venerdì 16 ottobre 2015

Io non credo








Io non credo in un Dio limitato,

non credo che la natura sia il suo specchio,

non credo che questo mondo, sia la sua creazione,

non credo che avrebbe creato la morte, come evoluzione,

e neppure sofferenza ed atrocità...


Io non credo, 

nulla è vero,

ed il bene ed il male,

è solo il gioco,

di chi non è affatto un Dio...


Conosceva il principio...

del collasso

delle infinite onde,


in ristrette particelle?


Come racchiudere l'infinito, in una scatola spazio-temporale...

un'insaziabile desiderio di possedere quell'energia infinita.....


Io non credo, 

nei fiumi di inchiostro....tesi a distrarci...

e non vorrei scrivere fiumi di inchiostro inutili


no, non credo...

ma l'Infinito,

prima o poi, scioglierà queste catene....ormai arrugginite..







10 commenti:

  1. Daniela,ovviamente anche io come tutti coloro che hanno nella loro mente l'immagine di un Dio Buono e Misericordioso faccio sinceramente molta fatica a capire come egli abbia potuto creare il mondo in cui viviamo,dove purtroppo oltre al Bene esiste anche il Male.E quindi,secondo il mio punto di vista personale è necessario per cercare di dare una risposta a questo argomento tentare di formulare almeno due ipotesi ,delle quali la prima è che questo Mondo non lo abbia creato affatto lui ma invece il suo Eterno Antagonista e quindi colui che ha sempre incarnato il Principio del Male e ciò spiegherebbe la presenza del Male stesso,la seconda ipotesi da formulare è invece che questo mondo lo abbia creato lui ma che in seguito ci sia stato un intervento non voluto da parte del suo avversario che ha inserito il Germe del Male.E allora,in linea con queste mie ipotesi,ora sento nascere profondamente dentro di me un desiderio antico che unisce tutti coloro che come me anelano a un mondo di Pace e Amore dove il Male venga sconfitto per sempre. E quindi,io insieme a tutti i miei fratelli che desiderano finalmente vivere in pace e in armonia con tutto il Creato pregherò sempre e incessantemente quel Dio di Amore perchè egli spezzi finalmente quelle arrugginite catene che legano quest'Umanità alle sue negatività e solo allora quando le nostre Coscienze saranno finalmente libere dalla tentazione del Male e la nostra Energia avrà abbandonato il nostro vecchio e povero corpo che orizzonti infiniti si apriranno meravigliosi davanti alla nostra Anima e solo allora avrà inizio il nostro viaggio verso le stelle che ci condurrà a Lui.Un saluto a te e alla nostra diavoletta Irene.Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, ma anche il gioco del bene e del male..., come ogni dualità...è un gioco, per distrarci..., un gioco molto sottile e sleale..


      Grazie Emilio..., comunque la tua visione è bella..

      Elimina
  2. Ti chiedo scusa Daniela ma volevo aggiungere al mio commento anche questa famosa citazione di un grande ateo che a mio avviso sintetizza ancora meglio il mio pensiero.------------Rispetto troppo l'idea di Dio per renderlo responsabile di un mondo così assurdo.Voltaire

    RispondiElimina
  3. Direi che ha ragione..., almeno per me..
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ciao ragazzi,son Irene, la diovoletta... eh he... Intense parole, cara Daniela. Ed anche io come voi non credo che Dio avrebbe creato questo postaccio. Coscienze malsane lo hanno ridotto così, dei furboni che verranno smascherati prima o poi e guardando oltre la dualità, come dici tu Angie, si può sgorgere la realtà di un infinito Amore. Ed è quello, che come te Emilio invoco ogni giorno, ci provo, nel mio piccolo. Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Irene...Ricambio il tuo abbraccio..

      Elimina
  5. Alessandro Magno,Giulio Cesare,Carlo Magno,Napoleone Bonaparte hanno fondato imperi favolosi ma usando solo una cosa,la Forza e invece Gesù ha fondato un impero basato sull'Amore e ancora oggi milioni di persone in questo mondo sono disposte a morire per Lui.Gesù è un abisso pieno di Luce e bisogna chiudere gli occhi per non precipitarvi.Emilio

    RispondiElimina
  6. Ciao Emilio, son di nuovo io, la diavoletta Irene. Gli imperi creati dall'uomo son illusioni, basate sul delirio di onnipotenza. Gesù non delira, è Amore infinito, oggi più che mai. Secondo il mio modesto parere, (per quel che vale) essendo verità va interpretato alla lettera, quando disse ad esempio: chi crede in me anche se morto vivrà. Come dice spesso la nostra gentile ospite, come può il Creatore voler la morte per i suoi figli? Infatti Gesù resuscitò. Un appunto di viaggio. Un abbraccio a tutti i viaggiatori che approdano in questo bellissimo porto ricco di domande e poesia.

    RispondiElimina
  7. Gesù è il Verbo dell'Amore che si è incarnato in questo mondo per trasformare noi piccole particelle in esseri di luce immortali.Prima della sua venuta gli uomini di questa Terra vagano nel buio dell'ignoranza e nessuno conosceva il proprio destino,fino a quando un giorno egli non illuminò con la sua Luce il buio percorso dell'Umanità,aprendo il portale del suo sepolcro e rivelando così agli uomini che la Vita non ha mai fine.E quindi sono totalmente d'accordo con te,Irene,egli và interpretato alla lettera e bisogna quindi affidarsi serenamente e totalmente alla sua volontà,non dimenticando che Gesù ha annichilito quella Morte che da sempre ha fatto tremare le vene degli uomini di tutte le epoche e sappiamo benissimo che da questo scontro Egli nè è uscito gloriosamente vincitore.Gesù non sarà mai dimenticato,il suo Amore ringiovanirà di continuo,la sua storia umana strapperà lacrime senza fine,le sue sofferenze per salvarci commuoveranno i migliori cuori,tutti i secoli proclameranno che tra i figli degli uomini non è nato mai uno più grande di Gesù.E seguire il messaggio di Gesù non è a mio parere nulla di complicato o di difficile,basta semplicemente credere con cuore puro e sincero a queste eterne parole che egli ha lasciato in dono all'Umanità.-----Io sono la Via,la Verità e la Vita e chi crede in me non morirà mai ma vivrà per sempre.Un abbraccio d'amore a te e a Daniela.Emilio

    RispondiElimina
  8. Grazie Emilio, son Irene, per l'abbraccio. L'amore è l'unica via percorribile, ci porta fuori dai conflitti, dalla dualità, dall'ego umano, da ogni vincolo.
    L'amore è oltre ogni dogma. Infatti Lui, Gesù si ribellò all'ordine costituito, andava controcorrente per liberare tutti, nessuno, ma proprio nessuno escluso. A presto.

    RispondiElimina