sabato 21 maggio 2011

Alieni padroni della terra racconto 1^ puntata




Incredibile il telegiornale stava  comunicando agli abitanti della terra che un massiccio attacco alieno ai paesi più potenti della terra, aveva ridotto l'umanità a schiavi dei nuovi conquistatori, e proprio attraverso questo canale, il capo degli alieni ( paradossale), cercava di tranquillizzare gli abitanti della terra.


Roger, un ingegnere informatico, pensava che come scherzo di carnevale era davvero ben riuscito,  o quello che stava vedendo era solo un film, travestito da telegiornale, peccato però che girando vari canali, l'immagine non cambiava, c'era sempre quel volto mascherato da rettile, che parlava con una voce per metà metallica e spiegava quale sarebbe stata la nuova organizzazione sul nostro pianeta terra.


- Quello strano essere, assicurava che:


- Tutti sarebbero stati occupati, lavoro per tutti insomma;
- Nuove energie e inquinamento zero;
- Tutte le malattie sarebbero state sconfitte;
- Nuove tecnologie molto più evolute;
- Nuovi mezzi di comunicazione;


L'unica contropartita che i nuovi potenti della terra chiedevano, che l'uomo avrebbe dovuto cessare per sempre di uccidere, di rubare, di compiere atti contro legge, le loro leggi non permettevano alcun comportamento fuori dalle righe, e non prevedevano il carcere, ma la morte istantanea.


Un brivido serpeggiò lungo la schiena di Roger, quali altri atti contro la loro legge prevedevano la morte? e soprattutto di cosa si nutrivano questi strani esseri?


Uscendo di casa, vide gente ammutolita e gli alieni girare tra loro, uno strano silenzio era ovunque, tutto si era fermato, in attesa di nuove disposizioni dall'alto, nessuno sapeva cosa fare e come comportarsi, nessuno conosceva le nuove regole da applicare alla nuova vita.


Ma seppe successivamente che, chi si era permesso di ostacolarli, o solo aggredirli, era stato polverizzato in un attimo, evidentemente la regola di non uccidere era valida solo per gli umani.


Le città cambiarono volto, abbastanza velocemente, le nuove energie, erano un segreto nelle mani dei nuovi dominatori del pianeta,  ma bisognava dire che funzionavano alla grande, i mezzi di locomozione furono sostituiti con incredibili teletrasporti, situati ovunque, e anche questi erano efficientissimi, la moneta di scambio, fu sostituita da un chip impiantato nella mano di  ogni abitante della terra.


Il grande vantaggio fu che nessuno sarebbe morto di fame, tutti avrebbero avuto diritto a pasti e ad una casa,  e che casa....


Insomma tutto sommato il nuovo mondo non sarebbe stato così male se per un piccolo trascurabile particolare, ogni individuo per quanto apparentemente libero, era monitorato in ogni momento della sua vita, roba da far rizzare i capelli a chiunque considerava la privacy un elemento fondamentale della vita.


Le malattie furono sconfitte ed il popolo della terra dopo solo un anno, si ritrovò a pancia piena e sanissimo.


Gli svantaggi invece furono che ogni culto fu abolito, nessuno poteva riunirsi per professare la propria religione,  la politica scomparve, e con essa anche i suoi promotori, la classe dirigente del nostro pianeta, fu letteralmente polverizzata.


Che dire il popolo avrebbe potuto ritenersi soddisfatto, nessun problema in questa nuova terra, solo una sana vita, dove i giorni erano quasi tutti uguali, anche la nascita di un figlio era sottoposta ad analisi accurate da parte dei team di alieni, che volevano tenere sotto controllo l'aumento demografico degli esseri umani, perchè la sconfitta di malattie ed altri incidenti, stava  diminuendo drasticamente la morte.


Eppure in questo scenario così perfetto, le persone vivevano nel panico totale, e non avevano torto, dal momento che dall'oggi al domani alcune famiglie sparivano letteralmente dalla faccia della terra...., senza lasciare traccia e rivolgersi alla polizia, significava dover andare proprio da loro, i padroni, che avevano il controllo totale anche della giustizia.


L'arte, il cinema, il teatro erano stati aboliti, la cultura umana ormai stava scomparendo, ogni culto era stato spazzato via, compreso quello dei morti, che sparivano inghiottiti nel nulla.


Qual'era dunque il destino dell'umanità? vivere in un pianeta pulito, senza più alcuna idea, creatività e gioia, certo a pancia piena, ma con l'anima che stava morendo di inedia, e la mente che stava sempre più addormentandosi, lasciando il posto a quotidiane automazioni.....


Questa storia non  può concludersi qui, presto o tardi continuerà la seconda puntata.



Nessun commento:

Posta un commento