente parlando, appartenendo essi a due razze, l'anatolica e la sud-orientale, rappresentate da svariate popolazioni.

    Il popolo ebreo è storicamente sempre stato oggetto di oppressioni (quando non era lui ad opprimere) dai Romani ai Celti, Etruschi, Longobardi,Greci...tanti popoli si sono dissolti, gli ebrei no, sono uguali a 3.000 anni fa, seppur Polacchi, Russi, Francesi, Spagnoli, ecc.

    Naturalmente l'enigma più grande è rappresentato dalla dubbia identità tra Elohim e YHWH, dove senza seguire Biglino, si delinea come tesi un extraterrestre, e lo dico non senza fatica.

    Il Dio della Chiesa Cattolica, "il Padre" che Gesù ci ha insegnato a pregare è più vicino al vero Dio "Cosmico", al Dio Supremo ch'è alla base di ogni esistenza e di ogni evoluzione. Al CONTRARIO di quello che ci presenta la Bibbia nelle prime pagine della Genesi, e che sembra l'autore del primo racconto della creazione,la cui personalità di questo essere sembra in seguito cambiare.

    Questo cambiamento, questo agire che non è conforme al primo, significherebbe che il Dio del secondo racconto non è lo stesso del primo, cambia anche il nome, l'Elohim lascia il posto a YHWH. Questo alternarsi non sembra dovuto al caso o a un nominalismo rituale, YHWH NON ha le stesse funzioni dell'Elohim del primo capitolo, queste sono profondamente mutate.

    Yhwh appare all'inizio del secondo capitolo e si sostituisce-sic et simpliciter-all'Eterno, creatore del mondo, anche se indicato con diversi nomi (Adonai, el-Shaddai ) non può essere confuso con l'Essere Supremo che ha "fatto" l'universo :infatti egli NON crea, egli "forma dal suolo" ed è così che nasce Adamo.

    è un essere potentissimo, si, ma si comporta come un essere di tipo umano, quando vuole parlare ad Adamo lo va a cercare, non da l'impressione di essere il Dio che sa tutto e vede tutto, poi si accorge di non ricavare dalla sua creatura la soddisfazione che si aspetta e si pente di averla FORMATA (questo a mio parere è fondamentale...

    Tuttavia YHWH NON è un essere umano, dispone di poteri immensi, possiede delle estesissime conoscenze scientifiche, si presenterebbe insomma un umanoide infinitamente superiore all'uomo, ma NON è il vero Dio.. Fermiamoci...per ora
    Malles

    RispondiElimina
  23. Caro Anonimo,gli Dei crudeli e sanguinari che tu menzioni nel tuo commento, come già ti faceva notare Malles, non hanno nulla a che vedere con colui che io definisco il Dio di tutti gli esseri visibili e invisibili e cioè mi riferisco in maniera specifica a quel Dio che ha inviato il suo figlio prediletto di nome Gesù in questo inquieto e martoriato mondo,Un figlio che ha sconvolto le coscienze umane con le sue parole sincere e immortali che parlano di amore verso tutti gli esseri viventi e di perdono verso coloro che hanno umanamente sbagliato.Un Dio fattosi carne e morto tra inaudite sofferenze su una croce per salvare le nostre anime e donare loro la possibilità,percorrendo dopo la nostra Morte il sentiero che conduce al suo Regno di poter gioire insieme a Lui e questa volta per sempre del profumo della Vita Eterna.Ti sbagli,la serenità non è un fattore di debolezza e non rende nè pigri e nè deboli ma soltanto più riflessivi e a volte anche più saggi e basta dare uno sguardo alle invenzioni che hanno cambiato la nostra vita per vedere che esse sono frutto di persone che in quel momento della loro esistenza si trovavano in uno stato di serenità interiore e quindi di grande equilibrio psicofisico che porta spesso a esplosioni di grande creatività.Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emilio,secondo me anche su gesu' il discorso e' un po' diverso...l'essere supremo che tu intendi non "manda" secondo me nessuno,nel caso di gesu' al massimo potremmo sperare che sia un'entita' superiore che ha deciso di venirci a parlare dell'essere superiore con parole che l'umano dell'epoca potesse capire,ma io non riesco ad avere l'inconfutabile certezza che parlasse di lui..come non lo sono nei casi delle svariate apparizioni mariane...Secondo me il vero "dio" ha creato l'universo o gli universi,abitati dalla piu svariata moltitudine di entita',positive e negative,e ha dato vita a questo gioco nel quale le uniche regole sono quelle che forse pian piano ci svelera' almeno in parte la fisica quantistica,mentre le regole "etiche" sono a totale liberta' delle suddette entita' delle quali anche noi facciamo parte.Chissa' forse un giorno i nostri spiriti si evolveranno a tal punto(come dicono a loro modo quasi tutte le religioni)da tornare alla sorgente,ma anche di questo io per svariati motivi non ne sono per niente sicuro,e non dico che forse non sia un bene,perche' potremmo anche in quel caso "esistere non sapendo di esistere",chissa'...ma l'unica cosa che mi sento di dirti e' di vivere come ti suggerisce il tuo cuore sensa farti condizionare troppo da nessuna guida,nemmeno secondo me gesu'...per quanto buone fossero le sue intenzioni,un saluto

