domenica 2 ottobre 2011

Villa Verdi e due fantasmi?


Caro Nick esaudire la tua richiesta, non sarà compito facile, ma scavando nella mia memoria, esiste un mistero su un compositore molto apprezzato, ti potrebbe bastare Giuseppe Verdi?, insomma non proprio lui, ma villa Verdi...che oggi è un museo.


Beh! chiunque sa, almeno in modo approssimativo  chi sia stato Giuseppe Verdi, comunque mi pare giusto, rinfrescare la nostra conoscenza con questo articolo di dominio pubblico.


Adesso invece entriamo nel mistero vero e proprio, per fare ciò dobbiamo tornare indietro all'anno 2004, quando lo scrittore Dario Spada, ricevette una lettera da un giornalista spagnolo, Josè Manuel Alonso Ibarola, dove raccontava la storia di un fotogramma scattato nell'ottobre del 2000 a Villa Verdi di Sant'Agata, oggi museo, sito nei pressi di Busseto.


Questo giornalista spagnolo, si trovava in quel museo per un servizio sul centenario della morte del musicista ed aveva ottenuto il permesso di scattare alcune fotografie, per illustrare il suo articolo, da pubblicare su un importante rivista spagnola.
( Nel museo, esiste il divieto di scattare fotografie).


Quando Ibarola, rientrò nel suo paese, stampando le diapositive ne trovò una alquanto singolare. La fotografia in effetti, mostra un angolo della stanza di Giuseppe Verdi, dove è situato il suo pianoforte. Proprio sulla tastiera è evidente una mano, si vede anche un pezzo del  braccio, e un guanto nero che lascia scoperte, parte delle dita. In alto, tra due quadri si vede un viso ben formato. Link alle fototografie


Chiaramente, lo stesso scrittore, fece analizzare al computer la foto, (assolutamente non ritoccate) e successivamente ebbe non pochi problemi con i proprietari di villa Sant'Agata, che non volevano sentire parlare di fantasmi, proprio nel museo di Giuseppe Verdi.


Come ogni vero ricercatore, comunque, cercò di capire, il significato di quella apparizione, ed indagò sulla villa dei misteri ed anche sulla vita privata del grande musicista.


Sembrerebbe fonte libro di Chierici Maurizio "Quel delitto in casa Verdi" che alcuni inquietanti eventi accaddero in quella villa.


Fonte ed 'ispirazione tratti da "il giornale dei misteri articolo di Dario Spada"




Conclusioni


Nella foto, si può osservare benissimo un volto, che ha due occhi brillanti ed è sorridente, con denti ben visibili, sembra che abbia dei baffi sottili, anche le mani sul pianoforte poi sono chiarissime, di chi sono? appartengono allo stesso fantasma del volto?


Insomma è un vero fantasma? Sono due i fantasmi?
L'ipotesi di Dario Spada fu che si trattasse di una persona che aveva frequentato villa di Verdi  nel 1870, dal momento che quel tipo di guanti, erano in voga nel secolo scorso, e che ha spontaneamente lasciato la sua impronta energetica lì in quel luogo.


Dal sorriso sembrerebbe che sia un 'impronta energetica positiva e non nasconda nulla di tragico,  e se invece il suo sorriso, volesse dichiarare ben altro? "Vedi io sono comunque vivo?"


E poi le mani sul pianoforte sono davvero le stesse di quel fantasma o invece appartengono ad un secondo fantasma?


Non credo che si potranno trovare facilmente delle spiegazioni logiche, a meno che non si tratti di una strana sovrapposizione di immagini,....o di qualcos'altro, spero sinceramente di no.




Beh! Nick per oggi,  non ho saputo fare di meglio, spero che  possa piacerti, e che tu possa aiutarmi a svelare questo mistero, sempre che sia rimasto tale ancora oggi.





6 commenti:

  1. non so che dire...sn un po' scettica in effetti, non foss'altro per la presenza degli occhiali sulla foto del "fantasma"...da qnd in qua i fantasmi portano occhiali?

    RispondiElimina
  2. Boh! la tua è una giusta osservazione, in effetti, lo scrittore ipotizza che sia più che un fantasma un'impronta energetica.
    Casomai, le mani, sul pianoforte, mi lasciano più propensa all'idea di un fantasma.
    Grazie Libera di scrivere.

    RispondiElimina
  3. Grazie, mi hai fatto felice.

    RispondiElimina
  4. Davvero, sono contenta, è un articolo dedicato a te, questo è vero.
    Ma puoi aiutarmi a comprendere cosa è realmente accaduto?
    Ciao
    Angie

    RispondiElimina
  5. Sulla foto sono anch'io scettico ma è una bella storia da leggere. Ciao Angie.

    RispondiElimina
  6. Come tutti noi, in effetti le foto lasciano molti dubbi....
    Grazie ancora.
    Angie

    RispondiElimina