      Elimina
  24. La serenità per come la intendete voi, lavoro fisso che corrisponde ad una produzione inferiore alle risorse che si consumano come si è fatto in Italia ed occidente porta l'economia al disastro, se produci 2 e consumi 4 in bene materiali, anche se stampi moneta per 6 alla fine avrai comunque consumato il doppio delle risorse che hai prodotto.

    Se qualcuno dicesse al popolo italiano, dovete diminuire di numero, diventare 40 milioni, e di questi 40 milioni, 10 milioni devono appartenere ad altre etnie e altri 10 milioni misti figli di italiani e immigrati, il tutto nei prossimi 50 anni, sarei proprio curioso di vedere la reazione delle masse.

    In un contesto demografico controllato, che non porta a dover consumare quantitativi di combustibili fossili, metano, carbone petrolio troppo elevato. Si può dedicare tempo all'arte e alle attività non legate alla sopravvivenza delle specie.

    Il Dio che intendete voi, ovvero il creatore dell'universo e di tutte le dimensioni, di ogni cosa, non ha forma umana, in quanto avendo creato tutte le cose, ha creato pure l'infinità di razze che popolano l'universo o il multiverso e lo spazio-tempo. Sono concetti talmente grandi che non penso sia logico assecondarli ad un entità primaria che ha creato ogni cosa.
    Le stesse razze aliene che studiano la razza umana con una probabilità elevatissima non hanno la minima idea di chi o cosa sia Dio, nonostante alcune abbiano compreso moltissimi misteri dell'universo si pongono le stesse domande che ci poniamo noi.

    RispondiElimina
  25. Possiamo ipotizzare come sia Dio, grazie alle esperienze di pre-morte, alcune descrizioni corrispondono ad altre, ma potrebbe anche essere il semplice passaggio dal nostro piano esistenziale ad uno spirituale.

    Vi posso descrivere quello che sappiamo della pre-morte attraverso le varie testimonianze:
    Quando sopraggiunge la morte si sente una sensazione di pace interna e calore, per alcuni istanti appena si fuoriesce dal corpo siamo ancora in grado di guardare il nostro corpo e quello che gli sta intorno anche se in "bianco e nero o azzurrino chiaro".

    L'occhio con cui guardiamo non sono i nostri "occhi" ma una sorta di punto unico da cui si estende il campo visivo, molte persone lo descrivono in mezzo alla "fronte" (che poi fronte non è, molto probabilmente si tratta del campo visivo di una fonte di energia senziente), una sorta di occhio spirituale per dirla con parole semplici.

    Da qui poi ci sono un certo numero di esperienze diverse, alcuni dicono di vedere la luce, altri raccontano quello che c'è dopo la luce:
    Nei casi in cui i pazienti si ricordano completamente l'esperienza "vissuta" da morti (parliamo dello zero virgola) dopo il tunnel di luce o anche senza il tunnel di luce, si viene proiettati in una dimensione spazio non-temporale, dove il tempo non esiste (o comunque non ha la stessa importanza che ha nella nostra dimensione) si è circondati da "nuvole" che poi non sono nuvole ma ammassi di coscienze senzienti, possiamo anche descriverli ammassi di energia viva tutti connessi tra di loro all'infinito.

    Sempre secondo le ricostruzioni sembra che in questa dimensione (alcuni dicono di essere stati in paradiso e da come lo descrivono sembra proprio che sia così) la nostra anima entri in interconnessione con tutti gli ammassi di energia di questa dimensione, e tutta la conoscenza di tutti queste "nuvole" viene in qualche modo condivisa con noi (con la nostra anima).

    La cosa interessante, le persone che hanno vissuto questa esperienza in quegli istanti sanno di avere la conoscenza dell'universo, ma non gli importa, in quanto sono talmente in pace e completati che l'unica cosa che possono fare e godersi quella sensazione di pace e calore come se avessero ritrovato qualcosa che avevano perso. In qualche modo il ricongiungimento a tutte queste entità di energia crea una sensazione di pace armonia e calore.

    Forse è questo quello che voi intendete con "Dio"? La somma di tutte le vite dell'universo che passano da una forma materiale ad una forma spirituale e si ricongiungono diventando essenze interconnesse quindi completandosi le une alle altre e raggiungendo così la pace che ci è negata in terra?

    ....Io non sono spietato, conosco molto bene la natura umana. I numeri contano e sono quelli di una razza che non impara dai propri sbagli e che ciclicamente commette gli errori/orrori del passato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La serenita' che io intendo nin e' quella data dal lavoro fisso,ma quella data dalla conoscenza,tipo(anche se ovviamente non possibile a quel livello)quella di chi torna,come dicevi tu,dall'altra dimensione(la quale io mi riguardo bene dall'asserire con certezza che "sia dio" come sembreresti convinto anche tu..).Invece per quanto riguarda la riduzione demografica tramite sterminio programmato dal tuo caro governo mondiale,per quanto mi riguarda puoi andare tu e tutti loro dove il mio pensiero ha invitato ad andare (il tuo sicuramente idolo)hitler...L'aumento demografico VA combattuto in altri modi(OVVIAMENTE),con seria educazione sessuale e forniture di mezzi contraccettivi alle popolazioni africane indiane sudamericane ecc,ridistribuzione della ricchezza,stoppare lo sfruttamento indiscriminato dei paesi sopracitati e mille altre cose delle quali mi sembra cmq inutile parlare con chi e' a favore di un governo mondiale che decida a tavolino chi sterminare(ma magari prima che muoiano provare a curarli ,prolungando le agonie,per guadagnarci anche sopra tramite le case farmaceutiche)...amico mio ripigliati!La vita e' nostra e nessuno di questi autoproclamati dii puo' decidere di togliercela,e nemmeno di condizionarcela!qualunque sia il motivo!!!!!!!

      Elimina
  26. Caro anonimo (Alex ?), non è per caso che hai preso lezioni da Buffalo Bill, lo deduco da come le spari...estoy cistando en realidad, certo è che ad ogni piè sospinto mi passi dalla pignatta alla...polenta, il bello è che qui hai trovato un seguito, me compreso naturalmente...il tuo sapere mi sembra si vasto, ma di routine , Solo a grandi linee, perchè (è il mio parere) non affrontiamo compiutamente un determinato argomento per volta, siamo giunti alle NDE ? Benissimo, dibattiamolo fino alla sua più o meno logica conclusione.

    Resta certo che se una NDE interviene nella vita di un individuo, questa lascia una traccia indelebile per i rapporti umani che ne conseguono con il prossimo e con se stessi, non si è più uguali insomma. Domanda : perchè? Personalmente mi par logico e ne parlo a ragion veduta dopo che un professore (prima non credente) di chirurgia ebbe un arresto cardiaco ed ebbi l'opportunità di conoscerlo (tramite la moglie che ancora ringrazio) e di indagare più estesamente sul fenomeno.

    L'evidenza soggettiva che subentra al distacco dal corpo, è vissuto come l'avvento di una pace illimitata che supera i confini della comprensione umana e che è l'incarnazione della luce universale che corrisponde ad un insieme concentrato di amore puro, saggezza e verità svelata. Questo "sentire" porta l'io spirituale oltre l'ingombro limitante del corpo fisico, rendendo il soggetto simile ad un viaggiatore nell'eternità...

    Se torno sulla Terra e sul PRESENTE...e stringo la manica... posso dire (ho una personale casistica al riguardo comprendente parenti e vicini) che queste esperienze vissute da persone dichiarate clinicamente morte, andrebbero prese più in considerazione e più attentamente studiate, perchè potrebbero costituire un balzo verso il grande problema che turba l'umanità, cioè la morte e il dopo questa.

    Scientificamente non esiste tutt'ora la prova certa del momento della morte clinica ed il "distacco" animico eventuale che ne conseguirebbe. Ad oggi la scienza medica e la biologia non hanno determinato al di là di ogni dubbio il momento vero della morte, il quale è ancora indefinibile e avvolto nel mistero.

    Certo non sono titubanti chi ha sperimentato di persona il fenomeno, che amano dire che l'esperienza ha fatto capir loro che la morte è una fase finale solo per il corpo. Che è una questione di realtà legata al tempo, poichè influisce soltanto sul fisico, essendo questo intrappolato nello spazio e nel tempo, ma che non è così per l'anima che è eterna e vede pace e amore immutabili come la verità ULTIMA, nella natura globale della Saggezza che tutto racchiude nell'universo.
    Malles

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi ringrazio tutti per i vostri interessantissimi commenti, un augurio dal profondo del cuore....che entriate sempre di più nel vostro cuore sacro. E' da lì che inizia la vera avventura..

      Elimina